Archivio

Posts Tagged ‘anni’

“FRA 50 ANNI FAREMO SESSO CON I ROBOT”

robot_sex

 

Chi vivrà vedrà… 50 anni ancora da vivere prima di fare sesso con un robot? Forse “hanno ancora da nascere…”.

“Il sesso con i robot nel 2070 diventerà realtà”. La dichiarazione choc è di Helen Driscoll, psicologa della sessualità e delle relazioni all’università di Sunderland nel Regno Unito, secondo cui entro 50 anni gli androidi non solo ci aiuteranno sul lavoro, ma finiranno anche tra le lenzuola. “Tendiamo a considerare la realtà virtuale e il sesso robotico nel contesto attuale – sostiene l’esperta in un’intervista al Mirror – ma se ripensiamo alle norme sociali sul sesso che esistevano solo 100 anni fa, è evidente che sono cambiate rapidamente e radicalmente”. Insomma per la psicologa a breve i rapporti umani lasceranno il passo a quelli digitali. Anche per quanto riguarda il sesso. “Quando la realtà virtuale diventerà più realistica e coinvolgente e sarà in grado di imitare e anche migliorare l’esperienza del sesso con un partner umano, è possibile che alcuni la preferiranno rispetto al sesso con un essere umano meno che perfetto”. E anche nei casi di amore tra essere umano e robot, secondo Helen Driscoll, potrà nascere la gelosia. “Le persone – conclude – potrebbero anche cominciare a innamorarsi dei loro partner virtuali”.

L’idea è molto lusinghiera, pensate: un robot uomo o donna che ci ama incondizionatamente, fedele, sempre disposto ad ascoltarci ed assecondarci. Non ci sarebbero più litigi, solo pace e amore!

 

Gli italiani vogliono vivere fino a 100 anni, ma in salute e non da soli

dicembre 6, 2014 Lascia un commento

100 anni

Gli italiani vogliono vivere fino a 100 anni, ma senza sacrifici nello stile di vita e soprattutto non in solitudine.

La povertà e anche le malattie sembrano fare meno paura del restare soli e il desiderio di vivere di più è legato soprattutto al bisogno di pensare di avere davanti ancora più anni con i propri cari. Sono i dati presentati a Bologna durante il congresso nazionale della Società italiana di gerontologia e geriatria (Sigg).

I medici hanno indagato per la prima volta nel nostro Paese quali sono i desideri, le opinioni e le paure degli italiani sulla possibilità di raggiungere l’obiettivo dei cento anni di età. Solo il 10% degli italiani ritiene adeguata una durata di vita fra gli 85 e gli 89 anni, il 75% crede che l’arco dell’esistenza debba durare fra i 90 e i 104 anni, e c’è un 13% secondo cui la morte non dovrebbe arrivare prima dei 110 anni.

I dati mostrano anche che l’86% degli over 70 e l’80% dei più giovani prenderebbe subito un farmaco per diventare centenari: in sostanza l’obiettivo dovrebbe essere raggiunto senza sforzi. Ma appena uno su dieci sarebbe d’accordo a digiunare tre volte a settimana per vivere più a lungo. «Numerose ricerche indicano che una dieta a ridotto contenuto calorico potrebbe contribuire ad aumentare la sopravvivenza, ma la via breve e facile di un farmaco è preferita dalla maggioranza», osserva il presidente dei geriatri Giuseppe Paolisso, rettore della Seconda Università degli Studi di Napoli. Eppure è con la prevenzione, ricorda il medico, che si può davvero arrivare a 100 anni attraverso uno stile di vita sano. L’indagine, infine, sottolinea che l’Italia non è un paese in grado di sopperire al meglio ai bisogni degli anziani ma nonostante questo l’86% non sarebbe disposto a cambiare residenza pur di arrivare a 100 anni.

«Secondo il 63% degli over 70 e il 55% dei più giovani una società di centenari sarebbe un nuovo paradiso, anche in Italia – dice Paolisso – certamente però c’è bisogno di uno sforzo maggiore per creare una società che sia solidale con gli anziani e ne soddisfi le necessità senza essere penalizzante per i giovani». Il grande invecchiamento della popolazione italiana che è in testa nella classifica dei paesi occidentali per longevità e seconda nel mondo solo dopo il Giappone, rischia infatti di far scoppiare uno scontro generazionale.

Un attrito presente anche ora dimostrato dal fatto che il 46% dei 45-55/enni pensa che troppi anziani tolgano risorse ai giovani, mentre appena il 20% degli over 70 ritiene che l’invecchiamento della popolazione possa ostacolare le nuove generazioni. «Gli anziani non vogliono essere un peso per i giovani ma i giovani temono che questo possa accadere – conclude Paolisso – sta alle istituzioni e alle loro scelte far si che non vi siano disuguaglianze sociali e che si possa invecchiare certi di non essere presenze ingombranti per figli e nipoti».

Indovina quanti anni ha! -Video-

settembre 13, 2013 Lascia un commento

annette

 

Provate ad indovinare quanti anni ha la splendida signora nell’immagine… Lo avete scoperto?

È nata nel 1942 e ha conti fatti ha 71 anni, ma Annette Larkins, una vera celebrità negli Stati Uniti, ne dimostra al massimo 40. La donna, che ha fatto della sua splendida forma un vero e proprio business, sembra aver scoperto l’elisir dell’eterna giovinezza e condividerlo col prossimo è diventato il suo mestiere.

In diversi libri ha spiegato il suo segreto: una dieta vegana e crudista prevalentemente a base di soia, noci e verdure che coltiva personalmente nell’orto di casa.
Annette si è sposata giovanissima con Amos, di nove anni più grande, e a 19 anni aveva già due figli. Mentre lei non sembra molto cambiata negli ultimi 50 anni, il marito, che fa il macellaio, soffre di tutti i disturbi propri della sua età e anche l’aspetto ne risente: in molti lo scambiano per il padre della bella Annette.

Ma se l’elisir dell’eterne giovinezza funziona, perchè il marito rifiuta la dieta? Troppo “sacrificante” ?

ECCO IL VIDEO ( Fonte Leggo.it)

Si puo’ vivere senza fare sesso?

aprile 14, 2013 Lascia un commento

cicciolina

 

Non è Lusignolo a rispondere a questa domanda, anche perchè Lusignolo pratica l’amore platonico che non reca danni ma solo benefici all’animo ed allo spirito…

Ma a parlarne è una persona che conosce bene,anzi, più che bene l’argomento…

Cicciolina due anni senza fare sesso. Forse nessuno ci avrebbe scommesso, ma è la stessa Ilona Staller a rivelare questo particolare al programma radiofonico ‘La Zanzara’: «Non so nemmeno con quanti uomini sono stata. Non li ho mai contati, credo saranno oltre duemila. Ma potrebbero essere molti di più. Per me era un lavoro. Ma non faccio sesso da due anni, pratico solo la masturbazione». «L’autoerotismo ha il suo fascino  – continua l’ex pornostar – e poi da quando sono single ho fatto voto di castità».

ECCO IL VIDEO DEL GRANDE RITORNO DI CICCIOLINA

L’UOMO LUPO: VIVE IN UN BRANCO DA 40 ANNI -VIDEO

gennaio 29, 2013 Lascia un commento

 

uomo-lupo

Sembra impossibile per “noi uomini tecnologici” pensare che possa esistere un uomo che vive in una realtà completamente diversa dalla nostra eppure succede davvero.

Come mostra questo videoWerner Freund è noto a tutti come “l’uomo lupo“ poiché da 40 anni vive come questi animali. Ha dedicato la sua vita ai lupi e ne ha cresciuti 70 come fossero suoi figli.  Freund, 79 anni, è un ex paracadutista dell’esercito tedesco e ricercatore. Nel 1972 ha deciso di trasferirsi a vivere insieme ai lupi artici. Adesso sono rimasti in 29 a vivere con lui. Insieme a lui cacciano, mangiano, ululano e dormono all’aperto. Tutti si riferiscono a Freund come se fosse il capobranco. Grazie a lui è nato a Merzig, in Germania, il Wolfsparl Werner Freund, una riserva per i lupi.

DA UOMO A DONNA IN MENO DI DUE MINUTI- VIDEO-

gennaio 10, 2013 Lascia un commento

iiGenthii, prima e dopo

 

Fa sicuramente riflettere questo video. La sensazione è sicuramente molto forte.

Da uomo a donna, in tre anni. È la trasformazione di iiGenthii, un transgender che ha testimoniato il suo cambiamento scattandosi una fotografia ogni giorno, da quando aveva 20 anni. Poi ha raccolto tutti gli scatti e ha creato il timelapse, che mostra a pieno la sua trasformazione, dove dopo un minuto e quaranta secondi, diventa una splendida ragazza.

Nessun pregiudizio, solo tanto rispetto e consapevolezza dell’essere.

 

MORTA A 103 ANNI RITA LEVI MONTALCINI

dicembre 30, 2012 Lascia un commento

Rita Levi Montalcini, morta a 103 anni (Lapresse)

È morta la senatrice a vita Rita Levi Montalcini. Il premio Nobel per la medicina, morta nella sua abitazione a Roma, aveva 103 anni. La notizia del decesso è stata verificata anche dalla Questura di Roma. La senatrice a vita è morta intorno alle 14 nella sua casa in via di Villa Massimo, in una zona residenziale di Roma a due passi da Villa Torlonia.
La scienziata era con alcune persone care che, accortesi del peggioramento delle sue condizioni di salute, in un primo momento – come è stato riferito da loro stessi – hanno chiamato un’ambulanza per portarla alla vicina clinica Villa Margherita. Ma il quadro clinico è andato rapidamente peggiorando e il premio Nobel si è spenta nella sua abitazione.

UNA VITA PER LA RICERCA. Rita Levi Montalcini era nata a Torino il 22 aprile 1909. Dopo aver studiato medicina all’universita’ di Torino, all’eta’ di 20 anni entra nella scuola medica dell’istologo Giuseppe Levi e inizia gli studi sul sistema nervoso che prosegue per tutta la sua vita, salvo alcune brevi interruzioni nel periodo della Seconda guerra mondiale.
Si laurea nel 1936. Nel 1938, in quanto ebrea sefardita, fu costretta dalle leggi razziali del regime fascista a emigrare in Belgio con Levi, dove continua le sue ricerche in un laboratorio casalingo. I suoi primi studi (degli anni 1938-1944) furono dedicati ai meccanismi di formazione del sistema nervoso dei vertebrati. Nel 1947 accetta l’invito a proseguire le sue ricerche al dipartimento di Zoologia della Washington University (nello stato Usa del Missouri), dove rimane fino al 1977.
Nel 1951-1952 scopre il fattore di crescita nervoso noto come Ngf (Nerve Growth Factor), che gioca un ruolo essenziale nella crescita e differenziazione delle cellule nervose sensoriali e simpatiche. Per circa 30 anni prosegue le ricerche su questa molecola proteica e sul suo meccanismo d’azione, per le quali nel 1986 viene insignita del Premio Nobel per la medicina insieme allo statunitense Stanley Cohen.

I nostri cuori sono segnati dal ricordo di una donna forte, colta, coraggiosa.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: