Archivio

Posts Tagged ‘marito’

Come reagiscono le donne davanti all’amanti del marito?

gennaio 14, 2016 Lascia un commento

donne-tradite

 

Casuale oppure no, la tenacia di questa donna tradita ci lascia senza dubbio riflettere.

Lusignolo pensa: “perchè prendersela con l’amante, quando la vera colpa è di chi tradisce, o meglio, di chi tradisce senza avere il coraggio di uscire di casa e dire -amore mio, ti vado a tradire perchè…-“.
Forse chiarirsi prima…

Siamo in Colombia, la donna del video si chiama Adalia Brinez che attraversa la strada e si trova davanti  l’auto guidata da suo marito con accanto, nel sedile del passeggero, la sua amante.
Anziché tornare a casa per aspettare di fare i conti in privato, la moglie ferita si è piantata davanti all’automobile, impedendole di proseguire, e si è sfogata pubblicamente. Attorno a lei si è radunata una folla di curiosi e sostenitori, e alcuni le hanno persino passato oggetti utili a vandalizzare la macchina del traditore. La donna è diventata prima una celebrità locale e poi, quando il video della scena è stato pubblicato in rete, ha varcato i confini della Colombia per incontrare il sostegno di tante altre donne.

 

Annunci

Il “miglior marito di sempre” … esiste!

novembre 25, 2015 Lascia un commento

Matrimonio-indiano

 

Quando l’amore spinge l’uomo a qualunque cosa per la sua amata… Sembra un romanzo d’altri tempi, eppure… se “quei tempi”, fossero in India (nella discussa India…).

È successo a Chennai, in India, appunto. La popolazione è vittima di una tremenda alluvione che ha provocato oltre 150 vittime. Il marito, di cui non si conosce l’identità, sta cercando di portare in salvo la moglie nelle strade completamente inondante dall’acqua. Ha preso due sedie e le ha usate per non far cadere la donna in acqua, permettendole di “scavalcare” la carreggiata senza grande fatica. Un passo alla volta, una sedia alla volta. Il video è stato pubblicato online e il protagonista è stato ribattezzato il “miglior marito di sempre”. Il filmato è divenuto subito virale superando le 30mila visualizzazioni.

E i sogni continuano…

Finlandia: scatta il Mondiale di “trasporto della moglie”

novembre 19, 2015 Lascia un commento

La moglie è un peso? Allora ecco creato il Mondiale ad hoc!

È arrivato alla 20° edizione il campionato mondiale di Eukonkanto, bizzarra gara che si svolge a Sonkajarvi: il marito porta sulle spalle la propria consorte lungo un percorso a ostacoli di 250 metri, tra vasche d’acqua e tronchi di legno.

 

mondiale_trasporto_mogli_6

Questo è considerato da alcuni, uno fra gli sport più stupidi o alquanto strani, una delle gare più assurde che siano state ideate. A differenza del calcio fiorentino, che pare abbia origini antiche, alti sport e gare sono davvero “singolari” come ad esempio, anche il campionato mondiale di tosature delle pecore.

pecora

 

Ogni anno in Galles si tiene la gara di formaggio rotolante, il Cheese Rolling, il cui scopo è inseguire una forma di formaggio giù lungo i pendii di una collina. Il vincitore è colui che cattura per prima la forma e non sempre qualcuno riesce nell’intento, dato che il formaggio può raggiungere anche i 110 km orari. Molto pericoloso, questo sport richiede di indossare un casco.

Cheese Rolling

 

Arriva dalla Germania la gara di corsa su sedie da ufficio, una sfida a due che raccoglie tantissimo pubblico e molti sponsor. “I partecipanti hanno il diritto di allenarsi dalla registrazione al momento della partenza. Nel caso di incidenti in questa fase, la direzione deciderà se squalificare o meno i responsabili.

E’ una gara per ambo i sessi. Ci si sfida a due a due. A stabilire l’ordine di partenza ci pensa il comitato organizzatore. La gara dura tre giri, il vincitore è colui che taglia per primo il traguardo. Così facendo ci si qualifica per le fasi successive fino alla finale”. Questo uno stralcio del regolamento di questo buffo e acclamato sport.

gara-con-sedia-da-ufficio

 

Vi risparmiamo il campionato mondiale di lancio del telefonino… che si disputa in Finlandia dal 2000. L’obiettivo è di lanciare il cellulare più lontano possibile e la gara si suddivide in ben quattro categorie, Original, Freestyle, a squadre e Junior.

Ne conoscete altri?

Cosa regalo a mio marito? Un album di foto hot!

ottobre 18, 2015 Lascia un commento

hot

 

Un’idea… costa poco, e sicuramente piace, no? E’ successo davvero: la moglie regala al marito un album delle sue foto hot, in cui appare perfetta, senza smagliature, imperfezioni e buccia d’arancia. Solo sensuale per il suo uomo.

La reazione del marito?

Scrive una mail alla fotografa che ha scattato quelle foto. Per dirle, senza timore, “quando ho aperto l’album il mio cuore è affondato. Queste foto sono sicuramente belle e fatte da una fotografa di grande talento… ma non sono mia moglie. Hai fatto sparire ogni suo difetto”.

 E’ la storia raccontata su Facebook dalla fotografa texanaVictoria Caroline , specializzata in immagini di donne nel boudoir: “Tutto è iniziato quando una donna sui 45 anni ha prenotato una servizio in un hotel nel centro di San Antonio (Texas, ndr); era morbida e sinuosa – si legge – pensai che sembrava una dea ma, come la maggior parte delle donne, aveva una richiesta molto precisa”. “Venne da me – continua la fotografa – mi guardò dritto negli occhi e disse ‘vorrei che tu photoshoppassi tutta la mia cellulite, le mie smagliature, il mio grasso e tutte le mie rughe… voglio sentirmi stupenda almeno una volta’. E così ho fatto”. Poi, aggiunge, “lei ha regalato al marito un album con una 30 immagini. Tre giorni dopo, ricevo questa e-mail”. Che Victoria Caroline riporta sulla sua pagina Facebook.

 “Ciao Victoria, sono il marito di ********. Ti scrivo perché di recente ho ricevuto un album con una serie di foto di mia moglie. Non voglio che tu pensi che io sia in qualche modo arrabbiato con te ma ho alcuni spunti di riflessione da lasciarti”.
 “Sto con mia moglie da quando avevamo 18 anni e abbiamo due bellissimi bambini. Abbiamo avuto molti alti e bassi nel corso degli anni, e credo che… beh, SO che mia moglie ha fatto queste foto per me. A volte – scrive l’uomo – si lamenta pensando che forse non io non la trovi più attraente, che non mi darebbe la colpa se mai trovassi qualcuna più giovane di lei”. Ma, prosegue il marito nella lettera, “quando ho aperto l’album che mi ha dato il mio cuore è affondato. Sono foto sicuramente belle e chiaramente fatte da un fotografo di grande talento… ma non sono mia moglie. Hai fatto sparire ogni suo difetto e, mentre sono certo che sia esattamente quello che ti ha chiesto di fare, questa scelta ha portato via tutto ciò che costituisce la nostra vita”.
 “Quando hai cancellato le sue smagliature, hai fatto sparire la documentazione dei miei figli. Quando hai tolto le sue rughe, hai portato via più di 20 anni delle nostre risate e delle nostre preoccupazioni. Quando hai eliminato la cellulite, hai portato via il suo amore per la cucina e tutte le chicche che abbiamo mangiato nel corso degli anni”.
“Non ti sto dicendo tutto questo per farti sentire orribile, stavi solo facendo il tuo lavoro. Ti scrivo effettivamente per ringraziarti. Vedendo queste immagini mi hai fatto capire quanto io, onestamente, non dica abbastanza a mia moglie quanto la amo e la adoro proprio per come è”.

Poi l’uomo conclude: “Per il resto dei miei giorni, ho intenzione di celebrarla in tutta la sua imperfezione. Grazie per il promemoria. Saluti”. Anna Magnani sarebbe assolutamente d’accordo.

Ancora convinte (chi da sempre lo ha sostenuto), che sia un’ottima idea regalare foto hot al marito?

NOZZE ANNULLATE SE IL MARITO È “MAMMONE”.

settembre 20, 2014 Lascia un commento

mammone

Mamme, suocere, ma perchè non pensate alla vostra vita, invece di intromettervi in quella dei vostri figli, cercando di annullare il ruolo della moglie o della compagna?  Un figlio non è proprietà privata, e non è un diamante, intendo, non è per sempre per come lo intendete “vivere” voi.

Il legame troppo intenso, quasi di dipendenza del marito con la figura materna, è causa di annullamento del matrimonio celebrato in chiesa. Il rapporto ‘morboso‘ con la madre ha generato problematiche sessuali e comportamenti anaffettivi verso la moglie ignara di questa «patologia» del partner. Lo afferma la Cassazione confermando la nullità delle nozze concordatarie di una coppia di Mantova che si era trovata in questa situazione emersa non appena iniziata la convivenza da sposati. A decidere l’annullamento di questo matrimonio celebrato nel 2007, era stato – nel 2010 – il Tribunale ecclesiastico che esaminando i due sposi, con test e perizie, era arrivato alla conclusione che il marito, per via del particolare rapporto con la mamma, aveva sviluppato una «patologia produttiva dell’ incapacità ad assumere l’obbligo di quella minima integrazione psico-sessuale che il matrimonio richiede con la conseguenza di un comportamento anaffettivo e indifferente nei confronti» della moglie. Contro questa decisione si è opposta la moglie sostenendo che il marito era perfettamente al corrente delle ‘magagne‘ che lo affliggevano mentre era lei quella ad essere all’oscuro degli effetti negativi del legame dell’uomo con la mamma. Pertanto il matrimonio era perfettamente valido, con la conseguenza che la signora, con la separazione, avrebbe avuto diritto all’assegno di mantenimento o la possibilità di chiedere il risarcimento dei danni preclusale dall’annullamento. La Suprema Corte – sentenza 19691 depositata oggi – ha dato torto alla moglie ‘beffata’, sottolineando che «in un caso come quello in esame in cui l’altro coniuge ha determinato con la sua incapacità derivante da una patologia psichica, la invalidità del matrimonio concordatario si pone, sia pure ex post, una questione di effettività evalidità del consenso che prevale sulla tutela dell’affidamento riposto dal coniuge inconsapevole al momento della celebrazione del matrimonio». In conclusione, ad avviso degli ‘ermellini’, «non esistono ostacoli» al riconoscimento dell’efficacia della sentenza di nullità di queste nozze emessa dal Tribunale ecclesiastico regionale lombardo. La signora ora attende l’esito della causa civile intentata davanti al Tribunale di Mantova all’uomo ‘mammonè – che non può nemmeno essere considerato un ex marito – per avere un qualche risarcimento economico dopo il matrimoniobluff‘.

MARITO GELOSO TAGLIA IL PENE MA ALL’UOMO SBAGLIATO, I GENITALI CERCATI SULL’AUTOSTRADA

 EVIRATO

 

Evirato per colpa di un marito troppo geloso.

E’ successo a Kelvin ‘ Kelly ‘ Hewitt, 40 anni. La polizia aveva chiuso un tratto di autostrada per cercare i genitali gettati via, a Middlesbrough, città di provincia inglese. Giorni dopo l’accaduto si scopre che era l’uomo sbagliato.

Secondo il Daily Mail, Kelvin, l’operaio edile aggredito per errore nella sua roulotte, è stato prima di tutto vittima di uno scambio di identità e si trovava al posto sbagliato e nel momento sbagliato. Ad avere la relazione con la ragazza di questo uomo troppo geloso non era lui, ma un altro uomo. L’aggressore cercava infatti un’altra persona e dopo l’arresto è stato rilasciato su cauzione.
Hewitt, padre di sette figli avuti da tre donne diverse, ha ripreso conoscenza, ma è ancora troppo dolorante per parlare con la polizia.
Ora dovrà affrontare un lungo periodo di riabilitazione e avrà bisogno di un intervento di chirurgia plastica .
L’urologo Raj Persad, interpellato dal MailOnline, ha detto che potrebbe essere costruito un nuovo pene, ma le funzioni sarebbero limitate. I suoi genitali sono stati ritrovati lungo l’A66 nei pressi di Middlesbrough.

Vivo in casa con il marito e l’amante perchè non so decidere fra i due

dicembre 8, 2013 Lascia un commento

sesso-a-tre-donna-con-due-uomini

 

A pensarla bene in tre si risparmia sicuramente… e poi la donna è sicuramente fortunata, se una sera un uomo ha il mal di testa, l’altro dovrebbe essere disponibile, no?

Ma veniamo alla donna, Maria che ha anche lasciato un’intervista: «Non sono riuscita a scegliere». E’  questa la giustificazione della donna, mamma di due bambini che vive insieme a marito e amante. Maria lasciò suo marito Paul, dopo una lunga relazione e due ragazzi di 16 e 12 anni.
«Non immaginavo sarebbe stato tanto doloroso vivere senza di lui e mi sono presto resa conto che non potevo rinunciare a Paul», racconta al Mirror.
Il motivo della rottura si chiama Peter, un altro uomo entrato nella sua vita che però era diventato indispensabile.
Marito e amante hanno sorprendentemente stretto amicizia così è stata presa la bizzarra decisione: essere una grande famiglia allargata. La donna vive in casa con i suoi due ragazzi il marito e l’amante.
«La gente crede che siamo strani, ma noi ci amiamo», l’amate dorme sul divano e il marito in un’altra stranza «Non dormiamo mai tutti insieme in una stanza anche se poi ho rapporti sessuali con entrambi». Dopo qualche difficoltà iniziale tra i tre si è stabilito un equilibrio e paradossalmente l’unica ad essere gelosa è proprio Maria.

Speriamo che anche in Italia passi questa legge, così finalmente le donne possono essere accontentate, no?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: