Archivio

Posts Tagged ‘pittura’

artisti israeliani

settembre 18, 2016 Lascia un commento

1the-woodpecker-time

Il picchio del tempo – Mordecai Ardon 1963

Questo quadro ha realizzato 643.200 $ in un’asta tenuta da Christies a New York e rappresenta il prezzo record per un artista israeliano.

Beh se consideriamo insieme che Israele ha solo 68 anni di età essendo stato fondato il 14 di maggio del 1948 le speranze sono buone per avere altri artisti che possano raggiungere quotazioni anche più corpose sul mercato internazionale.

Ne ho parlato con Modeste il quale è sempre alla ricerca di temi nuovi e che ha pure sotto le lenti un altro artista da non ridere,si tratta di Reuven Zelicovici trasformato poi in Rubin, che nato nella Romania del 1893 è divenuto un pò come chiamarlo il pittore nazionale israeliano.Gode pure di un museo dedicatogli nella casa dove abitò a Tel Aviv.

Fu anche il primo ambasciatore israeliano in Romania per alcuni anni.

Oggi vale tra i due ed i trecentomila dollari a quadro ma le sue quotazioni sono in rialzo grazie alla domanda di sue opere.

reuven_rubin_in_his_studio_1946

eccolo in una foto del 1946

ed eccovi alcune sue opere:

reuven_rubin_safed_in-galillee-1

Safed in Galilea

lawrence-lee-magnuson-reuven-rubin-1893-1974-lake-kinneret-1930s-oil-1426299944_org

Il lago di Tiberiade

E per ultimo ecco un’altra scelta di Modeste:

1allweil-arieh-1901-1967-israel-rosh-pina-1991204

Allweil Arieh – Rosh Pinnà in Galilea

+

E già che c’era si presenta anche il nostro Jean Modeste con la segreta speranza che se qualcuno guarda questi tre artisti e non se li può permettere magari scivola su di una sua opera che di gran lunga costerebbe molto meno.

Ma anche qui ci vuole la fortuna oltre all’estro artistico e Modeste riconosce la superiorità tecnica degli avversari.

Cosa ci potrà fare con un tale autoritratto nello studio?

jeandsc01246

+

Bibliografia

http://www.haaretz.com/israel-news/culture/leisure/demand-for-reuven-rubin-is-rising-so-are-the-prices-1.243944

http://www.imj.org.il/artcenter/newsite/en/?artist=Ardon,%20Mordecai

http://www.imj.org.il/artcenter/newsite/en/?artist=Rubin,%20Reuven&list=R

http://www.imj.org.il/artcenter/newsite/en/?artist=Allweil,%20Arieh&list=A

arlecchino

maggio 26, 2016 Lascia un commento

Il tema dell’arlecchino ha intrigato più pittori ma sempre fedeli allo schema classico.

paul-cezanne-harlequin

questo in alto è di Cezanne

derain

quest’altro di Derain

8354687301_e9a5335f3d_b

Picasso poi ne ha una serie uno dei quali è questo.

Ma Jean Modeste va oltre

martinDSC00852

ed ecco “un gentilhomme” africano divenire guardia municipale.

Chemise senegalese,berretto mimetico,borsello per le multe e sempre a gentile vostra disposizione.

nemo conta sino a tre

maggio 22, 2016 Lascia un commento

E già che ci siamo,

Nemo conta sino a tre

e presenta un altro quadro appena terminè

nemo prophetaDSC00829

ritratto con fiori in notturna

24 x 30- olio

Jean Modeste

la mia dieta

novembre 28, 2015 Lascia un commento

1.DSCN0634

La mia dieta è a base di colore più che altro

(Jean Modeste 2015)

+

rammentiamo quanto segue…

gennaio 17, 2015 Lascia un commento

10421176_806995616026205_7193497851283544335_n

10923238_808900579169042_2162224800919951447_n

In collaborazione con Fondazione Novara Sviluppo
Con il patrocinio della Provincia Di Novara
Direzione artistica Vincenzo Scardigno
Coordinamento organizzativo Emilio Mera e Domenico Minniti Art
Presentazione critica Emanuela Fortuna
17 / 25 GENNAIO 2015 – Via Bovio, 6 – Fondazione Novara Sviluppo
INAUGURAZIONE SABATO 17 GENNAIO 2015
PREMIAZIONE DOMENICA 25 GENNAIO 201
Orari: feriali 10 / 18 – sabato, domenica e festivi 15 / 19
ingresso libero

+

un commento…

“Ben vengano iniziative simili… non si vive di solo pane, peraltro ce n’è anche poco…

La mente va alimentata con manifestazioni di questo genere.”

leggo smirnoff…

dicembre 8, 2014 Lascia un commento

untitled

Veronica Smirnoff… foto di Richard Whitelaw

Leggo Smirnoff …e la vedo con uno sguardo bell’accattivante… penso che sia un’icona della famosa marca di vodka americana,invece no,è russa ma solo di nascita e fa l’artista in Gran Bretagna.

L’articolo del Telegraph è sponsorizzato ma l’occhio era caduto non per nulla prima sul cognome che è identico a quello della vodka e poi su quel bello sguardo dagli occhi un poco melanconici che fanno tanto russo o russa…

In tempi come i nostri anche l’arte russa è all’attacco di nuove posizioni grazie anche alle possibilità offerte di recente e se poi si fanno mostre mirate a farsi un nome tramite dei galleristi importanti che sanno districarsi in mezzo ai meno fortunati ecco che ti spunta un bell’articolo con fotografia a fare da richiamo.

E’ pure bella e… figurati… se non è anche brava.

 

+

Red_Commissar__det_2930390k+

L’artista Veronica Smirnoff : spirito del tempo o la vecchia anima ?

Antico, moderno ; religioso , laico ; particolare , universale . Attingendo ad una grande diversità di influenze , dalla ritrattistica pre -rinascimentale alla cultura dei media , e con ammiratori tra cui Sting e Trudie Styler , l’arte squisitamente unica di Veronica Smirnoff abita un mondo fantastico proprio .

http://www.veronicasmirnoff.com/

Testo e galleria delle opere:

http://www.telegraph.co.uk/sponsored/rbth/culture/10874444/veronica-smirnoff-spirit-soul.html

parigi…l’arte si fa sentire

ottobre 24, 2014 Lascia un commento

Esposte%20400%20opere%20in%2037%20sale

Esposte 400 opere in 37 sale (keystone)

Nuova casa per Picasso

Il museo parigino dedicato al grande artista andaluso riapre i battenti dopo cinque anni

giovedì 23/10/14 17:07 – ultimo aggiornamento 23/10/14 17:10

Il presidente francese François Hollande in persona inaugurerà sabato il Museo Picasso di Parigi, che riaprirà i battenti nel 133mo anniversario della nascita del grande artista andaluso, dopo cinque anni di lavori costati 52 milioni di euro.

L’intenzione in realtà era di accogliere ben prima i visitatori. La ristrutturazione doveva durare due anni, ma la data della riapertura è stata più volte rinviata, causando le ire di Claude, figlio del pittore, mentre un clima di lavoro deterioratosi in seno all’istituzione ha portato in maggio al licenziamento della direttrice Anne Baldassarri.

 La superficie a disposizione nel seicentesco Hôtel Salé, nel quartiere di Marais, è praticamente raddoppiata a 3’600 m2. Cantina e soffitto sono stati trasformati in spazi espositivi, mentre quelli amministrativi sono stati spostati in un edificio secondario. Il museo dispone di una delle più vaste collezioni di opere di Picasso del mondo intero: 4’700 pezzi, fra cui 300 dipinti e 360 sculture, ma anche fotografie e documenti. Saranno esposte circa 400 opere in 37 sale.
pon/ATS
+

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: