Archivio

Posts Tagged ‘mamma’

VENTICINQUE VERGINI DIVENTANO MAMME

settembre 28, 2015 Lascia un commento

incinta-vergini

Venticinque vergini diventano mamma, ma ovviamente non si tratta di un miracolo, ma di una scelta, più o meno discutibile che sta spaccando in due l’opinione pubblica, e non solo, in Gran Bretagna.

Una nuova tendenza sta prendendo piede, ovvero, dimostrare come non sia necessario fare sesso per rimanere incinte. Ma anche questo già lo sapevamo… ci riferiamo infatti inseminazione artificiale. Il Mail Online riferisce che almeno 25 donne eterosessuali hanno partorito negli ultimi cinque anni senza mai aver avuto rapporti sessuali. Maha Ragunath, direttore medico presso una clinica di Nottingham, ha detto che ha contribuito a tre parti di vergini: “Quando chiedo loro il motivo di questa scelta, spesso la risposta è che sono pronte ad avere un bambino ma non vogliono aspettare il partner giusto. Una piccola parte di loro non ha mai avuto un rapporto sessuale”. Il costo dell’inseminazione artificiale? Circa 7,5mila euro. “Loro sono estremamente felici di andare avanti da sole – spiega il dott. Ragunath – e non si preoccupano per le implicazioni che potrebbero portare alla crescita del bambino”. Ma non tutti sono della stessa opinione e la critica si sta facendo sempre più imponente. “Cosa sono questi bambini, orsacchiotti delle loro mamme?”.
“La natura dice che per avere un figlio ci vogliono un uomo e una donna, mi rattrista che loro siano disposte a distorcere questa legge. Diminuire l’importanza del ruolo del padre non è un bene auspicabile per il bambino”. Vero, però di fatto la legge lo permette.

Vietato allattare al seno dopo il tatuaggio!

giugno 20, 2015 Lascia un commento

mamma-tatuata-allatta-tra-la-neve

 

Pensate cari lettori, che ad una mamma australiana è stato vietato di allattare il suo neonato di 11 mesi perché pochi mesi dopo il parto si è fatta un tatuaggio.

La sentenza della Corte di Newcastle ha motivato il divieto dicendo che l‘allattamento al seno metterebbe a rischio la salute del bambino. Come racconta il Sydney Morning Herald, la ventenne avrebbe fatto causa all’ex compagno da cui era separata da mesi e che le aveva portato via il bambino. Al giudice l’uomo avrebbe raccontato dei suoi problemi psichici e con la droga e del recente tatuaggio. La custodia del neonato è stata affidata alla madre, ma con il divieto dell’allattamento. Secondo il giudice, infatti, la ventenne potrebbe aver contratto una malattia sanguigna e potrebbe essere stata contagiata dal virus dell’Hiv o dall’epatite.
Nonostante i test abbiano escluso le malattie, la Corte non si è ancora pronunciata e sostiene che è ancora troppo presto per far risultare qualcosa dalle analisi.
La vicenda sta facendo discutere.

IL PADRE DEL MANIFESTANTE CHE VOLEVA “SPACCARE TUTTO”: “MIO FIGLIO, È SOLO UN PIR..”

mamma-baltimora-990x471

 

«Prenderlo a sberle come ha fatto la mamma di Baltimora? Devo essere onesto, quattro schiaffoni glieli avrei anche dati volentieri. Però mio figlio ha quasi 21 anni, che cosa avrei risolto così? Ci ho pensato ma mi sono trattenuto», ha detto al Corrieredellasera.it il padre, Vincenzo Sangermano, il padre di Mattia, manifestante NoExpo intervistato nella giornata degli scontri e dichiaratosi favorevole a “spaccare tutto”. 

«Siamo una famiglia normale – ha puntualizzato il padre, operaio in una ditta della zona – mio figlio non è uno sbandato. È semplicemente un pirla». Mattia studia al liceo economico-sociale Cairoli di Pavia; dopo due bocciature sta cercando di recuperare, non fa politica e non appartiene a nessun gruppo. «Si è infilato in una storia più grande di lui», ha detto il padre, con un dispiacere e una rabbia palpabili per ciò che è accaduto. È il figlio minore, che ha 2 anni meno di Mattia, a mostrare al padre l’intervista rilasciata da Mattia. «Sono rimasto senza parole. L’ho subito cercato al cellulare. Quando è tornato a casa io e mia moglie lo abbiamo affrontato. Abbiamo litigato per ore. Ma ancora adesso non sa dare un vero perchè a queste frasi assurde. Una delle cose che mi fa arrabbiare di più, poi, è che io sono totalmente favorevole ad Expo, è un’opportunità di lavoro per tanti. Davvero non capisco», ha concluso Vincenzo Sangermano.

Forse non può dare un vero perchè… dal momento che sembrava sotto altri effetti…

NOZZE ANNULLATE SE IL MARITO È “MAMMONE”.

settembre 20, 2014 Lascia un commento

mammone

Mamme, suocere, ma perchè non pensate alla vostra vita, invece di intromettervi in quella dei vostri figli, cercando di annullare il ruolo della moglie o della compagna?  Un figlio non è proprietà privata, e non è un diamante, intendo, non è per sempre per come lo intendete “vivere” voi.

Il legame troppo intenso, quasi di dipendenza del marito con la figura materna, è causa di annullamento del matrimonio celebrato in chiesa. Il rapporto ‘morboso‘ con la madre ha generato problematiche sessuali e comportamenti anaffettivi verso la moglie ignara di questa «patologia» del partner. Lo afferma la Cassazione confermando la nullità delle nozze concordatarie di una coppia di Mantova che si era trovata in questa situazione emersa non appena iniziata la convivenza da sposati. A decidere l’annullamento di questo matrimonio celebrato nel 2007, era stato – nel 2010 – il Tribunale ecclesiastico che esaminando i due sposi, con test e perizie, era arrivato alla conclusione che il marito, per via del particolare rapporto con la mamma, aveva sviluppato una «patologia produttiva dell’ incapacità ad assumere l’obbligo di quella minima integrazione psico-sessuale che il matrimonio richiede con la conseguenza di un comportamento anaffettivo e indifferente nei confronti» della moglie. Contro questa decisione si è opposta la moglie sostenendo che il marito era perfettamente al corrente delle ‘magagne‘ che lo affliggevano mentre era lei quella ad essere all’oscuro degli effetti negativi del legame dell’uomo con la mamma. Pertanto il matrimonio era perfettamente valido, con la conseguenza che la signora, con la separazione, avrebbe avuto diritto all’assegno di mantenimento o la possibilità di chiedere il risarcimento dei danni preclusale dall’annullamento. La Suprema Corte – sentenza 19691 depositata oggi – ha dato torto alla moglie ‘beffata’, sottolineando che «in un caso come quello in esame in cui l’altro coniuge ha determinato con la sua incapacità derivante da una patologia psichica, la invalidità del matrimonio concordatario si pone, sia pure ex post, una questione di effettività evalidità del consenso che prevale sulla tutela dell’affidamento riposto dal coniuge inconsapevole al momento della celebrazione del matrimonio». In conclusione, ad avviso degli ‘ermellini’, «non esistono ostacoli» al riconoscimento dell’efficacia della sentenza di nullità di queste nozze emessa dal Tribunale ecclesiastico regionale lombardo. La signora ora attende l’esito della causa civile intentata davanti al Tribunale di Mantova all’uomo ‘mammonè – che non può nemmeno essere considerato un ex marito – per avere un qualche risarcimento economico dopo il matrimoniobluff‘.

TRE FIGLI E UN CORPO SCOLPITO, LA SUPERMAMMA -VIDEO-

settembre 19, 2014 Lascia un commento

sally

Figli e impegni quotidiani non sono una buona scusa per non curare il proprio corpo e lasciarsi andare. Ne è convinta la supermamma australiana Sally Brouwer, che pubblica sui social con lo stesso entusiasmo le foto con il pancione e quelle, di poco successive, di un fisico tonico e super scolpito.

Non tutti apprezzano la sua forma fisica, che qualcuno definisce troppo mascolina, ma lei non se ne cura e anzi, assicura sia alla portata di tutti. In un’intervista al Daily Mail Australia, Sally ha infatti svelato il suo segreto: basta un’ora di fitness al giorno e non necessariamente in palestra.  La donna, che è anche una personal trainer, mette a disposizione di tutte le mamme (e le donne in generale) la sua esperienza grazie a un canale Youtube, e a chi la critica dice: “Non è un mio problema se alla gente non piace quello che vede. Io sono felice, lo è anche mio marito e il mio mondo continua a girare nonostante il giudizio degli altri”.

Bhè chi critica, è sicuramente un’infelice in sovrappeso… queste donne!

Sono la mamma, non il genitore 1

 genitore2

 

Altro che genitore 1 e 2.

La protesta di una mamma, Barbara Bianchi, che su Facebook ha postato la sua firma su un modulo con la scritta ‘mamma’ al posto del più freddo ‘genitore 1’, ha già fatto il giro del web.

“Io sono la mamma non il genitore uno. Capito sindaco #Pisapia?”, ha scritto Barbara, il cui post è stato ripreso e condiviso da decine di pagine Facebook e centinaia di utenti. “Pensavo di raccogliere solo un po’ di mi piace dei soliti amici – ha spiegato al Giornale – cosa ho provato? Un grande fastidio. Prima ho cancellato quel ‘genitore 1’, poi ho scritto mamma e scattato la foto”. Barbara, 40enne mamma di due gemelli di otto anni, non ci stava a passare sopra a quello che ha visto come uno sfregio, anche se burocratico.

E voi cari amici, cosa ne pensate?

HA FATTO SESSO CON LA MADRE DELLA SUA FIDANZATA. ORA ENTRAMBE SONO INCINTE

ottobre 14, 2013 Lascia un commento

donne incinta

Sembra una barzelletta, anche se la notizia è alquanto squallida.

Sul Sun la confessione choc di un giovane inglese di 26 anni: “Ho fatto sesso con la mamma della mia ragazza. Ora lei è incinta e anche la mia ragazza lo è”. 
Una storia che ha dell’incredibile e che ricorda vagamente la trama del famoso film ‘Il laureato’, ma è cominciata come tante altre: “Ho 26 anni e la mia ragazza 24. – racconta il ragazzo – Ci siamo incontrati otto mesi fa. L’avevo conosciuta alla festa di fidanzamento di un amico comune. C’era un’attrazione tra noi e abbiamo cominciato a frequentarci… Poi è rimasta incinta e stava così male che non riuscivamo a fare più sesso”.
Una sera il ragazzo è andato a casa della fidanzata, ma ha trovato solo la madre ed è scoppiata una passione imprevista. Il giovane ha avuto uno choc quando ha appreso che anche l’altra donna era incinta.

Più che choc diciamo che sta pagando per un gesto infamante, forse è la “punizione divina…”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: