Archive

Posts Tagged ‘casale monferrato’

visita guidata casale monferrato

gennaio 4, 2017 Lascia un commento

Dai a ogni giornata la possibilità di essere la più bella della tua vita. (Mark Twain)

+

1dsc00188

Cortile del castello Paleologo

+

turning-out_1

bando di concorso…comunicato da: comune di casale monferrato

gennaio 14, 2016 Lascia un commento

eternit-1416477709683

Il Comune di Casale Monferrato pubblica un nuovo bando d’arte pubblica per riscattare l’immagine della città.

+

Casale Monferrato, la città che per molti è indissolubilmente legata alla vicenda Eternit si posiziona ancora una volta come città del riscatto dall’Amianto e lo fa attraverso un bando per artisti che mette al centro la relazione fra persone e la ricerca di valori forti da trasmettere alle generazioni future.

Non poteva essere altrimenti poiché la vicenda Eternit è così gravosa da meritare grande attenzione, studio, comprensione profonda, e i cittadini di Casale Monferrato combattono con impegno quotidiano affinché il mondo intero affronti pubblicamente il tema amianto: dalla produzione nel mondo di manufatti di amianto alla giustizia, dalla bonifica alla ricerca, verso una legge europea.
Ma combattono anche per riscattare l’immagine della propria città.
La città della lotta all’amianto, come è stata più volte definita dalla stampa e come viene definita dai casalesi stessi, ora vuole intervenire direttamente sulla percezione della città dall’esterno.

Lo fa aprendo un bando in cui invita artisti visivi a vivere e conoscere la realtà di Casale Monferrato con lo scopo di progettare un’opera di arte pubblica destinata al Parco Eternot, ex-area della Fabbrica Eternit, sito attualmente in fase di bonifica e riqualificazione che verrà riaperto alla città come parco. Parco che rappresenta, per i cittadini, un luogo di memoria ma anche di affermazione di valori collettivi e di costruzione del futuro.

Cinque saranno i progetti presentati alla città e uno verrà realizzato e allestito nel Parco in concomitanza con la sua inaugurazione.

“Un’opera a carattere monumentale – spiega l’Assessore all’Ambiente Cristina Fava – in quanto dedicata a valori di una grande comunità che ha vissuto un’esperienza comune molto forte, che ha toccato ognuno nel personale trasformandoci per sempre. Ma quali sono questi valori che ci tengono insieme? Attorno a quale monumento possiamo, nella contemporaneità, riconoscerci?

Abbiamo aperto un bando che è una chiamata aperta a tutti gli artisti interessati a scoprirlo con noi e ad aiutarci a esprimerlo attraverso la forma e l’emozione”.“L’intero progetto mette al centro la “qualità” delle relazioni, della vita, come delle opere, sia come obiettivo che come metodo.” Dichiara l’Assessore alla Cultura Daria Carmi “Abbiamo composto un progetto altamente sostenibile, innovativo soprattutto nella concezione del ruolo dell’artista che ne emerge. Personalmente spero che il sistema dell’arte possa cogliere questi aspetti significanti e gli artisti apprezzarli: è un “piccolo-grande” progetto. “Piccolo” perchè le risorse economiche sono “minime”, ma “grande” perchè con questo minimo fa il massimo che può e segna una nuova modalità, anche per le amministrazioni pubbliche, di produzione contemporanea”.

La conferenza stampa, aperta a tutti, sarà martedì 19 Gennaio alle ore 11.00 presso la Sala Consigliare del Comune di Casale Monferrato, Via Mameli 10.

L’associazione AFeVA sarà presente alla Conferenza Stampa, sostiene l’iniziativa proposta dal Comune e si è resa disponibile per incontrare gli artisti.

(La ns redazione suggerisce di leggere il bando per non perdere informazioni utili che non ci è stato possibile stampare.)

Per informazioni sul progetto:

Valentina Paolemilio, Settore cultura del Comune di Casale Monferrato

0142 444 223

vpaolemilio@comune.casale-monferrato.al.it

dal lun al giov: dalle 10.00 alle 12.30

ven: dalle 14.30 alle 16.00

 

+

 

 

riceviamo e volentieri diffondiamo…

luglio 13, 2015 Lascia un commento

Copyright © 2015 Comunità Ebraica Casale Monferrato, All rights reserved.
Riceve questa e-mail perché ha dato il suo consenso al trattamento dei dati personali e a ricevere comunicazioni sulle iniziative collegate alla Comunità Ebraica di Casale Monferrato La Comunità Ebraica di Casale Monferrato garantisce la massima riservatezza sui dati personali nel rispetto del Dlgs 196/03 e si impegna a provvedere alla loro cancellazione o modifica qualora l’interessato ne faccia richiesta ai sensi dell’art. 7 del succitato decreto. Per richiedere la cancellazione dalla mailing list clicchi sul link sottostante (Disiscrivi)il nostro indirizzo è:

Comunità Ebraica Casale Monferrato

Vicolo Salomone Olper, 44

Casale Monferrato,AL15033

Italy

Add us to your address book

disiscrivi

vercelli-casale in un week end…terza tappa.

maggio 14, 2015 Lascia un commento

DSC06044lumi

Per gli impegni di rappresentanza ognuno si sceglie la compagnia che gli pare,c’è chi va sulla escort affittata a ore e chi sul Pier Giuseppe che è un mio amico e viene gratis…e dopo un sabato faticoso ecco che mi metto al volante la domenica ed andiamo a Casale Monferrato al castello per l’inaugurazione di una mostra cui siamo stati invitati.

DSC06013pgiuseppe

Pier Giuseppe l’accompagnatore

+

630x472xcasale-monferrato.jpg.pagespeed.ic.fXe2poNr-F

il Castello di Casale

Siamo già fortunati che all’articolo ci abbia pensato il signor Alberto Angelino che è una persona gentile e  noi mettiamo solo le fotografie dedicate alle persone che vengono citate nel suo scritto.

Andando in ordine,ladies first…prima le signore:

DSC06022de benedetti

La signora Claudia De Benedetti

DSC06020daria

La signora Daria Carmi

DSC06017ottolenghi

Il dottor Giorgio Ottolenghi anzianità fa grado…

P1100611modif

La signora Palazzetti sindaco di Casale Monferrato

DSC06024lerner

toh…chi è apparso… ma è Gad Lerner!

DSC06014carmi

Elio Carmi scherza col Pier Giuseppe

DSC06015m

metto un pò di pubblico

DSC06025niko

un qualche amico e conoscenze varie

DSC06034daniela

poi un pò di lumi

0013_Topor-e1431434954348

quest’opera è di Ronald Topor

DSC06037mod

quest’altra invece di Arnaldo Pomodoro per stare con gli artisti maggiormente conosciuti

DSC06027

l’interno delle sale

Arman, Topor, Recalcati, Pomodoro, Mondino, Palladino, Del Pezzo, Luzzati, Colombotto Rosso, Nespolo sono solo alcuni degli artisti che hanno reso la collezione casalese tra le più importanti a livello internazionale e che da domenica 10 maggio (fino al 1° novembre) sarà esposta nelle sale del secondo piano del Castello del Monferrato (sale Chagall) e visitabile dal venerdì alla domenica (dalle ore 10 alle ore 19 ) con ingresso gratuito.

+

Casale – La luce di Chanukkà per l’Expo

“Il miracolo di un miracolo di un miracolo”. Tra i tanti discorsi ufficiali con cui si è inaugurata la mostra “I lumi di Chanukkah” al Castello di Casale Monferrato forse queste parole di Claudia de Benedetti, consigliere UCEI, rendono al meglio l’idea della storia che ha portato qui la più grande collezione di chanokkiot esistente al mondo.

Il primo miracolo è ovviamente l’origine della festa, quello che l’assessore alla cultura Daria Carmi ha definito “un momento di grande felicità perché la luce è il senso che allontana dalle tenebre e dal male”.

La città di Casale ha imparato a fare di questa festa la sua festa, grazie al lavoro della Comunità ebraica e qui il secondo miracolo perché, oltre ad invitare tutta la popolazione e gli amici di altre religioni ad accendere insieme le luci, si sono inventati l’idea di una collezione delle lampade che ne sono il simbolo. Il presidente della Comunità Giorgio Ottolenghi e il vice Elio Carmi hanno ricordato Antonio Recalcati da cui è nata l’idea e poi i tanti, tantissimi artisti che si sono aggiunti, fino a che la collezione è diventata un museo e poi neanche il museo è bastato e i “lumi” hanno cominciato a dover essere esposti “a rotazione” e ad essere richiesti dalle più importanti istituzioni ebraiche di tutto il mondo.

E così ecco il terzo miracolo: l’idea che questa collezione potesse diventare il pezzo forte dell’offerta di Casale Monferrato in occasione di EXPO 2015, un progetto fortemente voluto dall’amministrazione come ha ricordato il sindaco di Casale, Titti Palazzetti, che ha firmato la convenzione che ha permesso di ospitare le lampade al castello.
Discorsi tenuti davanti ad una folla che occupava l’intero cortile d’onore, composta da una buona rappresentanza dei cittadini di Casale, orgogliosi di questa ormai “loro” collezione, ma anche dei tanti artisti che hanno contribuito ad ampliarla in questi anni e degli amici delle diverse comunità ebraiche italiane. Poi, dopo il taglio del nastro, eccole per la prima volta tutte insieme.
Il colpo d’occhio è notevole, anche le lampade che sono normalmente esposte nel museo di vicolo Salomone Olper acquistano un altro valore in uno spazio più grande, come le “mani” di Topor che chiudono la sala grande e poi prende finalmente luce il grande vetro di Vigliaturo, risplende il neon di Lodola, ed ecco le opere inconfondibili di Pomodoro, Nespolo, Luzzati, Paladino, Mondino, Arman.

Autori noti e meno noti, ma il bello è questo ognuno trova la sua lampada e la sua luce in questo straordinario colpo d’occhio.
E poi, proprio prima della mostra le lampade sono diventate 173 con una semplicissima foto di nove bambini con una candela in mano. Immagine che rende bene il messaggio di speranza legato al simbolo di questa festa.

Alberto Angelino *

DSC06049colomba

+

*Orario di apertura della mostra: 
ven-sab – dom dalle ore 10.00 alle 19.00.

Per informazioni:
e-mail: manifestazioni@comune.casale-monferrato.al.it

– See more at: http://moked.it/blog/2015/05/12/casale-la-luce-di-chanukka-per-lexpo/#sthash.2hwvvlPt.dpuf

Qui Casale – Nuove chanukkiot al Museo.

dicembre 2, 2013 Lascia un commento

casale-chn-300x200

Per molti cittadini cattolici di Casale ormai Natale non viene se prima non ci si trova per Chanukkah. È vero che dagli anni ’80 l’abitudine di accendere insieme le lampade di questa festa ebraica si è diffuso nel mondo, ma mai come quest’anno la piccola comunità monferrina ha ospitato tanti amici.

La giornata è diventata un’imprescindibile occasione per ritrovarsi e farsi gli auguri, qualsiasi sia la propria formazione religiosa, che unisce le tante persone chiamate nel corso dell’anno a tenere accesa la fiamma della cultura ebraica in questo luogo così caratteristico.

E siccome gli eventi culturali della comunità casalese sono veramente tanti ecco che il 1 dicembre erano almeno trecento gli ospiti attorno a vicolo Salomone Olper. Poi c’è naturalmente l’aspetto peculiare della Chanukkah locale. Quello artistico, grazie al Museo dei Lumi: la straordinaria raccolta, collocata nei locali sotto la sinagoga che comprende ormai oltre 156 Chanukkioth, le lampade a 8 braccia la cui accensione scandisce i giorni della festa. Ogni anno questa giornata è l’occasione per accogliere le nuove acquisizioni e presentare i loro autori.

La foto di gruppo del 2013 comprende Riccardo Levi, Tony Tedesco, Anna Santinello, Massimo Salvadori, Armanda Verdirame, Carlo Cattaneo, Valerio Saracco, Giovanni Saldì. Assenti giustificati Arnaldo Pomodoro e Giuseppe Maraniello che hanno presentato la propria Chanukkiah del 2013 in anteprima nei mesi scorsi.

Elio Carmi,vicepresidente della comunità casalese durante un estratto della presentazione

Per motivi personali manca anche Antonio Recalcati, fondatore di questo museo, come ha ricordato Elio Carmi, vicepresidente della Comunità e maestro di cerimonie della giornata, insieme a Claudia De Benedetti in rappresentanza dell’UCEI.

E poi naturalmente c’è l’artista ospite, una personalità che oltre a donare la propria lampada accetta di realizzare una mostra nelle sale a fianco della sinagoga. L’incarico quest’anno è toccato a Roger Selden, uno dei maestri dell’arte contemporanea tra Italia e USA.

Selden è molto ben conosciuto nel mondo ebraico, visto che ha firmato le 23 vetrate per la Sinagoga “Hechal David U-Mordechai” di Milano realizzate dai maestri di Murano.

A Casale la sua coloratissima Chanukkiah è stata circondata dalle sue opere: pannelli dalle allegre geometrie altrettanto vivaci che non si fatica affatto a vedere realizzate in materiali più diafani e trasparenti.

Alle 17 nel Cortile delle Api, la festa vera e propria, con l’accensione del lume in una cerimonia condotta da Vittorio Bendaud, che ha avuto il compito di intonare le preghiere di fronte alla lampada della Comunità e ricordare il significato della festa e la forte simbologia della luce presente in tutte le religioni.

L’aspetto più toccante della Chanukkah casalese infatti è la presenza delle autorità cittadine e dei rappresentanti delle varie religioni monoteiste del territorio. Quest’anno erano una decina di confessioni e così oltre al sindaco di Casale Monferrato Giorgio Demezzi e al commissario di PS Athos Vecchi, hanno preso in mano lo shamash (il lume che serve ad accedere tutti gli altri) don Paolo Cassano per la diocesi di Casale, Abd Allatif Cocilovo per il Coreis di Milano, Stefania Dolce per la Chiesa Avventista, Paolo Livrè della Chiesa Metodista di Bassignana, Arnaldo Pisano della Comunità Ecumenica, Marco Cavallero della Comunità Cristiana Evangelica.

Tutto questo reso ancora più toccante dai canti tradizionali dei ragazzi del Coro Ghescer – Opera dei Ragazzi diretti da Erika Patrucco. Poi tutti ad accendere le lampade sparse in ogni angolino del Cortile delle Api, sotto un melograno carico di frutti.

Senza dimenticare l’altro aspetto che richiama tanti amici per questa cerimonia: lo strepitoso castagnaccio della signora Adriana Ottolenghi. Senza quello a Casale non è Channukkah.

Alberto Angelino (2 dicembre 2013)

– See more at: http://moked.it/blog/2013/12/02/qui-casale-nuove-chanukkiot-al-museo/#sthash.3R5m0VQm.dpuf

+++

DSC02487

Roger Selden è di New York ma parla un ottimo italiano..

ecco alcune delle sue opere esposte..

DSC02479x

DSC02480x

DSC02493x

DSC02492x

DSC02481x

DSC02493x

DSC02474x

+++

il suo lume..

DSC02477x+++

ed una piccola carrellata su quelli di altri artisti..

DSC02482x+

DSC02504luci

il cortile detto delle Api a fine serata…

+++

DSC02506

e la pianta di melograno in due versioni..in alto opaca..ed in basso..lucida.

DSC02506melograno

Fine.

domenica 1 dicembre…

novembre 26, 2013 Lascia un commento

chanukka

dal 1 settembre..

agosto 17, 2013 Lascia un commento

Senza nome1sett

+

Senza nome sett

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: