Archivio

Posts Tagged ‘crisi’

Ambra Angiolini e Francesco Renga si dicono addio!

novembre 7, 2015 Lascia un commento

ambra

 

Un’altra coppia scoppia! Ambra Angiolini e Francesco Renga si dicono addio! E noi che li avevamo tanto amati… Lei dice:” Io e Francesco Renga ci lasciamo per salvare il nostro amore…!”. Nuova questa?

“Vivo quello che sta succedendo come il più grande gesto d’amore che ci siamo regalati, forse il gesto più altruista che siamo stati in grado di fare dopo la nascita dei nostri figli”. Così Ambra Angiolini ha ufficializzato la fine del suo rapporto con Francesco Renga. Le voci li davano per separati già da questa estate, quando lui fu fotografato in compagnia di una bionda, ma solo ora l’attrice ha reso nota la fine del loro rapporto in un’intervista a ‘Io donna’.
Dopo 11 anni insieme e due figli, l’attrice ha spiegato “Non volevamo che tutto morisse senza che nemmeno ce ne accorgessimo”. La separazione è ufficiale, ma il legame tra Ambra e il cantante sembra tutt’altro che finito. Anzi, è lei stessa ad aprire le porte alla possibilità di un futuro insieme: “C’era una ferita sanguinante e io ho deciso di prendere la medicina per curarla. Magari – ha concluso – un distacco può rimettere a posto gli equilibri”. Il capolinea insomma sembra ancora lontano.

 

Annunci

Una notte in un locale a Porto Cervo? 16.350,00 (euro)

agosto 21, 2015 Lascia un commento

scontrino

 

L’estate di chi non conosce prezzi finisce con uno scontrino dall’importo pari a 16.350,00 (euro), altro che i caffè di Venezia…

Questa è anche l’estate degli scontrini… Una serata in compagnia in uno dei club più esclusivi di Porto Cervo passata a suon di brindisi e champagne non è un passatempo alla portata di tutti.

A testimoniarlo, uno scontrino pubblicato da L’Unione Sarda in cui l’importo finale si avvicina allo stipendio annuo di un lavoratore medio in cui la voce più a buon mercato è una bottiglia d’acqua: costa 50 euro.

Viva la crisi di chi ancora se lo può permettere… in effetti, la “crisi”, non abita mai ai pieni superiori, no?

IL FIGLIO DI D’ALESSIO: “HO FINITO I SOLDI, LI HO SPESI CON LA TATANGELO DURANTE LA NOSTRA FUGA D’AMORE”

anna-tatangelo-e-claudio-d-alessio-sara-per

 

Claudio D’Alessio risponde a Dagospia dopo la divulgazione della notizia di una sua crisi finanziaria che lo avrebbe spinto ad andare a vivere nella casa dove il padre Gigi vive con Anna Tatangelo e il piccolo Andrea. E scrive anche di una crisi di coppia, fra la Tatangelo e Gigi d’Alessio, a causa del “nuovo inquilino scomodo” (alla Tatangelo).

Claudio non ha fatto attendere la risposta e con un video pubblicoto da Social Channel ha dichiarato: «Ragazzi buonasera, stamattina ho appreso dal web un’ulteriore notizia, che ho dovuto lasciare casa per mancanza fondi. Magari la settimana prossima viene fuori che i soldi sono finiti perché li ho spesi con la Tatangelo durante la nostra fuga d’amore. Un’altra caz*ata». Poi attacca i giornalisti: «Insomma, io vorrei dire a questi signori giornalisti…giornalisti, poi. Uno che arriva a scrivere della vita privata di Claudio D’alessio per me è solo un fallito. Basta scrivere queste cose, non siete stufi di scrivere bugie sui giornali, sul web? Ma che motivo avete di fare queste cose? Questo è quanto, un bacio»

Ma allora tutti si chiedono: ” Perchè Claudio D’Alessio è tornato a vivere con il papà? Sarà mica per la Tatangelo…?”.

 

LA DIETA AI TEMPI DELLA CRISI

Cestino-della-spesa-sempre-più-vuoto

 

Le famiglie italiane “tagliano la carne”, alcune per scelta, altre per colpa della crisi.

Diventare vegetariani? Una scelta più di portafoglio per alcuni… Circa 7 famiglie su 10 hanno ridotto i consumi di proteine e la situazione italiana è fra quelle più critiche. È quanto emerge da un’indagine condotta da Swg, su un campione di 2 mila persone rappresentativo della popolazione nazionale di Italia, Germania, Francia e Regno Unito, commissionata dal Movimento Enough dell’azienda Elanco e presentata oggi a Milano. Il 50% circa degli intervistati ammette di non seguire una dieta equilibrata.
In particolare, tra gli alimenti più spesso assenti o consumati meno di una volta a settimana spiccano le carni (specie di vitello e di manzo, seguite da quella di maiale) e il pesce. «Una carenza non legata solo a scelte e preferenze individuali, ma dettata soprattutto da ragioni economiche – precisa Maurizio Pessato, presidente di Swg – Le criticità maggiori si osservano in Italia e Francia: in Italia, dove la crisi economica è stata più forte, la percezione è che si siano ridotti tutti i consumi di carne, con un picco sulle carni di vitello (l’ha tagliata il 79%, mentre in Francia il 62%) e di manzo (78% in Italia e 68% in Francia)».

LO INGAGGIANO PER IL TRASLOCO, LUI SI VENDE TUTTI I MOBILI

novembre 9, 2014 Lascia un commento

trasloco

 

Cari lettori, vogliamo condividere con voi questa notizia, perchè in tempi di crisi, bisogna fare attenzione anche a chi si ingaggia per il trasloco, le sorprese non mancano mai…

Ha commissionato il trasloco a un autotrasportatore di Susegana che invece di portare col camion i mobili a destinazione, ha tentato di venderli di nascosto. È quello che è accaduto a F.D., 65enne bellunese, domiciliata a Conegliano, che si è rivolta a P.T., 45enne di Susegana, per trasportare alcuni oggetti della casa di Belluno a Conegliano. Gli ha affidato mobili, oggetti d’antiquariato e attrezzi ginnici ai quali il 45enne non ha saputo resistere. Mobilio di qualità che gli avrebbe fruttato oltre 3mila euro.

(Fonte il Gazzettino.it)

GAETANO, IL PAPÀ CHE PASSA TUTTE LE MATTINE NEL CORTILE DI SCUOLA PER FAR COMPAGNIA ALLA FIGLIA

ottobre 3, 2014 Lascia un commento
Gaetano Digregorio (Repubblica)

Questa è una di quelle notizie che davvero commuovo e fanno capire quanto grande ed immenso è l’amore.

Fino a due anni fa Claudia era una bambina che respirava, camminava, giocava, andava a scuola. Lo fa anche oggi, ma si sposta su una sedia a rotelle e respira con una valvola tracheotomica. Il giorno degli esami di scuola media la ragazzina ha avuto una forte crisi respiratoria, per due settimane non si è risvegliata e le conseguenze sono state gravi e ancora inspiegate: «Una malattia senza nome. Non so neanche contro chi bestemmiare», ha raccontato il padre di Claudia, Gaetano Digregorio, sulle pagine di Repubblica. 

Anche la vita di Gaetano da quel giorno è cambiata: prima faceva il meccanico nella sua officina di Santeramo di Bari, ora tutti i giorni, dalle 8 alle 13.30, resta in auto nel cortile della scuola che frequenta Claudia pur di starle vicino. L’officina la tiene aperta solo nei tre mesi estivi, quando la moglie, che è un’insegnante, è in ferie. Lui, papà Gaetano, ascolta la radio, a volte chiacchiera con insegnanti e bidelli, e quando serve va da Claudia, che lo accoglie con un sorriso. «Lei è lì dentro che studia, fa quello che devono fare le ragazzine della sua età. E io l’aspetto qui fuori. Se ha bisogno di qualcosa ci sono». «Mi chiedono: come faccio? Perché lo faccio? Ci ho pensato. E ho trovato una risposta soltanto: non c’è nessun altro posto al mondo in cui dovrei stare, se non qui».

di ventotto ce n’è uno…gli USA ci congratulano e pensano agli affari loro..

Giovedì 06 marzo, 19:53

Ucraina: i Ventotto fanno muro

Uniti nel chiedere a Mosca di fare un passo indietro, altrimenti ne risentiranno le relazioni diplomatiche

Il presidente del Consiglio europeo Van Rompuy ha annunciato che i Ventotto, i cui rappresentanti si sono riuniti in seduta straordinaria giovedì a Bruxelles, applicheranno una strategia progressiva di sanzioni per costringere la Russia a contenere la sua aggressività nei confronti dell’Ucraina.

Nel caso in cui Mosca non mutasse atteggiamento, le relazioni con l’UE ne risentirebbero quindi pesantemente.

Il politico belga ha anche reso noto che l’accordo di associazione tra Kiev e l’Unione Europea sarà firmato prima delle elezioni previste il 25 maggio nell’ex repubblica sovietica.

Un’intesa è stata raggiunta pure a livello dei “4+1”, ovvero Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia (cioè i paesi europei membri del G8) e Polonia, che pretendono una marcia indietro dal Cremlino, pena, tra l’altro, la sospensione dei preparativi del vertice degli otto grandi in programma a Sochi in giugno.

Obama loda l’unità d’intenti

“Abbiamo deciso le sanzioni in stretto coordinamento con gli alleati europei; in questo momento così importante si vede la nostra unità internazionale”, ha sottolineato Barak Obama riferendosi ai provvedimenti che Bruxelles e Washington adotteranno se Mosca non allenterà la presa sull’Ucraina.

Qualsiasi discussione sul futuro di quel paese dovrà includere il Governo al potere a Kiev, ha aggiunto l’inquilino della Casa Bianca.

“E’ finita da tempo l’epoca in cui i confini potevano essere ridisegnati ignorando le autorità democraticamente elette”, ha proseguito il presidente statunitense.

AFP/ANSA/dg

77546f25-fded-41f9-8245-5404fb1f8866

Leggi anche

Kiev pronta a firmare l’intesa con l’UE
Ucraina, nuove sanzioni statunitensi
La Crimea chiede di aderire alla Russia
Crimea, l’assenza di morti è un “miracolo”

+

http://info.rsi.ch/home/channels/informazione/esteri/info_on_line/2014/03/06–Ucraina-i-Ventotto-fanno-muro-U

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: