Archive

Archive for the ‘musica’ Category

giuseppe garavana in progression live,domenica 19 teatro angelini crescentino

Giuseppe Garavana,foto di archivio.

Progression Live

· Organizzato da Giuseppe Garavana

Uno spettacolo basato su un coinvolgente viaggio musicale : dal beat/pop al rock nostrano e d’importazione passando per una via progressive
Ingresso a offerta libera
Il ricavato verrà dato in beneficenza
All’associazione “Artisti”

La band:
Luca Fiorentino – chitarre
Letizia Gatti – violino e voce
Francesco Parolo – tastiere
Manuel Boschetti – basso
Alessandro Ugliotti – batteria
Giuseppe Garavana – chitarra e voce
+

invito in musica per san valentino,14 febbraio

febbraio 13, 2017 Lascia un commento
L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso
ti ha invitato

 

Dettagli

Cena romantica a lume di candela e la mia musica per creare un’atmosfera da favola.

da fernando : tre caffè a Porto ed il fiume Douro col suo vino

febbraio 11, 2017 Lascia un commento

+

Fernando è un gran bravo signore di Oporto che a casa loro,in Portogallo diventa semplicemente Porto ed è una splendida città alla foce del fiume Douro.Date un’occhiata al video che mi ha inviato,se non mi credete.

Quando era ragazzo abbiamo viaggiato e lavorato insieme per alcuni anni,lui è rappresentante tessile di ditte italiane ed un grande esperto di pallone.

Io lo molestavo dicendogli “Fernando…tre caffè” e lui non capiva.

Adesso torno a spiegarglielo…

 

+++

La valle del Douro e il vino di Porto

Pubblicato il 14 Gennaio 2013

di Massimiliano Montes 7 commenti

Una delle regioni vinicole paesaggisticamente più affascinanti è la valle del fiume Douro in Portogallo, famosa per la produzione del vino Porto.

Il fiume Douro (o Duero in Spagnolo) nasce dai monti Picos de Urbión nella Spagna settentrionale, e scorre verso il Portogallo sfociando nell’Atlantico nei pressi della città di Porto. Attraversa da est a ovest le regioni a nord del Portogallo, insinuandosi tra terreni granitici che gradatamente si trasformano in alluvionali prima di immettersi nell’oceano. Meta privilegiata del turismo sia nazionale che internazionale, le anse del fiume nascondono paesaggi incantevoli, tra macchia mediterranea e vigneti scoscesi.

com’è la musica greca?

febbraio 9, 2017 Lascia un commento

aplaka-dininathe

L’ambiente serale estivo a Plaka,Atene.

+

Credo fosse nel dicembre del 1974 quando rientravo via Atene da un viaggio di lavoro in Israele.Il mio agente greco mi disse di andare a Plaka il quartiere dei bar e ristoranti che quella sera cantava Giorgio Dalaras,in una classica taverna greca.E di non perdermelo perchè era cultura.

Non si trattava quindi di un teatro e l’ingresso era informale così come l’ambiente.L’artista è divenuto poi negli anni il numero uno della tradizione musicale greca a livello internazionale,o almeno lo è secondo il mio parere.

Il pubblico era tranquillamente seduto ai tavolini all’interno del locale.

Trovai subito compagnia e mi invitarono a sedere tra di loro perchè secondo il duce,italiani e greci sono “una razza una faccia” che è un detto che i giovani greci di oggi non conoscono più e per fortuna,in quanto l’amico duce gli piantò una coltellata alla schiena facendoci fare la figura che è scritta nei libri di storia.

Dopo averli aggrediti dovemmo chiamare i tedeschi in nostro aiuto e questi mandarono truppe che già erano in Bulgaria destinate ad invadere la Russia e che attaccarono i poveri greci alle spalle.

Persero dei mesi per darci man forte… col risultato che poi  quando arrivò l’inverno si trovarono indietro nella loro tabella di marcia in Russia…e successe quello che doveva succedere….

Eleni Tsaligopoulou l’avevo vista solo su YouTube in un mitico concerto di Dalaras tenutosi a Caesarea in Israele,nel 1991,nell’anfiteatro romano.(Una qualche bibita agli spettatori devo averla servita anch’io al bar dell’anfiteatro…ma fu in altri tempi.Precedenti).

E’ macedone di Naoussa,una città al nord della Grecia, e proprio nella sua città con Dalaras ha tenuto un gran concerto parte del quale è quello che vi sottopongo.

Man mano gli artisti si riscaldano migliora l’atmosfera.

+

 

evento musicale venerdi sera invito

febbraio 9, 2017 Lascia un commento

635511730148562790

Joe Raggi al centro della foto

Roulette Cinese live at BSA Beer Club

 

vercelli eventi

gennaio 11, 2017 Lascia un commento

14 gennaio – Concerto Massimo Mercelli e Ramin Bahrami al Teatro Civico

CONCERTO MASSIMO MERCELLI – RAMIN BAHRAMI

Massimo Mercelli flauto
Ramin Bahrami pianoforte

Sabato 14 gennaio 2017
Teatro Civico, Vercelli, ore 21.00
Concerto in abbonamento

Programma

Johann Sebastian Bach – Fuga canonica in Epidiapente (dall’Offerta Musicale BWV 1079)

Carl Philipp Emanuel Bach – Sonata in re minore

Johann Sebastian Bach – Sonata in sol maggiore (da BWV 1022)

Carl Philipp Emanuel Bach – Sonata in do maggiore Wq 149

Michael Nyman – Taking it as read (2016) Dedicato a Massimo Mercelli e Ramin Bahrami

Johann Sebastian Bach – Ricercare a tre (dall’Offerta Musicale BWV 1079)

C. P. E. Bach/J. S. Bach – Sonata in do minore (riel. dall’Offerta Musicale BWV 1079)

segue clikkando in basso….

Titolo Visite
14 gennaio – Concerto Massimo Mercelli e Ramin Bahrami al Teatro Civico 25
13 gennaio – presentazione del Volume II Crocifisso ottoniano di Vercelli. 69
13 gennaio – Stagione Teatrale Anacoleti “Penelope” 60
Fino al 29 gennaio 2017 – Pattinaggio su ghiaccio 633
Fino al 25 marzo 2017 – Passeggiando tra Sacro e Profano. 743
Fino al 5 febbraio – Mostra “Il Sapere Portatile. Farmacie da viaggio e testi medici “ 860

http://www.comune.vercelli.it/cms/it/eventi-e-spettacoli/index.php?Itemid=2

evento musicale ed altri,vercelli

dicembre 13, 2016 Lascia un commento

Dai a ogni giornata la possibilità di essere la più bella della tua vita.

(Mark Twain)

DSC06161teatro civico

Il nostro Teatro Civico in foto di archivio

17 dicembre – Viotti Festival “Concerto di Filippo Gamba”

Sabato 17 dicembre 2016
Teatro Civico, Vercelli, ore 21.00

Concerto in abbonamento

L’integrale delle Sonate per pianoforte di Beethoven – parte II

Filippo Gamba pianoforte

Programma

Ludwig van Beethoven
Sonata in la maggiore op.2 n.2
Sonata in mi maggiore op.14 n.1
Sonata in re maggiore op.10 n.3
Sonata in do minore op.13 ‘Patetica’

Dopo il debutto ufficiale di novembre, sabato 17 dicembre (ore 21, concerto in abbonamento) al Teatro Civico sarà tempo di un’altra grande prima per questo XIX Viotti Festival: l’onore di inaugurare la prestigiosa Sezione cameristica del cartellone 2016-2017 va infatti a un pianista raffinato e dalla spiccata personalità come Filippo Gamba, il quale prosegue l’esplorazione delle 32 Sonate pianistiche beethoveniane avviata lo scorso anno dalla Camerata Ducale. Un progetto ambizioso, dai contenuti artistici di altissimo livello, ma anche un vero “must musicale” che proietta il dinamico Viotti Festival nel ristretto Olimpo delle rassegne concertistiche europee all’avanguardia per impegno, contenuti e serietà. Serata di grandi contenuti, dunque, quella del Civico, ma anche di grande significato.

E il programma sarà all’altezza delle attese, prevedendo opere in grado come poche altre di emozionare e affascinare sia lo spettatore occasionale, sia il più agguerrito dei melomani. Tutto concentrato su Beethoven, naturalmente, con l’apertura riservata alla seconda Sonata tratta dalla giovanile (1796) raccolta dell’op.2: pubblicata a Vienna e dedicata al nume tutelare Haydn, si sviluppa in una limpida tonalità di la maggiore, il cui carattere estroverso si ricollega all’insigne dedicatario.
Ecco poi la prima delle due Sonate op.14 (1798), che si apre con un amabile Allegro di genuina freschezza melodica e sorgiva spontaneità, cui fa seguito un carezzevole Allegretto imbevuto di charme già quasi schubertiano, e infine l’agile scioltezza di un garbato Rondò.
Importante momento di svolta nell’evoluzione beethoveniana è rappresentato dalle tre Sonate op. 10. Filippo Gamba proporrà la terza, composta da quattro movimenti di inusitata bellezza e vastità. Centro espressivo, il Largo dall’eccezionale afflato, nella fosca tonalità di re minore: uno dei più intensi movimenti lenti della prima stagione beethoveniana.
Infine – ma che finale… – la celeberrima op.13 detta Patetica, dedicata a Carl von Lichnowsky, scritta in un do minore fatalistico e molto Sturm und Drang. Un’opera che rappresenta un vero e proprio punto di non ritorno: pagina di enorme rilevanza storica sotto il profilo linguistico, formale e stilistico, ormai profeticamente proiettata verso l’imminente Romanticismo.

Nel 2000 Filippo Gamba viene premiato da Vladimir Ashkenazy in una luminosa vittoria al Concours Géza Anda di Zurigo, dopo aver ottenuto negli anni precedenti prestigiosi riconoscimenti in concorsi quali Van Cliburn, Rubinstein, Leeds, Bachauer, Beethoven, Bremen e Pozzoli.
Viene quindi invitato dai più importanti festival, dal Ruhr Piano Festival al Next Generation di Dortmund, dalle Settimane Musicali di Stresa ai festival di Lucerna, Oxford, Lockenhaus e Varsavia. Si esibisce a Berlino, Vienna, Parigi, Lione, Amsterdam, Monaco, Atene. Prestigiose sono state, negli anni, le sue apparizioni come solista con orchestre quali i Berliner Sinfoniker, la Wiener Kammerorchester, la Staatskappelle di Weimar, la Camerata Academica Salzburg, l’Orchestra della Tonhalle di Zurigo e della City of Birmingham, sotto la bacchetta, tra gli altri, di Simon Rattle, James Conlon, Armin Jordan e Vladimir Ashkenazy.
Nato a Verona e diplomato al Conservatorio della sua città nella classe di Renzo Bonizzato, oggi Filippo Gamba è professore alla Musik-Akademie di Basilea e tiene seminari d’interpretazione pianistica per il Festival Musicale di Portogruaro, le Settimane di Blonay, Asolo Musica, Music of Southern Nevada.
Fedele a un’idea intima e cordiale del fare musica, coltiva una speciale predilezione per il repertorio cameristico, collaborando con il violoncellista Enrico Bronzi, la violinista Alexandra Conunova e con gruppi di fama internazionale come il Quartetto Michelangelo, il Quartetto Hugo Wolf, il Quartetto Gringolts e il Quartetto Vanbrugh.
La sua attività discografica è cominciata con l’incisione di due Concerti mozartiani per l’etichetta Labour of Love. Per la stessa casa ha poi inciso tre cd solistici dedicati a Beethoven, Brahms e Mendelssohn. Ha inciso due cd per la Sony, in duo con il violinista giapponese Egijin Niimura, e due cd per Decca con Humoreske&Davidsbuendlertaenze di Schumann e l’integrale delle Bagatelle di Beethoven. Di quest’ultimo, beninteso, Filippo Gamba frequenta da sempre anche il grande repertorio, tanto che dal 2015 è impegnato nell’esecuzione integrale delle 32 Sonate al Teatro Comunale di Vicenza oltre che, naturalmente, a Vercelli per il Viotti Festival.

Il prossimo appuntamento con il Viotti Festival è fissato per sabato 31 dicembre al Teatro Civico (ore 19,30) con il tradizionale e attesissimo Concerto di Capodanno.

Ingresso unico a 10 €

Ritiro biglietti:

Box office Teatro Civico (via Monte di Pietà 15, Vercelli)

Sabato 17 dicembre 2016 dalle ore 17,00 alle ore 19,00, dalle ore 20.00 alle ore 21.00

INFO: biglietteria@viottifestival.itwww.viottifestival.it

tel. 011 75.57.91 dal lunedì al venerdì ore 9.00 | 16.00

+

18 dicembre – NataLeone 2016 – Natale al Museo Leone 20
15 dicembre – Incontri del giovedì – Università della Terza Età 14
Fino al 7 gennaio – Natale in trasferta: laboratori per bambini all’ex 18 41
17 dicembre – Viotti Festival “Concerto di Filippo Gamba” 44
Fino al 8 gennaio – Mostra “Renzo Roncarolo 1916-2016” 135
Fino al 8 gennaio – Concorso “Presepi nel Mondo” 117
Fino al 8 gennaio 2017 – NataLeone 2016 130
Fino al 29 gennaio 2017 – Pattinaggio su ghiaccio 293
Fino al 13 dicembre – Gruppi di Parola 359
Fino al 25 marzo 2017 – Passeggiando tra Sacro e Profano. 496
Fino al 15 gennaio – Mostra “Il Sapere Portatile. Farmacie da viaggio e testi medici “ 611
17 dicembre – Mercatino “Gusto, sapori e arte” 426

dal sito:http://www.comune.vercelli.it/cms/it/eventi-e-spettacoli/index.php?Itemid=2

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: