Archivio

Archive for the ‘Uncategorized’ Category

è sufficiente essere patrimonio dell’unesco per restare in piedi?

novembre 24, 2017 Lascia un commento

Il Monastero di Santa Caterina nel Sinai

+

Ecco la relazione che Von Hagen dà di questo evento del suo viaggio….*

Oltre al portone d’ingresso che si apre solo per l’arcivescovo,i monaci dispongono di un’altra apertura in una delle pareti del monastero,dalla quale fanno salire o scendere,per mezzo di una corda,le provviste e le persone che vogliono entrare o uscire.

Non vi è altra via d’accesso quando il portone è chiuso.

Entrando oggi vi troveremmo un’inestimabile raccolta di oggetti preziosi:icone,calici russi,candelabri d’argento,tovaglie d’altare ricamate d’oro,piviali,croci tempestate di diamanti e pastorali: l’insieme dei doni offerti durante il Medioevo da re,patriarchi e comunità religiose.

Ma il vero tesoro si trova al piano superiore,nella biblioteca del monastero che è ancor oggi considerata la più importante del mondo dopo quella del Vaticano.

Von Hagen non potè entrare perchè non gli fu permesso,eravamo nel 1762 o ’63 e non aveva le credenziali giuste per accedervi,in fondo ai monaci che gliene fregava di quanto tempo avesse impiegato questo danese ad arrivar da loro e quanto ne avrebbero mai ricavato?

Gli toccò piuttosto anche cedergli dei viveri,un pò di fichi e dell’uva del loro orto,ma lo fecero facendogli pesare che anche loro vivevano nel deserto e che loro stessi non avevano un bel niente.

Quanto sopravviverà il monastero di Santa Caterina dopo i disastri avvenuti già in Siria e località limitrofe?

Dipende dagli uomini di buona volontà ma se prosegue a questo modo,temo poco.

+

*Arabia Felix è un libro scritto da Thorkild Hansen che ricostruendo il viaggio arabo voluto da Federico V di Danimarca nel 1761 e successivi segue gli esploratori attraverso Costantinopoli,Alessandria,Il Cairo,il Sinai,il Mar Rosso fino allo Yemen e la lunga odissea del rientro in patria.

Faccio anch’io la mia presentazione libraria dedicata a un testo che mi è piaciuto.

Altre referenze su:

https://it.wikipedia.org/wiki/Arabia_Felix

https://it.wikipedia.org/wiki/Monastero_di_Santa_Caterina_(Egitto) e altri.

+

 

Annunci

diploma d’onore per massimo paracchini

novembre 23, 2017 Lascia un commento

Una simile bellezza non poteva non far breccia negli occhi dei giurati

e il nostro illustre pittore concittadino (qui in mezzo nella foto) si è portato a casa un diploma d’onore anche se quel mezzo sorriso marca più a lutto che non a felicità…

….che l’abbia abbandonato subito dopo la consegna del diploma?

+

MASSIMO PARACCHINI RICEVE IL III° TROFEO DELLA COSTA AZZURRA 2017 – MONDIALEXPO’

Massimo Paracchini riceve per il merito artistico il “ III° Trophée Cote d’Azur 2017-Mondialexpò”. Il Premio gli è stato assegnato dal Critico ed Editore Francesco Chetta e dal Critico Internazionale Jean Charles Spinà per l’incontestabile talento artistico dimostrato attraverso le sue opere e per la ricerca costante condotta con grande passione nel corso degli anni.

balliano espone a novara

novembre 22, 2017 Lascia un commento

Il pittore Balliano con la Presidente Sigra Lombardi

+

COMUNICATO STAMPA

Inaugurata a Novara, presso il Centro Culturale d’Arte “la Canonica” la mostra “La poesia della luce” del pittore vercellese Ezio BALLIANO. L’Artista presenta opere di impronta futurista, immerse in una foschia irreale; un universo pittorico fatto di esattezza stilistica e di illusione, di razionalità e di intuizione, di sogno e realtà. Inaugurata presso il Centro Culturale d’Arte “La Canonica” di Novara la mostra “La poesia della luce” del pittore vercellese Ezio Balliano, un titolo emblematico per sintetizzare un universo pittorico teso alla ricerca continua degli imprevedibili risultati a cui può condurre l’introspezione e l’esplorazione dell’anima attraverso il pennello.

Situato nel cuore della Novara storica, il Centro Culturale d’Arte “La Canonica” ha raccolto l’eredità dell’ Ordine delle Belle Arti fondato nel 1939 dallo scultore Tandardini. Negli anni “La Canonica” ha ampliato i propri orizzonti con manifestazioni ed eventi di grande prestigio e valore culturale arricchendosi di sempre più numerosi contatti esterni, coinvolgendo giovani, scuole, insegnanti e noti artisti aprendosi a nuove forme espressive quali fotografia, graphic design, incisioni, musica, poesia e videoarte che contribuiscono ad affermare il peso artistico e culturale della “Canonica” nel territorio.

A presentare la mostra al numeroso e qualificato pubblico di appassionati ed estimatori la Presidente del Centro Culturale Rossella Lombardi che, ribadendo l’impegno della “Canonica” a continuare con entusiasmo e passione l’opera di diffusione dell’arte, ha espresso l’apprezzamento per la qualità e l’originalità delle opere esposte sottolineando la capacità di Balliano di dominare il colore, creando composizioni irreali, spirali riflessive, spazi e volumi investiti da fasci di luce che moltiplicano le prospettive e dilatano all’infinito la dimensione del silenzio e del misticismo.

Nel prendere a sua volta la parola il pittore Ezio Balliano, ringraziando per il prestigioso invito ad esporre, ha ricordato il legame forte e la gratitudine verso la città di Novara, che lo vide esporre nella storica galleria “Il Bugigattolo” agli sordi della sua carriera nei primi anni ottanta, nella sua prima importante personale che rappresentò un ideale trampolino di lancio per una storia artistica lunga quasi mezzo secolo densa di soddisfazioni e successi e che continua. L’artista vercellese si presenta con trentacinque opere che percorrono un itinerario ideale della sua più recente produzione.

Sulle tematiche oramai classiche del paesaggio della sua terra, Balliano innesta una visione personalissima della realtà dettata dal bisogno di una sempre maggiore libertà espressiva dedicando grande attenzione agli aspetti più fuggevoli della realtà, determinati dal mutare della luce, sempre attento a cogliere le sfumature più suggestive in una continua reinvenzione del soggetto: elemento decisivo dell’arte. Tutto appare silenzioso e addolcito, immerso in una foschia irreale, quasi di sogno: Balliano, dando libero sfogo alla sua sensibilità d’artista, sembra plasmare la materia, la frammenta e la ricompone con arditi giochi prospettici, la sviscera analizzandola a fondo fino a presentarla nuda nella sua essenzialità, in un’esplosione di lampi di luce: è pura energia creativa, è poesia.

La mostra di pittura “La poesia della luce” di Ezio Balliano continua fino al 3 dicembre prossimo presso il Centro Culturale Canonica in Vicolo Canonica, 3/B a Novara con orario: martedì 16-18,30 / da giovedì a domenica 16-19,30

Info : e-mail ezio.balliano@gmail.com – info@canonicaarte.org – tel. 349.2199321

 

Michele Catalano.

vercelli… comune… eventi…

novembre 22, 2017 Lascia un commento

Vercelli il Duomo foto di Massimo Tagliaferro

22 Novembre 2017

Giochi… d’autunno: profumi e colori al Museo Borgogna

Tornano in Museo i “Giochi… d’Arte” con un appuntamento speciale dedicato ai più piccoli (4-7 anni) e ai loro accompagnatori.

23 Novembre 2017

Giornata Internazionale dei Diritti dei Bambini

L’Associazione Korczak e le scuole vercellesi celebrano, la “Giornata internazionale dei diritti dei bambini “ con una cerimonia all’insegna dell’allegria e della spontaneità.

24 Novembre 2017

Evento per la Giornata mondiale contro la violenza sulle Donne

In occasione della giornata mondiale contro la violenza nei confronti delle donne del 25 novembre, il Comune organizza una manifestazione in Piazza Cavour venerdì 24 novembre con ritrovo in

25 Novembre 2017

Quanto manca a Natale?! Museo del Tesoro del Duomo

Attività con laboratorio al Museo per bambini e famiglie

https://www.comune.vercelli.it/eventi

casalebraica domenica 26 novembre

novembre 22, 2017 Lascia un commento

il multiblog dell’università del piemonte orientale

novembre 21, 2017 Lascia un commento

scherma,trofeo lui&lei vercelli

novembre 20, 2017 Lascia un commento

Da capire mi sembra ci sia il fatto che le ragazze la facciano da padrone nella scherma vercellese mentre ai ragazzi è riservato il calcio,e con questa osservazione dedicata ai genitori che danno ai figli un indirizzo piuttosto che non un altro temo si guardi verso lo sport non come attività sana cui dedicare il tempo libero ma come fonte di un possibile arricchimento in moneta sonante se uno ce la fa a sfondare.Ma dato che sono pochi coloro che ce la fanno si crea un sacco di frustrati che avrebbero potuto e non ce l’hanno invece fatta.

E torniamo alle solite.Cioè mettere i quattrini come carota dinanzi al naso dei giovani in un’età nella quale i soldi dovrebbero essere l’ultimo loro pensiero.E non lo è invece per l’avidità di successo che i genitori a volte scaricano sui figli per non averlo avuto loro stessi.

Di scherma ne so meno che di calcio e questo è già un pessimo inizio per un reporter dilettante,e quindi non so farvi un commento sportivo all’evento LUI&Lei organizzato dalla Associazione Scherma della Pro Vercelli.

Gli addetti,maestri e maestre erano tutti impegnati ed i ragazzi e le ragazze che vi partecipavano dimostravano un grande entusiasmo e quell’agonismo che è all’origine dell’oltre un secolo di vittorie che pare essere il risultato della nostra società sportiva.

Il pubblico ha risposto in maniera positiva e si è goduto un buon pomeriggio in un bell’ambiente,o forse così è piaciuto a me e tale l’ho visto.

+

 

Le foto non parlano da sole ma qualcosa dicono sulla sportività e la grinta espressa dai partecipanti

la maestra Elisa Uga a sinistra in basso

In basso il Maestro di sala Massimo Zenga Germano

e l’ingegnere…ahi diavolo non me ne ricordo il nome…

e infine il maestro Zenga con la maestra Lucrezia Elvo di spalle

+

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: