Archive

Posts Tagged ‘Donne’

conversando coi lettori

novembre 14, 2016 Lascia un commento

a1-13528787_10208622283866779_2380549490954671033_n

il mio amico Gigi in Namibia

L’altro giorno è venuto a trovarmi il mio amico di infanzia Gigi “Corona” così da me soprannominato perchè da grande si dedica a fare fotografie in pose anche sexy a un sacco di belle signore e signorine vestite a volte in abiti succinti.Lo vedo su Fbook.

Frequenta la Costa Azzurra e campi da golf e avendo la sua signora appresso non desta sospetti in mariti e fidanzati,che fortunato!

Lui prende in giro me ed io prendo in giro lui ma in realtà è come si suol dire l’amico del cuore con cui si cresce insieme sino all’ora nella quale non ti tocca smammare da casa ed andare a lavorare.

+

gigipivc-chatillon

la mia sorellina da sin poi c’è l’editore e quindi Gigi da bambini nel rione Chatillon

Entrambi infatti abbiamo lasciato la natia Vercelli per recarci lui a Milano e poi Como ed il sottoscritto prima a Como e poi di qui e di là prima di rientrare a casa tra gli affetti familiari.

Ritrovarsi a 70 anni entrambi privi di maggiori acciacchi è sempre un bel risultato,e soprattutto è bello rivedersi e scambiarsi qualche novità.

La sua signora è anch’essa delle nostre parti e Gigino si è premurato di portarle a casa una scatola di bicciolani del Tarnuzzer tra i quali c’era una signora che era stata sua compagna di classe.

Perchè lo citi è semplice.

Anche a me piacerebbe avere una fila di modelle quali quelle del mio amico Gigi ma qui sono solo fischi e maleparole se solo ti azzardi a volere fotografare le bellezze locali che non mancano,d’altro canto viviamo in una città codina dove si deve salvare le apparenze e poi bisogna aggiungerlo che si è poco abituati a confrontarci con gli altri,con quelli che vengono da fuori.

E allora ogni tanto me ne vado a Casale Monferrato a rispolverarmi la memoria alla locale Comunità ebraica.

Non ne sono rimasti molti di ebrei ma ci sono e si vede dalle iniziative che portano innanzi per mantenersi vivi e vegeti.

In fondo la famiglia di mio padre era ebrea e ne sono fiero.

Ieri c’era una presentazione libraria dedicata alle donne “…Semplicemente ebree” di Livia Genah e David Spagnoletto e le ho fotografate.

+

casaledsc00088

da sinistra il Sindaco di Casale Monferrato la sigra Titti Palazzetti,l’autrice sigra Livia Genah,la sigra Claudia De Benedetti in piedi,David Spagnoletto e l’on.Cristina Bargero

Di foto me ne è riuscita una sola ma non possiedo ne la tecnica ne il macchinario del mio amico Gigi e poi c’era ancora la mostra dedicata al pre-giudizio ed ho scattato due foto di ricordo per non dimenticare di come anche il mio povero papà che seguendo l’educazione fascista se ne andò volontario in Africa Orientale nel 1935 si ritrovò tradito sino al midollo con le leggi razziali del ’38.

rivdsc00081

una copia della rivista La difesa della Razza del 20 febbraio XVII (dell’era fascista).

Devo supporre che sia del 1939…

2rivdsc00084

questa invece è del XVI…sarà il 1938

L’era fascista*

L’era fascista fu creata, appunto, dal fascismo, adottando come data di inizio quella del giorno successivo alla marcia su Roma, che avvenne il 28 ottobre 1922.
Il primo anno di quella che fu l’era fascista iniziava dunque il 29 ottobre 1922 e terminava il 28 ottobre 1923; il 29 ottobre 1923 iniziava il secondo anno, e così via.
L’obbligo di aggiungere, in numero romano, l’anno dell’era fascista accanto a quello dell’era cristiana entrò in vigore a partire dal 29 ottobre 1927, in seguito a una circolare del 25 dicembre 1926.
La data della sua cessazione può essere considerata il 25 luglio 1943, quando venne fatto cessare il regime fascista. Tuttavia, dal 15 settembre 1943 alla fine di aprile 1945 fu ancora in vigore nella Repubblica sociale italiana, ossia nell’Italia settentrionale governata dal fascismo.
Talvolta, i libri dell’epoca riportano solo l’anno dell’era fascista, e non la data dell’era cristiana. In questo, come in altri casi, può essere utile il modulo seguente, che permette di realizzare velocemente a quale periodo del calendario gregoriano si riferisce un determinato anno dell’era fascista.

1ebreidsc00082

Due… tre foto tanto per rispolverare di come siamo stati governati.

+

Di vercellesi è raro incontrarne ed è un peccato ma la va così.

 

—————————————————————

(Notahttp://calendario.eugeniosongia.com/fascista.htm)

70 anni di bikini

bikini

In occasione del compleanno del costume più amato dalle donne (e in un certo senso anche dagli uomini!), ecco cinque curiosità sul bikini.

1. NELL’ANTICHITÀ ERA GIÀ DIFFUSO

Anche se la sua invenzione ufficiale risale al 1946, esistono reperti archeologici con dipinti che raffigurano donne con addosso quello che sembra un bikini primordiale.

Il bikini compie 70 anni

L’indumento estivo delle donne per eccellenza, si scopre, veniva indossato anche dai greci

lunedì 16/05/16 14:34 – ultimo aggiornamento: lunedì 16/05/16 14:34

Buon compleanno bikini. Il costume a due pezzi compie 70 anni ma gli studiosi ricordano: un indumento simile veniva indossato già dalle donne nel periodo della civiltà greco-romana, come testimoniano i reperti del mosaico siciliano “Le fanciulle di piazza Armerina” del IV secolo a.C.

La ricorrenza che si festeggia oggi, però, riguarda la versione moderna del campo, che gli stilisti quest’anno vogliono sia variopinto e carioca, sportivo e tecnico, quale omaggio alle Olimpiadi in Brasile.

Due semplici “pezzi di stoffa” che, di fatto, hanno liberato il corpo delle donne al sole, cambiando di anno in anno non tanto per la forma quanto per i tessuti e i colori. Lanciato nel 1946 dal sarto francese Louis Reard, ha ricoperto i corpi di icone del cinema come Ursula Andress nei panni di Honey Ryder in Agente 007 Licenza di uccidere del 1962, regalandole per sempre il ruolo di sex symbol mondiale.

Una vera e propria … bomba  (keystone)

 

Non tutti sanno che…

Il nome bikini è ispirato all’atollo omonimo delle Isole Marshall, dove in quegli anni gli Stati Uniti conducevano una serie di test nucleari. Secondo il sarto Réard la sua invenzione avrebbe avuto effetti dirompenti sull’opinione pubblica, paragonabili a vere e proprie esplosioni.

bin

http://www.rsi.ch/news/vita-quotidiana/Il-bikini-compie-70-anni-7343249.html

70 anni di bikini

Tra storia e nuove tendenze

martedì 05/07/16 06:06

5 luglio 1946  – 70 anni fa – l’ingegnere francese Luis Réard inventa il bikini, che ha fatto la gioia di uomini e donne. Una ricorrenza che sottolineiamo oggi con la consulente d’immagine Antonella Marzo Cantarelli.

http://www.rsi.ch/rete-uno/programmi/intrattenimento/albachiara-estate/70-anni-di-bikini-7701749.html

 

Perchè le donne sono sempre in ritardo?

gennaio 12, 2016 Lascia un commento

donne-ritardo

 

Non tutte, diciamo pure, ma buona parte delle donne sono sempre in ritardo, o lo sono maggiormente rispetto agli uomini: perchè?

Si dice che il genere femminile sia noto per ridursi sempre all’ultimo momento e per far aspettare ma la motivazione è scientifica.
Una ricerca pubblicata sul Journal Of Economic Psychology ha dimostrato che il sesso femminile non si trova a proprio agio di fronte alle scadenze. Le donne messe sotto pressione, secondo la ricerca, non riuscirebbero a dare il meglio di loro stesse.
Gli uomini, invece, riuscirebbero meglio in qualcosa che gli viene imposto in temi determinati.
Tra i due sessi esiste dunque c’è una differenza abissale ma, a dispetto delle aspettative, quando le donne hanno a disposizione un tempo indeterminato, portano tutto a termine in modo decisamente superiore rispetto agli uomini. Questo, sempre secondo lo studio, sarebbe il motivo per cui le donne hanno difficoltà a ricoprire posti di rilievo nel mondo del lavoro o della politica: reggono poco la pressione.

Sarà questa la vera motivazione? Pensiamoci un po’!

 

Donne! Attenzione agli uomini con la barba: tradiscono di più!

ottobre 28, 2015 Lascia un commento

hipster

“Da domani caro, ti voglio completamente rasato!”. Ci può stare? Forse, ma vediamo perchè…

Secondo l’ennesima ricerca che cerca di spiegare l’inspiegabile, basandosi su caratteristiche fisiche che nella maggior parte dei casi non c’entrano nulla, gli uomini barbuti hanno più probabilità di tradire, rubare e fare a botte.
E’ la conclusione di un sondaggio condotto per conto di un social network video, il quale ha appurato che, senza ombra di dubbio, il 47% degli uomini con la barba era stato infedele in qualche occasione, mentre solo il 20% di quelli senza barba ha dichiarato di aver tradito la partner. Sarà che gli uomini si fanno crescere la barba come simbolo di virilità la quale viene poi dimostrata saltando di fiore in fiore? Di fatto la moda degli hipster sta prendendo molto più piede delle scarpe griffate e alcune donne tra una scarpa firmata ed un hipster…

 

Cosa succede alla “carrozzeria” delle 50enni?

ottobre 24, 2015 Lascia un commento

Monica-Bellucci

Non siamo noi a definirla “carrozzeria”, ma a questo ci arriviamo per gradi!

Le donne piacciono di più a 50 anni perchè sono più seducenti. Basta guarda le foto ricordo della mamma e della nonna, per poi capire di essere anche migliorate nello stile, ma le donne a 50 anni sono anche più intelligenti. Affermazione che arriva direttamente da due studi, tedesco e inglese, pubblicati poche settimane fa rispettivamente su PlosOne e Intelligence, che assicurano: dopo aver spento le candeline del mezzo secolo non solo non sei da rottamare ma, anzi, le tue sinapsi si muovono più agili che mai. «Forse pochi se ne accorgono, ma la vita si sta allungando a un ritmo impressionante: negli ultimi 40 anni abbiamo guadagnato 10 anni», dice il genetista Edoardo Boncinelli. «Mangiamo tutti i giorni e meglio, prendiamo antibiotici, ci laviamo le mani. Il risultato è che siamo più sani. E abbiamo sempre più voglia di fare una sorta di gara della giovinezza con gli altri».

Senza contare che alle cinquantenni di oggi, finalmente libere da impegni familiari e dotate di un portafoglio che pesa quasi il doppio di quello di una 25enne, sono rivolte gran parte delle  attenzioni dell’industria cosmetica, del turismo di lusso e del benessere.  Tra quel milione e 400.000 donne che, secondo i dati Istat, amano viaggiare da sole, molte sono in piena età dell’oro. Parlano chiaro anche gli studi di Federturismo e del Centro nazionale di studi dell’economia turistica Ca’ Foscari diretto da Mara Manente: le cinquantenni sono le più informate, le più dinamiche. Sono quelle che si muovono per vacanze sempre più lunghe e frequenti. Amano le città d’arte e gli appuntamenti culturali, le crociere e il benessere. «Il 40 per cento della nostra clientela è tra i 45 e i 55 anni. Si fermano in media una settimana e fanno incetta di trattamenti antiaging che, in tutte le nostre cinque Spa, stanno proprio per questo diventando sempre più specifici e personalizzati», dice Chiara Borile, amministratore delegato dei Gb Thermae hotels di Abano Terme.

Sarà che le donne hanno smesso anche (a 50 anni) di prendersi troppo sul serio?

 

 

‘PLAYBOY’ NON PUBBLICHERÀ PIÙ FOTO DI DONNE NUDE!

ottobre 13, 2015 Lascia un commento

marilyn-monroe-cover

Playboy non pubblicherà più foto di donne nude, e sicuramente diminuiranno anche le vendite!

Questa è davvero  una svolta storica per Playboy.
La rivista Usa, lanciata nel 1953 con una foto di Marilyn Monroe in copertina, ha annunciato di voler cessare la pubblicazione di foto con donne nude, che da sempre rappresentano l’immagine del suo marchio, continuando a pubblicare foto in pose provocanti.

Lo ha spiegato il direttore di Playboy, Scott Fiandre, al New York Times precisando che la decisione è stata presa dopo un incontro con il fondatore della rivista, Hugh Hefner. Con l’avvento delle immagini in internet, Playboy, che è arrivato a vendere 5,6 milioni di copie nel 1975, ora non vende più di 800mila copie.

Il fungo che scatena l’orgasmo nelle donne

ottobre 10, 2015 Lascia un commento

fungo

E ci mancava anche questo, o ci voleva? Il fungo che scatena l’orgasmo nelle donne… già qualche donna lo colleziona… forse! Basta annusarlo per provare piacere.

Lo sostengono John Halliday e Noah Soule tra i primi scienziati ad analizzare gli effetti di questo fungo scoperto ufficialmente nel 2001 alle Hawaii. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sull’International Journal of Medicinal Mushrooms. Questo particolare fungo, appartenente alla specie Dictyophora, cresce nelle zone delle Hawaii. Il suo odore è molto forte e fetido, ma nelle donne potrebbe provocare un orgasmo. Nessun effetto, invece, sull’uomo. I due scienziati, che hanno sperimentato le conseguenze su un gruppo di volontarie, affermano che la metà di loro ha avuto un’eccitazione e poi un orgasmo. La morfologia del fungo, inoltre, ricorda quella dell’organo maschile, ma quello che più ha sorpreso l’equipe di ricercatori è la presenza di una componente simile agli ormoni. “Questa componente – hanno dichiarato – potrebbe avere alcune somiglianze con i neurotrasmettitori umani rilasciati durante i rapporti sessuali”.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: