Archivio

Posts Tagged ‘serie B’

calcio serie B aggiornato al posticipo del lunedi

settembre 29, 2014 Lascia un commento

provercelli_frosinone37_29238_immagine_ts673_400

Foto La Presse

Ultimi aggiornamenti:

Il Catania batte il Pescara 2-1 nel posticipo domenicale della 6/a giornata di serie B. Vantaggio siciliano al 2′ con un rigore di Rosina, pareggio ospite al 20′ con Melchiorri, rete della vittoria di Calaiò al 51′.  Il Catania sale a 6 punti lasciando l’ultimo posto in solitario proprio al Pescara, fermo a 3.

Virtus Lanciano –Bari 1-0 giocata lunedi ore 20,30.

+

TORINO – E’ sempre più Perugia.

Nella 6ª giornata di serie B, gli umbri tornano alla vittoria dopo due pari di fila: battuto il Brescia con una rete di Taddei su rigore (che lui stesso si era procurato), butta male per il Brescia (terz’ultimo con 5 punti) che chiude in 10 (rosso a Olivera).

Quella degli umbri di Camplone è la prima mini fughetta: 3 punti di vantaggio sull’Avellino che sale al 2° posto battendo il Livorno in casa.

Gli irpini erano partiti male: l’autorete di Bittante ha dell’incredibile, nella ripresa pareggia l’eterno Castaldo, al 4° centro (capocannoniere della B). Nel finale è il gol Comi a ribaltare il Livorno, che proprio non riesce a decollare.

Dietro l’Avellino, Pro Vercelli e Bologna. Gli emiliani festeggiano la schiarita societaria battendo in casa il Cittadella (a segno l’italo tunisino Laribi): smaltiti i problemi di avvio stagione, ora gli emiliani, alla seconda vittoria di fila, vedono la vetta, momento no per i veneti (3 ko nelle ultime 4 gare) che però si mantengono in zona tranquilla in virtù di una annata iniziata bene.

Nella sfida fra matricole terribili, il Frosinone passa a Vercelli con Daniel Ciofani alla mezz’ora.

A inizio ripresa ciociari in 10 per il rosso a Musacci, la Pro pareggia col sempre più importante Ronaldo (altro bel gol), che vale il 3° posto, niente male per una squadra fatta per salvarsi, sulla carta inferiore al Frosinone (che, vista la vasta rosa, ha fatto turnover totale). Brutto tonfo del Trapani: il primo ko stagionale a Varese, coi lombardi che trovano la verve dei tempi belli e chiudono la pratica nel primo tempo: 4-0 coi gol di Rea, Neto Pereira (il 36enne highlander del Varese: è già al 3° gol), Lupoli su rigore e Capezzi.

Nella ripresa, accorcia Mancosu su rigore (terza rete per il capocannoniere della passata stagione), 4-2 di Nadarevic, il Varese si scompone, Ciaramitaro di testa coglie un palo che poteva innescare una rimonta impossibile. Ma nel finale arriva il 5-2 di Barberis a spegnere le speranze dei siciliani che chiudono in 10 (rosso a Barillà).

Fra le possibili emergenti, il Modena batte lo Spezia nella ripresa con due reti nel giro di un minuto: prima con una punizione capolavoro di Schiavone (scuola Juve), poi con una bella girata del Diablo Granoche: gli emiliani hanno messo da parte l’avvio balbettante, liguri al 2° ko di fila.

Prima storica vittoria in serie B per l’Entella di Chiavari: battuto il Carpi (che, come l’anno scorso, quando sta per esplodere, s’affloscia) con le reti di Cesar e Troiano, 3 punti che sono ossigeno per la salvezza che i liguri inseguono. Latina-Ternana: proteste degli umbri per la rete (regolare) annullata a Eramo nel primo tempo. Nella ripresa i padroni di casa passano con Brosco. Ma nel finale gli umbri pareggiano con un rocambolesco gol di Ceravolo. Pareggio senza gol in Crotone-Vicenza, punto più utile agli ospiti che da ripescati se la cavano discretamente (6 punti). Due posticipi chiudono il turno.

Domenica alle 18, Catania-Pescara: entrambe sul fondo con 3 punti, è già una partita che non si può fallire, nei siciliani il subentrato Sannino cerca la prima vittoria dopo due pari; tra gli abruzzesi, un altro ko può mettere in discussione Baroni.

Lunedì alle 20.30, Lanciano-Bari: padroni di casa un po’ al di sotto delle aspettative della vigilia, idem per gli ospiti che ambiscono a un campionato in prima fila, ma Mangia ha già raccolto 2 ko non graditi dalla proprietà, il terzo potrebbe essergli fatale.

Gianluca Scaduto

da Tuttosport.

 

Annunci

modena-pro vercelli 1-0

settembre 15, 2014 Lascia un commento

perugia_bologna25_45820_immagine_ts673_400

Bologna, primo acuto. Tutti i risultati

 

TORINO – Nessuno ferma il super Perugia di Camplone. Terza giornata e terza vittoria per la neopromossa, ancora una volta ai danni di una (presunta) big della B: dopo aver battuto Bologna e Bari, in casa degli umbri cade il Catania, steso da una rete di Falcinelli, sempre a segno nelle tre vittorie, capocannoniere della B con 3 gol. Ora, dopo un avvio così, gli umbri non possono più nascondersi, per la A dovrebbero esserci anche loro. A rischio, invece, la panchina etnea di Pellegrino. Per il Bari, dopo il ko col Perugia, arriva un’altra doccia fredda: a Frosinone, campo non semplice, i pugliesi di Mangia passano con un bel gol del veterano 33enne Massimo Donati, ma prima del triplice fischio i ciociari pareggiano con Paganini, 1-1 giusto ma che beffa per i pugliesi. Lo Spezia ad Avellino getta via una grossa occasione: a inizio ripresa Ardemagni sbaglia un rigore (tirato alle stelle), gli irpini restano in 10 (doppio giallo ad Ely), i liguri attaccano a testa bassa, ancora Ardemagni nel finale manca un gol fatto.

La Pro Vercelli a Modena replica la partita d’esordio ad Avellino: tiene bene il campo ma anche stavolta i ragazzi di Scazzola restano in 10 (come nelle precedenti due uscite), si chiudono in trincea e nel finale vengono puniti dal Diablo Granoche, al primo gol stagionale.

Riscatto del Brescia: dopo due ko di fila, vince a Chiavari, complice la difesa dell’Entella, particolarmente colpevole sul gol del difensore Di Cesare che decide la partita; per i liguri, 1 punto in 3 gare, è un campanello d’allarme.

 

SICILIANO OK A Trapani, il Cittadella segna per primo con Coralli, pari prima dell’intervallo col primo gol di Mancosu, il capocannoniere della passata stagione, nella ripresa i siciliani ribaltano la gara con Lombardi, prova convincente dei siciliani che sembrano tornati sui livelli della passata stagione. Il Lanciano dopo appena 4’ passa a Varese con Vastola, poi resta in 10 per il rosso a Thiam (fallo di reazione), nella ripresa l’eterno Neto Pereira fissa l’1-1. Dopo due sconfitte di fila, il nuovo Crotone di Drago è beffato nel finale dal Carpi: calabresi in vantaggio con un gol di Claiton di testa, nel recupero il pari emiliano, sempre di testa, con Poli (padroni di casa in dieci da qualche minuto per l’espulsione di Minotti). Nell’anticipo del venerdì, il Bologna rinasce sul campo (in attesa che si chiarisca la telenovela societaria) ma con qualche brivido: a Pescara i rossoblù sono avanti 3-0 dopo 37’ (Buchel, Acquafresca e Casarini), nella ripresa rischiano per il ritorno degli abruzzesi, a segno con Salamon e Maniero su rigore, che alla fine potrebbero anche pareggiare ma intanto Lopez porta a casa il primo successo stagionale.

 

I POSTICIPI Chiudono il turno due posticipi: domenica alle 18 il ripescato Vicenza, ancora in fase di assemblaggio ma che nelle ultime ore ha chiuso un paio di colpi di livello (Ragusa e Lores Varela), riceve una Ternana che viene da un bell’avvio. Si chiude lunedì alle 20.30 con Livorno-Latina: i padroni di casa, dopo la vittoria di Brescia, dovrebbero aver svoltato, bel test per gli ospiti, utile a capire se i ciociari potranno replicare la grande annata passata.

 Gianluca Scaduto

Vai alle altre notizie di Serie B

http://www.tuttosport.com/calcio/serie_b/2014/09/13-306307/Un+Perugia+da+Serie+A%3A+tre+successi+su+tre

si inizia tra i sospiri…avellino-pro vercelli 1-0

agosto 31, 2014 Lascia un commento

Brescia e Pro Vercelli ko. Vincono Varese e Bari

Festeggiano Frosinone e Ternana. Catania-Lanciano, 3-3 pirotecnico, 1-1 tra Livorno e Carpi.

Baroni inizia con un pari col Trapani a Pescara

avellinoprovercelli11_35580_immagine_ts673_400

PRO VERCELLI KO. BENE IL VARESE -Sorride anche l’Avellino che riesce a prendersi la vittoria

contro la Pro Vercelli solo nel finale.

Il gol dell’1-0 che vale i tre punti lo firma Castaldo all’89’.

Buona la prima anche per il Frosinone che, sempre per 1-0 supera il Brescia

grazie a una rete di Ciofani.

Successo esterno per la Ternana che si impone 2-0 sul campo del Crotone grazie ai gol di Viola

nel primo tempo e di Avenatti nella ripresa.

Vince anche il Varese che in casa batte 2-1 lo Spezia.

Decidono i gol di Corti e Falcone su rigore.

CATANIA PARI-SHOW – Pareggio spettacolare e ricco di gol per il Catania che impatta 3-3

con il Lanciano.

In vantaggio con Calaiò i siciliani subiscono il pari e la rimonta con le reti di Pinato e Gatto,

entrambe su rigore.

Martinho e Rosina (dal dischetto), ribaltano il risultato, ma in pieno recupero arriva il pari

degli ospiti con Cerri.

Pareggio, 1-1, tra Livorno e Carpi con le reti di Galabinov e Mbakogu, mentre tra Pescara

e Trapani finisce 0-0.

La Pro Vercelli ritorna in serie B…

2014WorldCupCalendar12

tuoni…fulmini e saette…

La Pro Vercelli è in serie B. Col SudTirol finisce 1-1

I piemontesi raggiungono il Perugia e l’Entella nel campionato cadetto. Al vantaggio di Corazza risponde Fabiano

C_3_Media_853452_immagine_ts673_400

+

pro_vercelli_sudtirol_31_63872_immagine_ts673_400(foto LaPresse)

VERCELLI – La Pro Vercelli ritorna in serie B.

Dopo appena un anno di distanza dalla retrocessione in Lega Pro, i bianchi festeggiano davanti a 4500 tifosi assiepati al Piola il salto di categoria.

Nulla da fare per il SudTirol che manca per un soffio l’appuntamento con la storia: la prima qualificazione in assoluto in serie B.

Dopo l’1-0 maturato al Druso di Bolzano grazie al gol di Cosenza, la formazione di Scazzola pareggia 1-1 a ritorno con gli altoatesini, che pure erano partiti piuttosto bene, gettandosi subito all’attacco con Erpen e Pederzoli. Gli altoatesini ci hanno provato a più riprese, arrivando al vantaggio al quarto d’ora con Simone Corazza sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla sinistra. La Pro Vercelli a quel punto si è scossa e ha reagito: al 23′ traversone di Scavone e colpo di testa di Marchi, ma senza inquadrare lo specchio della porta. La partita entra così nel vivo, offrendo occasioni ad ambo le parti: il Sudtirol si è reso pericoloso prima con Pederzoli (26′), poi con Minesso (34′), ma il tiro a colpo sicuro viene murato; sul tap-in Fink sfiora la traversa. La reazione della Pro Vercelli è tutta sui piedi di Scavone, ex dell’incontro, ma il tiro al 37′ dal limite è potente ma impreciso. La prima frazione si conclude con un sinistro di Greco che costringe alla deviazione in pugno il portiere Facchin. Nella ripresa, dopo soli 5′ la Pro Vercelli pareggia: a fissare il risultato sull’1-1 è un bellissimo colpo di tacco di Fabiano che da due passi dopo una mischia in area trafigge il portiere. La Pro Vercelli ci crede e continua a creare occasioni importanti costringendo Facchin agli straordinari. Partita segnata quando al 24′ il Sudtirol rimane in dieci uomini per l’espulsione di Branca (doppia ammonizione). Nervosismo finale, ma il risultato non cambia.

La Pro Vercelli è in serie B.

Vai alle altre notizie di Lega Pro, serie D

http://www.tuttosport.com/calcio/legapro_serie_d/2014/06/07-296972/La+Pro+Vercelli+%26%23232%3B+in+serie+B.+Col+SudTirol+finisce+1-1

bon..è finita..passa il Livorno in serie A.

222726652-6ad1baeb-ac07-4ad1-b445-192124d93a4e

Livorno-Empoli 1-0, gli amaranto tornano in A. Il presidente Spinelli: “Dedicato a Morosini”

Trascinati dal tifo in tribuna anche di Chiellini e Diamanti, i labronici piegano azzurri nella finale di ritorno e rimettono piede nella massima serie dopo appena 3 anni d’ assenza. Ha deciso il 23° gol stagionale di Paulinho. Commovente la dedica del patron
di JACOPO MANFREDI

LIVORNO – Dopo 3 anni d’attesa, il Livorno torna in serie A. Un obiettivo meritato, centrato al termine di un’annata da protagonista. Contro l’Empoli bastava non perdere, la squadra di Nicola si è tolta la soddisfazione anche di chiudere con un successo di misura (1-0), targato, guarda caso, Paulinho. Un trionfo voluto fortemente per dedicarlo ai 20mila che hanno gremito l’Ardenza, accompagnati da due tifosi d’ eccezione, Chiellini e Diamanti, arrivati appositamente per sospingere la loro vecchia squadra verso l’ambito traguardo.
IL TRIONFO DI NICOLA, L’ATTACCO E… MOROSINI – Un traguardo che premia l’intuito di Spinelli che ha saputo ripartire, dopo un’annata storta, da un allenatore, Davide Nicola, capace di riportare entusiasmo in una piazza delusa e di creare una squadra. Ma che certifica anche la grande stagione di Paulinho, Dionisi, Belingheri e, fino a quando non è stato fermato da un infortunio, Siligardi che a suon di gol (63 in 4) si sono rivelati la vera arma in più. Ed è bello, in tutto ciò, pensare che un pizzico di merito, dall’alto, lo abbia avuto anche Piermario Morosini che con la sua prematura e improvvisa scomparsa, appena un anno fa, ha probabilmente contribuito in maniera determinante a cementare lo spogliatoio.’Morosini 25′ e ‘Ciao Moro’: sono infatti le scritte sulle magliette indossate dai giocatori durante la premiazione della Lega di Serie B. Anche i tifosi livornesi hanno ripetutamente ricordato Morosini, al quale nei mesi scorsi è stata intitolata la gradinata dello stadio, scandendo slogan con il suo nome.
EMPOLI, UNA STAGIONE COMUNQUE DA RICORDARE – Si rammarica l’Empoli ma l’obiettivo sfumato proprio all’ultimo atto non deve far passare in secondo piano un’annata comunque positiva. I play-off sono stati centrati con una cavalcata entusiasmante e impressionante, almeno quanto la facilità del duo Tavano-Maccarone di andare a bersaglio. E poi è stata la stagione della valorizzazione di tanti giovani interessanti tra cui spiccano, naturalmente, Regini e Saponara, divenuti due punti fermi anche dell’Under 21 di Mangia, ormai pronti per il grande salto. Segno che la strada percorsa dal presidente Corsi è quella giusta e l’obiettivo è solo rimandato.
MACCARONE, ERRORE FATALE  – La gara ha racchiuso, in pratica, tutte le sue emozioni nel primo tempo. La palla per cambiare volto alla partita capita al 21′ a Maccarone che, però, la sciupa malamente: su un cross radente dalla destra di Tavano sfiora appena in scivolata il pallone da due passi mandandolo a fil di palo a porta vuota alla destra di Mazzoni.
PAULINHO FA ESPLODERE L’ARDENZA – E’ l’episodio che scuote il Livorno che, d’ incanto, dopo un avvio titubante, entra partita. E dopo una punizione di poco a lato di Emerson (27′) e un sinistro di Gemiti addosso a Bassi (30′) sblocca il risultato (32′) con una perfetta girata di testa nell’angolo di Paulinho su cross dalla destra di Schiattarella. EMPOLI, REAZIONE POCO CONVINTA – L’Empoli ha accusato il colpo e la sua reazione non è mai parsa convinta. Mazzoni è stato chiamato in causa solo al 60′ da una debole girata di Saponara, da un destro da fuori, 2′ dopo, di Valdifiori e da una punizione, all’89’, di Maccarone. Troppo poco per raddrizzare una serata nata male. La festa stasera ha un solo colore, quello amaranto.
LA GIOIA DI SPINELLI – “Dedico questa promozione a Morosini e alle nove vittime di Genova, una tragedia tremenda per me che sono genovese e che conoscevo quei ragazzi. Noi, Genoa e Sampdoria dovremmo fare un triangolare per queste famiglie”. Questi i primi pensieri del Livorno Aldo Spinelli: “Avevo detto che al terzo anno avrei portato il Livorno in A e la parola vale più di tutto. Abbiamo fatto il campionato più bello della mia carriera calcistica, siamo stati secondi o terzi per tutto il torneo, abbiamo affrontato i play-off che sono una lotteria e dove basta un pallone storto per perdere un campionato. Ma dall’alto Morosini ci ha dato una mano: se la serie A scappava da Livorno sarebbe stata una cosa impietosa”. Spinelli si tiene stretto il tecnico Nicola. “E’ un mio pallino come lo erano Donadoni e Mazzarri, lui ha sempre avuto grandi parole nei miei confronti, io ho sposato la sua causa e abbiamo già rinnovato per due anni. Nicola si è meritato la serie A e deve godersela, poi fra due anni potrà andare ad allenare una grande”.
LA NUOVA SERIE A ATALANTA BOLOGNA CAGLIARI CATANIA CHIEVO FIORENTINA GENOA INTER JUVENTUS LAZIO LIVORNO MILAN NAPOLI PARMA ROMA SAMPDORIA SASSUOLO TORINO UDINESE VERONA                 

(02 giugno 2013)

http://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-b/2013/06/02/news/livorno_empoli_finale_play_off-60223438/

empoli-livorno.. 1-1

maggio 30, 2013 Lascia un commento

Serie B, playoff: Empoli-Livorno 1-1. Duncan risponde a Tavano

Empoli, 29 maggio 2013

Finale di andata: la squadra di Sarri passa in vantaggio con una rete dell’ex, poi gli amaranto trovano il pari con il centrocampista ghanese. Domenica alle 20.45 il ritorno al Picchi

Il Livorno festeggia Duncan dopo l'1-1. LaPresse
Il Livorno festeggia Duncan dopo l’1-1. LaPresse

Emozioni a non finire in una finale degna di un grande campionato al ‘Castellani’ fra Empoli e Livorno. Il primo round finisce in parità 1-1: a Tavano risponde Duncan. Gli amaranto, in virtù di una miglior classifica in campionato, possono pareggiare anche in casa domenica sera  alle 20.45 ed essere promossi.

botta e risposta  —  Protagonista l’ex Tavano che porta in vantaggio gli azzurri dopo uno splendido assist di Maccarone, poi nella ripresa è Duncan a pareggiare con una gran botta mancina sotto la traversa e il gol del Livorno mette sulla carreggiata verso il mare la finalissima del ‘Picchi’.

speranza amaranto  —  A recriminare, almeno nel primo tempo, è la squadra di Sarri che ha condotto la partita con una lunga serie di occasioni. Nella ripresa sono saliti di ritmo i labronici: con due punizioni di Emerson hanno sfiorato il gol, ma  Duncan ha messo dentro la rete che dà speranza al popolo amaranto: in 2500 al ‘Castellani’, 10.000 in totale le presenze. Gara sempre in tensione e occasioni su occasioni dall’una e dall’altra parte

spinta empoli  —   Al 13’ del primo tempo grande conclusione di Saponara dai 12 metri in area, sinistro sul palo di Mazzoni che mette in corner. La tattica di Nicola è chiara: aspettare l’Empoli e ripartire con Duncan, Luci, Belingheri e Paulinho. Al 27′ si capisce che l’Empoli in questa prima mezz’ora ha qualcosa di più: Maccarone è pericoloso da sinistra, salta un uomo e serve Saponara sul primo palo, che in scivolata mette fuori di poco. Al 30′ ancora Maccarone fa l’assistman: dalla trequarti rifinisce per Ciccio Tavano che si presenta davanti a Mazzoni e di destro in diagonale lo scavalca. E’ l’1-0 che fa sperare tutta Empoli. Il ritorno sembra mettersi ancora meglio dopo l’ammonizione di Belingheri che fa fallo su un incontenibile Saponara: era in diffida, sarà squalificato.

ribaltone  —  Nel secondo tempo entra in campo un Livorno diverso, più vivace. Schiattarella pericolosissimo a destra. Duncan e Pulinho prendono le misure. Ma l’Empoli rialza la testa al 19′ con una combinazione fra Maccarone e Croce che mette Saponara con la palla davanti alla porta: tocco ribattuto. Sarri perde Croce e inserisce Signorelli, si farà male anche quest’ultimo,  sostituito a sua volta dopo 15 minuti. Nel frattempo era arrivata la bordata micidiale di Duncan che aveva infilato Bassi al sette. Il Livorno ci crede, ma alla fine è l’Empoli a sfiorare di nuovo il vantaggio. Finisce 1-1. Difficile il ritorno per l’Empoli con Croce e Signorelli infortunati da valutare, e con Saponara e Regini che saranno in Under 21. Squalificato Belingheri per la squadra di Nicola.

Giacomo Cioni© RIPRODUZIONE RISERVATA

due squadre…due stadi…un solo ..vinceremo…

maggio 10, 2013 Lascia un commento

224

oopss..cche figura..

a chi la toccherà..?

+

Sabato 11 Maggio 2013

+

Pro Vercelli – Novara   1-2

+

Se i giornali citano di più i disordini..

fuori dallo stadio

che non la partita,

non deve essere stato un grande incontro…

+

Visto il campionato disputato..più che non all’incontro mi viene voglia di pensare  al futuro,domani infatti il risultato non servirà a un bel nulla salvo allo spettacolo.

Speriamo che almeno quello sì non manchi.

Di calcio giocato non me ne intendo,ma non posso non pensare a come due squadre che distano l’un l’altra 20 e poco più chilometri non abbiano saputo dar di meglio che avere uno stadio con lo stesso nome.

Voi giustamente mi farete notare che sono balle,che nulla hanno a che vedere con il gioco.

Hanno a che vedere con la fantasia.

Che manca.. a una delle due città.

E se tanto mi da tanto..c’è molto da lavorare,e quindi da poter trarre delle soddisfazioni per chi abbia voglia di dedicarcisi..in futuro.

+

In Gran Bretagna siamo ai Play Offs per la promozione in Premier League..

Ormai aggiudicati i primi due posti al Cardiff e al Hull City

il Watford di Zola giovedì sera le ha prese dal Leicester City 1 a zero,e si ritrovano domenica alle 13,30…3-1 per il Watford..

Questa sera il Brighton sta ancora giocando con il Crystal Palace .. (..0-0..) e se la rivedono lunedi sera…(0-2)…

a domani..

+

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: