Archivio

Posts Tagged ‘pro vercelli’

allo stadio!…allo stadio!…ore 18 pro vercelli-spezia

ottobre 11, 2014 Lascia un commento

L’antipasto: Pro Vercelli-Spezia in campo per la gloria

L’8ª giornata di serie B si spalma da sabato a lunedì per coprire l’assenza della A

crotone_catania_54_46920_immagine_ts673_400

TORINO – L’8ª giornata di serie B si spalma da sabato a lunedì per coprire l’assenza della A. Si comincia sabato alle 18 con un interessante antipasto, Pro Vercelli-Spezia: entrambe a 10 punti, chi vince si fa una notte a -1 dalla capolista Perugia. La Pro è uscita un po’ ridimensionata dal ko di sabato a Carpi mentre lo Spezia viene dalla vittoria sulla capolista Perugia con cui il tecnico Bjelica ha salvato la panchina diventando idolo della piazza. Sabato alle 20.30, occhio a Modena-Brescia: i padroni di casa, reduci dal buon pari di Bari, complice una classifica molto corta, hanno anch’essi l’opportunità d’inserirsi nella lotta al vertice; per il Brescia, penultimo a 6 punti e che non vince da 5 giornate, è quasi allarme rosso: il ds Andrea Iaconi potrebbe essere chiamato a decidere sul futuro del tecnico Ivo Iaconi, suo fratello.

 

A TAVOLA Domenica il pranzo a qualcuno potrebbe andare di traverso perché il “lunch match” delle 12.30 è già da brividi: Catania-Bari. I padroni di casa, considerati i grandi favoriti della vigilia, sono penultimi. Con Sannino, subentrato a Pellegrino, s’è visto qualcosa in più ma non basta. E’ vero che la squadra è falcidiata dagli infortuni ma finora non ha dato l’impressione di essersi calata nella categoria. Il Bari, che ha 3 punti in più, non sta molto meglio. Sabato nel pari interno col Modena la squadra (e il tecnico Mangia) sono stati fischiati dal San Nicola. Dopo, la società ha scritto una lettera ai tifosi per ribadire la fiducia al tecnico (peraltro, dopo averne apertamente discusso l’operato in precedenza). Insomma, chi esce male da questa partita potrebbe pagarne le conseguenze.
LA DIGESTIONE Sei partite domenica alle 15. Occhio ad Avellino-Carpi, scontro fra seconde, entrambe in buona forma e a caccia dell’ultimo salto di qualità per poter fare un campionato di vertice (al quale puntano più o meno segretamente). Gli irpini si godono i 6 gol del bomber Luigi Castaldo, capocannoniere della B a 32 anni. Ma è di gran livello anche Livorno-Trapani, 12 punti contro 11: i toscani sembrano aver superato le difficoltà di inizio stagione (e i dubbi sul tecnico Gautieri), i siciliani appaiono più solidi rispetto all’anno scorso (quando fecero già una gran stagione) ma servono conferme perché nell’ultima trasferta sono caduti male a Varese. E poi Latina-Bari: nei laziali è appena tornato in panchina Roberto Breda (esonerato Beretta), l’uomo che nella passata stagione portò il Latina debuttante assoluta in B, al 4° posto e alla finale playoff (persa dal Cesena solo per un briciolo d’esperienza in meno). Il Bologna, in attesa dell’arrivo della cordata canadese-americana guidata da Tacopina, appare in crescita (7 punti nelle ultime 3 gare) ma attenzione: il ritorno di Breda (se n’era andato lui alla fine della scorsa stagione), potrebbe aver galvanizzato tutto l’ambiente del Latina. Pesanti punti salvezza in palio in Crotone-Pescara (entrambe sul fondo con 6 punti) e in Entella-Ternana (chiavaresi ultimi e in cerca della svolta,umbri a sorpresa a 10 punti e in grado di salvarsi, a dispetto dei pronostici d’inizio stagione).
LA CENA Domenica alle 20.30, il partitone della giornata: Perugia-Frosinone, cioé la capolista contro la squadra più in forma (e a soli due punti dal vertice). Sbaglia chi pensa di vedere in calo gli umbri, reduci dal ko di Spezia: la squadra di Camplone ha giocato quasi tutto il secondo tempo in 9 ma nonostante la doppia inferiorità numerica hanno chiuso in area i liguri per 20’, subendo poi in contropiede il 2-0, ma mostrando grande condizione fisica. Il Frosinone di Stellone invece, si fa preferire per una rosa fra le più complete e competitive della B, difficile chiamarlo matricola quando si hanno 22 giocatori di fatto sullo stesso livello. Si chiude lunedì alle 20.30 con Varese-Cittadella, entrambe a quota 7 (ma i veneti vengono da 3 ko di fila): chi vince va a respirare un’aria un po’ più tranquilla.

Gianluca Scaduto

calcio serie B aggiornato al posticipo del lunedi

settembre 29, 2014 Lascia un commento

provercelli_frosinone37_29238_immagine_ts673_400

Foto La Presse

Ultimi aggiornamenti:

Il Catania batte il Pescara 2-1 nel posticipo domenicale della 6/a giornata di serie B. Vantaggio siciliano al 2′ con un rigore di Rosina, pareggio ospite al 20′ con Melchiorri, rete della vittoria di Calaiò al 51′.  Il Catania sale a 6 punti lasciando l’ultimo posto in solitario proprio al Pescara, fermo a 3.

Virtus Lanciano –Bari 1-0 giocata lunedi ore 20,30.

+

TORINO – E’ sempre più Perugia.

Nella 6ª giornata di serie B, gli umbri tornano alla vittoria dopo due pari di fila: battuto il Brescia con una rete di Taddei su rigore (che lui stesso si era procurato), butta male per il Brescia (terz’ultimo con 5 punti) che chiude in 10 (rosso a Olivera).

Quella degli umbri di Camplone è la prima mini fughetta: 3 punti di vantaggio sull’Avellino che sale al 2° posto battendo il Livorno in casa.

Gli irpini erano partiti male: l’autorete di Bittante ha dell’incredibile, nella ripresa pareggia l’eterno Castaldo, al 4° centro (capocannoniere della B). Nel finale è il gol Comi a ribaltare il Livorno, che proprio non riesce a decollare.

Dietro l’Avellino, Pro Vercelli e Bologna. Gli emiliani festeggiano la schiarita societaria battendo in casa il Cittadella (a segno l’italo tunisino Laribi): smaltiti i problemi di avvio stagione, ora gli emiliani, alla seconda vittoria di fila, vedono la vetta, momento no per i veneti (3 ko nelle ultime 4 gare) che però si mantengono in zona tranquilla in virtù di una annata iniziata bene.

Nella sfida fra matricole terribili, il Frosinone passa a Vercelli con Daniel Ciofani alla mezz’ora.

A inizio ripresa ciociari in 10 per il rosso a Musacci, la Pro pareggia col sempre più importante Ronaldo (altro bel gol), che vale il 3° posto, niente male per una squadra fatta per salvarsi, sulla carta inferiore al Frosinone (che, vista la vasta rosa, ha fatto turnover totale). Brutto tonfo del Trapani: il primo ko stagionale a Varese, coi lombardi che trovano la verve dei tempi belli e chiudono la pratica nel primo tempo: 4-0 coi gol di Rea, Neto Pereira (il 36enne highlander del Varese: è già al 3° gol), Lupoli su rigore e Capezzi.

Nella ripresa, accorcia Mancosu su rigore (terza rete per il capocannoniere della passata stagione), 4-2 di Nadarevic, il Varese si scompone, Ciaramitaro di testa coglie un palo che poteva innescare una rimonta impossibile. Ma nel finale arriva il 5-2 di Barberis a spegnere le speranze dei siciliani che chiudono in 10 (rosso a Barillà).

Fra le possibili emergenti, il Modena batte lo Spezia nella ripresa con due reti nel giro di un minuto: prima con una punizione capolavoro di Schiavone (scuola Juve), poi con una bella girata del Diablo Granoche: gli emiliani hanno messo da parte l’avvio balbettante, liguri al 2° ko di fila.

Prima storica vittoria in serie B per l’Entella di Chiavari: battuto il Carpi (che, come l’anno scorso, quando sta per esplodere, s’affloscia) con le reti di Cesar e Troiano, 3 punti che sono ossigeno per la salvezza che i liguri inseguono. Latina-Ternana: proteste degli umbri per la rete (regolare) annullata a Eramo nel primo tempo. Nella ripresa i padroni di casa passano con Brosco. Ma nel finale gli umbri pareggiano con un rocambolesco gol di Ceravolo. Pareggio senza gol in Crotone-Vicenza, punto più utile agli ospiti che da ripescati se la cavano discretamente (6 punti). Due posticipi chiudono il turno.

Domenica alle 18, Catania-Pescara: entrambe sul fondo con 3 punti, è già una partita che non si può fallire, nei siciliani il subentrato Sannino cerca la prima vittoria dopo due pari; tra gli abruzzesi, un altro ko può mettere in discussione Baroni.

Lunedì alle 20.30, Lanciano-Bari: padroni di casa un po’ al di sotto delle aspettative della vigilia, idem per gli ospiti che ambiscono a un campionato in prima fila, ma Mangia ha già raccolto 2 ko non graditi dalla proprietà, il terzo potrebbe essergli fatale.

Gianluca Scaduto

da Tuttosport.

 

pro vercelli 4 – varese… 0

settembre 21, 2014 Lascia un commento

provercelli_varese41_26040_immagine_ts673_400

Serie B: Perugia, c’è il primo pari. Pro Vercelli vittoria show

Gli umbri fanno 2-2 contro il Vicenza ma restano in vetta alla classifica. I piemontesi stendono 4-0 il Varese

TORINO – Nella 4ª giornata della serie B, prima frenata del Perugia di Camplone che però resta solo in testa a quota 10 punti. Ma dopo 3 vittorie di fila gli umbri sono bloccati in casa (2-2) dalla ripescata Vicenza: il Perugia passa in avvio con un rigore di Taddei, Rossi si divora il raddoppio centrando la traversa da due metri, poi si scatena la stella del Vicenza, Ragusa, che con una doppietta porta il Vicenza in vantaggio all’intervallo. Nella ripresa il forcing del Perugia è premiato dal gol di Del Prete (tiro deviato, ma l’esterno è già al 2° centro), gli umbri cercano anche la vittoria ma non la trovano. Bari-Livorno con vista sulla serie A: i pugliesi passano al quarto d’ora con Sciaudone di testa e controllano la gara anche perché nel finale il Livorno resta in 10 per il rosso a Emerson e i pugliesi trovano il raddoppio nel finale con Stevanovic.

Così Mangia, l’ex ct dell’Under 21 allontana i fantasmi che iniziavano a danzare sulla sua panchina. Bologna sempre in apnea, anche col Crotone: dopo un primo tempo quasi inguardabile, i calabresi, che Drago sta ancora assemblando, ad inizio ripresa li puniscono con il camerunese Beleck, classe ’93, in prestito dalla Fiorentina (come lo era l’anno scorso Bernardeschi…) e nel finale raddoppiano col nigeriano Oduamadi: emiliano allo sbando, Tacopina deve sbrigarsi a comprare il club, prima che chi è davanti scappi e la diventi una chimera. Ma anche il Catania non sta tanto meglio: con Sannino al debutto in panchina (ed espulso nel finale), solo 0-0 in casa col sempre temibile Modena che nel finale coglie una traversa con Acosty, Catania sul fondo con 2 punti (ed era la favorita numero 1…). A Brescia, la Ternana di Tesser resta in 10 poco prima dell’intervallo (rosso a Vitale) ma resiste fino alla fine confermandosi imbattuta e sola al 2° posto. Il Latina buca l’Avellino dopo appena 6’ con Sforzini ma gli irpini pareggiano con la bandiera Castaldo, sempre più prezioso. Poi la squadra di Rastelli, veramente in palla per essere in trasferta, trova il gol del colpo grosso con Vergara: l’Avellino vince per la prima volta nella sua storia a Latina. Il Pescara a Cittadella va subito sotto (gran colpo di testa di Gerardi), poi ribalta la gara il giovane Politano, Under 21 di scuola Roma, che prima pareggia con una splendida punizione a giro e quindi sigla l’1-2 in avvio di ripresa di testa. Ma il Cittadella fa 2-2 col solito Coralli che poi griffa anche il gol del sorpasso.

SUPER PRO VERCELLI – Pro Vercelli-Varese era un quasi derby con in palio importanti punti salvezza: passano i piemontesi con un rigore di Marchi (penalty discutibile con espulsione del portiere Bastianoni), prima dell’intervallo raddoppio sempre su rigore (stavolta netto) con Di Roberto. Nella ripresa, 3-0 ancora di Marchi e poker di Germano: per la squadra di Scazzola sei punti in classifica e la prospettiva di avere tutti i mezzi per salvarsi. Il Frosinone parte forte a Lanciano nella sfida fra le possibili outsider della B: al 33’’ è già avanti di tre gol (Musacci e doppietta di Curiale). Nella ripresa, accorcia Alberto Cerri (il classe ’96 in prestito dal Parma, considerato il centravanti del futuro) ma i ciociari sono in giornata di grazia e dilagano 1-5 con la doppietta di Dionisi.

LE GARE DEL VENERDÌ – Negli anticipi di venerdì, prezioso 2-2 del Trapani a Carpi, considerato che i padroni di casa si trovavano sul 2-0 (gol di Gagliolo e Di Gaudio), la rimonta siciliana ha la firma di Barillà e Nadarevic, il Carpi chiude in 9 (rossi a Gagliolo e Pasciuti) ma il Trapani non ha più la forza per approfittarne. Il derby della riviera ligure di levante va allo Spezia che in casa batte l’’Entella 1-0 (seconda rete in campionato di Catellani): così gli aquilotti del croato Bjelica iniziano a sentire aria d’alta quota mentre il club di Chiavari, 1 punto in 4 gare, se non cambia marcia rischia di restare anzitempo tagliato fuori dai giochi.

Gianluca Scaduto

Vai alle altre notizie di Serie B

http://www.tuttosport.com/calcio/serie_b/2014/09/20-306964/Serie+B%3A+Perugia,+c’%C3%A8+il+primo+pari.+Pro+Vercelli+vittoria+show

modena-pro vercelli 1-0

settembre 15, 2014 Lascia un commento

perugia_bologna25_45820_immagine_ts673_400

Bologna, primo acuto. Tutti i risultati

 

TORINO – Nessuno ferma il super Perugia di Camplone. Terza giornata e terza vittoria per la neopromossa, ancora una volta ai danni di una (presunta) big della B: dopo aver battuto Bologna e Bari, in casa degli umbri cade il Catania, steso da una rete di Falcinelli, sempre a segno nelle tre vittorie, capocannoniere della B con 3 gol. Ora, dopo un avvio così, gli umbri non possono più nascondersi, per la A dovrebbero esserci anche loro. A rischio, invece, la panchina etnea di Pellegrino. Per il Bari, dopo il ko col Perugia, arriva un’altra doccia fredda: a Frosinone, campo non semplice, i pugliesi di Mangia passano con un bel gol del veterano 33enne Massimo Donati, ma prima del triplice fischio i ciociari pareggiano con Paganini, 1-1 giusto ma che beffa per i pugliesi. Lo Spezia ad Avellino getta via una grossa occasione: a inizio ripresa Ardemagni sbaglia un rigore (tirato alle stelle), gli irpini restano in 10 (doppio giallo ad Ely), i liguri attaccano a testa bassa, ancora Ardemagni nel finale manca un gol fatto.

La Pro Vercelli a Modena replica la partita d’esordio ad Avellino: tiene bene il campo ma anche stavolta i ragazzi di Scazzola restano in 10 (come nelle precedenti due uscite), si chiudono in trincea e nel finale vengono puniti dal Diablo Granoche, al primo gol stagionale.

Riscatto del Brescia: dopo due ko di fila, vince a Chiavari, complice la difesa dell’Entella, particolarmente colpevole sul gol del difensore Di Cesare che decide la partita; per i liguri, 1 punto in 3 gare, è un campanello d’allarme.

 

SICILIANO OK A Trapani, il Cittadella segna per primo con Coralli, pari prima dell’intervallo col primo gol di Mancosu, il capocannoniere della passata stagione, nella ripresa i siciliani ribaltano la gara con Lombardi, prova convincente dei siciliani che sembrano tornati sui livelli della passata stagione. Il Lanciano dopo appena 4’ passa a Varese con Vastola, poi resta in 10 per il rosso a Thiam (fallo di reazione), nella ripresa l’eterno Neto Pereira fissa l’1-1. Dopo due sconfitte di fila, il nuovo Crotone di Drago è beffato nel finale dal Carpi: calabresi in vantaggio con un gol di Claiton di testa, nel recupero il pari emiliano, sempre di testa, con Poli (padroni di casa in dieci da qualche minuto per l’espulsione di Minotti). Nell’anticipo del venerdì, il Bologna rinasce sul campo (in attesa che si chiarisca la telenovela societaria) ma con qualche brivido: a Pescara i rossoblù sono avanti 3-0 dopo 37’ (Buchel, Acquafresca e Casarini), nella ripresa rischiano per il ritorno degli abruzzesi, a segno con Salamon e Maniero su rigore, che alla fine potrebbero anche pareggiare ma intanto Lopez porta a casa il primo successo stagionale.

 

I POSTICIPI Chiudono il turno due posticipi: domenica alle 18 il ripescato Vicenza, ancora in fase di assemblaggio ma che nelle ultime ore ha chiuso un paio di colpi di livello (Ragusa e Lores Varela), riceve una Ternana che viene da un bell’avvio. Si chiude lunedì alle 20.30 con Livorno-Latina: i padroni di casa, dopo la vittoria di Brescia, dovrebbero aver svoltato, bel test per gli ospiti, utile a capire se i ciociari potranno replicare la grande annata passata.

 Gianluca Scaduto

Vai alle altre notizie di Serie B

http://www.tuttosport.com/calcio/serie_b/2014/09/13-306307/Un+Perugia+da+Serie+A%3A+tre+successi+su+tre

pro vercelli-catania 3-2

settembre 7, 2014 Lascia un commento

Colpo Pro Vercelli. Il Catania si inchina

La punizione di Pompeu Da Silva stende i siciliani (3-2), passati in vantaggio con Martinho. Nella ripresa uno-due Marchi-Belloni prima del pari dal dischetto di Rosina, poi la prodezza finale

live1223_62978_immagine_ts673_400

© Foto Liverani

VERCELLI – Che vittoria al Piola per la Pro Vercelli che supera 3-2 il Catania al termine di una gara avvincente. Alla mezz’ora Pro in dieci per l’espulsione di Cosenza (rosso diretto per aver colpito Cani) e rossazzurri subito in gol al 33′ con Martinho. Mazzata per i piemontesi che però nella ripresa ribaltano la situazione: al 60′ Marchi approfitta della disattenzione della difesa rossazzurra e pareggia, poi al 70′ ristabilita la parità numerica (espulso Sauro) e al 72′ ecco il sorpasso: puntuale il tap-in di Belloni. Sembra fatta ma il Catania trova il pari su rigore con Rosina al 79′ per fallo su Martinho. Passano solo 4 minuti ed arriva la prodezza su punizione di Pompeu Da Silva che fa esplodere il Piola per il 3-2 finale.

http://www.tuttosport.com/calcio/serie_b/pro_vercelli/2014/09/07-305736/Colpo+Pro+Vercelli.+Il+Catania+si+inchina

 

si inizia tra i sospiri…avellino-pro vercelli 1-0

agosto 31, 2014 Lascia un commento

Brescia e Pro Vercelli ko. Vincono Varese e Bari

Festeggiano Frosinone e Ternana. Catania-Lanciano, 3-3 pirotecnico, 1-1 tra Livorno e Carpi.

Baroni inizia con un pari col Trapani a Pescara

avellinoprovercelli11_35580_immagine_ts673_400

PRO VERCELLI KO. BENE IL VARESE -Sorride anche l’Avellino che riesce a prendersi la vittoria

contro la Pro Vercelli solo nel finale.

Il gol dell’1-0 che vale i tre punti lo firma Castaldo all’89’.

Buona la prima anche per il Frosinone che, sempre per 1-0 supera il Brescia

grazie a una rete di Ciofani.

Successo esterno per la Ternana che si impone 2-0 sul campo del Crotone grazie ai gol di Viola

nel primo tempo e di Avenatti nella ripresa.

Vince anche il Varese che in casa batte 2-1 lo Spezia.

Decidono i gol di Corti e Falcone su rigore.

CATANIA PARI-SHOW – Pareggio spettacolare e ricco di gol per il Catania che impatta 3-3

con il Lanciano.

In vantaggio con Calaiò i siciliani subiscono il pari e la rimonta con le reti di Pinato e Gatto,

entrambe su rigore.

Martinho e Rosina (dal dischetto), ribaltano il risultato, ma in pieno recupero arriva il pari

degli ospiti con Cerri.

Pareggio, 1-1, tra Livorno e Carpi con le reti di Galabinov e Mbakogu, mentre tra Pescara

e Trapani finisce 0-0.

La Pro Vercelli ritorna in serie B…

2014WorldCupCalendar12

tuoni…fulmini e saette…

La Pro Vercelli è in serie B. Col SudTirol finisce 1-1

I piemontesi raggiungono il Perugia e l’Entella nel campionato cadetto. Al vantaggio di Corazza risponde Fabiano

C_3_Media_853452_immagine_ts673_400

+

pro_vercelli_sudtirol_31_63872_immagine_ts673_400(foto LaPresse)

VERCELLI – La Pro Vercelli ritorna in serie B.

Dopo appena un anno di distanza dalla retrocessione in Lega Pro, i bianchi festeggiano davanti a 4500 tifosi assiepati al Piola il salto di categoria.

Nulla da fare per il SudTirol che manca per un soffio l’appuntamento con la storia: la prima qualificazione in assoluto in serie B.

Dopo l’1-0 maturato al Druso di Bolzano grazie al gol di Cosenza, la formazione di Scazzola pareggia 1-1 a ritorno con gli altoatesini, che pure erano partiti piuttosto bene, gettandosi subito all’attacco con Erpen e Pederzoli. Gli altoatesini ci hanno provato a più riprese, arrivando al vantaggio al quarto d’ora con Simone Corazza sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla sinistra. La Pro Vercelli a quel punto si è scossa e ha reagito: al 23′ traversone di Scavone e colpo di testa di Marchi, ma senza inquadrare lo specchio della porta. La partita entra così nel vivo, offrendo occasioni ad ambo le parti: il Sudtirol si è reso pericoloso prima con Pederzoli (26′), poi con Minesso (34′), ma il tiro a colpo sicuro viene murato; sul tap-in Fink sfiora la traversa. La reazione della Pro Vercelli è tutta sui piedi di Scavone, ex dell’incontro, ma il tiro al 37′ dal limite è potente ma impreciso. La prima frazione si conclude con un sinistro di Greco che costringe alla deviazione in pugno il portiere Facchin. Nella ripresa, dopo soli 5′ la Pro Vercelli pareggia: a fissare il risultato sull’1-1 è un bellissimo colpo di tacco di Fabiano che da due passi dopo una mischia in area trafigge il portiere. La Pro Vercelli ci crede e continua a creare occasioni importanti costringendo Facchin agli straordinari. Partita segnata quando al 24′ il Sudtirol rimane in dieci uomini per l’espulsione di Branca (doppia ammonizione). Nervosismo finale, ma il risultato non cambia.

La Pro Vercelli è in serie B.

Vai alle altre notizie di Lega Pro, serie D

http://www.tuttosport.com/calcio/legapro_serie_d/2014/06/07-296972/La+Pro+Vercelli+%26%23232%3B+in+serie+B.+Col+SudTirol+finisce+1-1

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: