Archive

Archive for the ‘informazione’ Category

casalebraica evento

aprile 26, 2017 Lascia un commento

single,se in paradiso o in purgatorio non si sa

aprile 25, 2017 Lascia un commento

+

I Single nel mondo

Sapere in quali aree del mondo sono presenti più single, o al contrario più gente sposata, è un fattore di interesse per molti. Forse anche per te.

Forse anche tu sai che oggi nei paesi del nord Europa si rimane single sempre più a lungo, si arriva al matrimonio sempre più tardi, o non ci si arriva affatto, e si fanno sempre meno figli. Ciò sta portando ad un invecchiamento costante della popolazione. Generalmente vengono additate come cause principali la mancanza di denaro, la crisi economica, l’aumento dei prezzi, la disoccupazione. Rivolgendo lo sguardo alla situazione mondiale si nota però che è soprattutto nelle nazioni più progredite, quelle nelle quali i diritti di tutti sono tutelati e non si hanno limitatezze finanziarie, che le percentuali di single sono molto alte in ogni fascia d’età. Quindi, anche se non si può dire che l’insicurezza economica o la miseria rappresentino un incentivo ad impegnarsi nella costruzione di una nucleo familiare, è altrettanto vero che, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, il benessere e la prosperità di per sé non rappresentano uno stimolo nella direzione della creazione di rapporti stabili e strutturati come quelli di un nucleo familiare.

In pressoché tutte le culture la pratica del matrimonio é caratterizzata dalla subordinazione della moglie al marito, spesso dovuta alla dipendenza economica della donna nei confronti dell’uomo. Per converso, oggi un numero sempre crescente di donne sta acquisendo l’indipendenza economica, così come esiste un numero sempre crescente di donne che si rifiuta di dipendere da un marito ed in molti casi preferisce vivere un rapporto libero da vincoli coniugali, come simbolo del conseguito affrancamento. Un caso tipico è quello nipponico. In Giappone è avvenuto un fenomeno epocale di trasformazione del modo di pensare e di comportarsi della donna. Giovani ragazze giapponesi dichiarano che, per essere felici, un marito non solo non serve più, ma è anzi spesso un ostacolo. Meglio libere che maritate è dunque il loro assunto. Libere di lavorare, guadagnare, spendere e di uscire con le amiche, anziché restare a casa con il marito e la suocera. Libere di mangiare al ristorante anziché cucinare, di fare carriera piuttosto che stare a casa ad allevare figli limitandosi al lavoro di casalinga.
Il matrimonio è sempre stata la tappa finale della vita di una donna, ma chi ha studiato e viaggiato, in molti casi non lo desidera più.

Quali sono i paesi con più single? Sono la Giamaica, Dominica e Grenada ad avere le percentuali più alte di celibi e nubili tra i propri cittadini. Nella fascia d’età compresa tra 25 e 29 anni quasi il 90% dei maschi e circa l’80% delle femmine sono single. Con tassi molto alti anche Barbados, Svezia, Irlanda e Slovenia.

In generale comunque è nei grossi centri urbani, specialmente quelli appartenenti a nazioni industrializzate, che si rimane single più a lungo e questo fa presagire che in futuro sarà proprio nelle metropoli che la percentuale degli scapoli e delle nubili crescerà maggiormente, portando cambiamenti anche a livello economico. È già possibile scorgere i primi segnali di questa evoluzione epocale, come la comparsa nei supermercati dei cibi monodose, o la presenza nella piazza immobiliare di costruzioni monofamiliari (i cosiddetti monolocali e loft), sempre più richiesti e quindi sempre più costosi. Un esempio lampante relativo al mercato sviluppatosi specificamente per i single è quello di Alexandria, area metropolitana della città di Washington (USA), dove ben il 47 per cento della popolazione è composta da scapoli e nubili. Nonostante l’esistenza di grossi centri urbani ad alta concentrazione di single come quella di Washington o di New York, gli Stati Uniti d’America non sono una nazione nella quale si rimane da soli per parecchio tempo. Infatti, anche in virtù della tradizione protestante cui gli Stati Uniti si ispirano e mantengono fedeli, l’istituzione matrimoniale è ancora molto sentita e la conseguenza di ciò è che ci si sposa anche molto giovani.

Le nazioni dove la percentuali di single è più bassa sono quelle africane come Malawi, Mozambico, Ciad e Mali. Ma anche Nepal, India e Bangladesh sono povere di single. Sono tutti Stati in cui il matrimonio è visto come una tradizione necessaria e dove esso viene celebrato in giovane età. In questo tipo di paesi, per trovare persone single, bisogna guardare a fasce d’età più giovani rispetto a quelle a cui si è abituati in Italia.

Questo argomento viene trattato approfonditamente nel libro “Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre” (collegamento a sezione ebook) che per accontentare sia i lettori che le lettrici, contiene due mappe: la mappa mondiale degli uomini single e la mappa mondiale delle donne single. Sono stati presi in considerazione esclusivamente i dati relativi a uomini e donne non sposati e che non lo sono mai stati prima. Sono state quindi escluse le persone divorziate e quelle vedove. Dalle due mappe è possibile capire in quali paesi è presente la concentrazione maggiore di single, uomini e donne.

http://www.ilmioeden.it/i-single-nel-mondo/

+

comunicato

aprile 24, 2017 Lascia un commento

 

una gradita manifestazione

aprile 23, 2017 Lascia un commento

Piacevole e gradita al pubblico nella cornice di una bella giornata di sole e di un bel viale,e di parecchi espositori che senza possedere pezzi da novanta hanno comunque dato lustro a questo 1° Memorial Gian Paolo Roncarolo tenutosi in viale Garibaldi a Vercelli con pranzo a Caresanablot da Ciccio.

Via con alcune foto ed alla prossima!

Noi abbiamo tifato per Valerio Buonadonna e la sua Taunus 12 M del 1962

ma come vedete non c’era solo lui…

+

(dal nostro inviato dei bei tempi…in blazer scuro anni ’70 a Monza

quando le auto vintage non erano ancora considerate”storiche”.)

Per ogni cosa c’è il suo momento

aprile 22, 2017 Lascia un commento

La Volkswagen-Porsche 914 sta vivendo una seconda giovinezza come oldtimer (Porsche)

La rivincita delle “sottovalutate”

Elaborata una classifica delle vetture poco apprezzate ai loro tempi che stanno recuperando valore e consensi

domenica 02/04/17 16:05 – ultimo aggiornamento: lunedì 03/04/17 11:20

In Italia Autoscout24 ha stilato nei giorni scorsi una classifica delle auto del passato recente più sottovalutate nonostante avessero qualità (trascurate). La prima posizione è della Ferrari Mondial 8 (1980), che non convinse per vari motivi. Con il suo prezzo medio (in Italia) di circa 42’800 franchi è ricercata da chi si vuole avvicinare al mondo Ferrari. E’ seguita dalla Maserati Biturbo, ora un cult dopo anni di critiche, e da un’altra (quasi) Ferrari, la Dino GT4. Lanciata nel 1974, nella vicina Penisola ha oggi un prezzo medio di circa 47’000 franchi.

http://www.rsi.ch/news/vita-quotidiana/motori/La-rivincita-delle-sottovalutate-8932852.html

spettacolo teatrale a casalebraica

aprile 21, 2017 Lascia un commento

http://www.casalebraica.info/

libri a milano

aprile 20, 2017 Lascia un commento

Aperta la fiera “Tempo di libri”: con Fleur Jaeggy il primo appuntamento targato RSI – di Claudio Moschin

È tempo di libri a Milano

Il nuovo appuntamento dell’editoria italiana, inaugurato mercoledì sera, non si rivolge solo ai lettori accaniti

giovedì 20/04/17 10:19 – ultimo aggiornamento: giovedì 20/04/17 10:19

C’era una volta il Salone del libro di Torino. Adesso c’è anche “Tempo di libri” prima edizione della nuova Fiera dell’editoria italiana che, fino al domenica 23 aprile, è in corso nei padiglioni di Fiera Milano Rho. Una grande festa, il cui carattere innovativo parte dal rapporto tra editori, autori e lettori.

L’elenco degli eventi – in fiera e fuori – è lunghissimo. Tra gli appuntamenti “fuori Fiera” quelli in programma al Centro svizzero di Milano in collaborazione con la RSI. Il programma, in dettaglio: Tre appuntamenti targati RSI .

Sostanzioso – in fiera e fuori – anche l’elenco degli ospiti: da Simonetta Agnello Hornby a David Almond, da  Gianrico Carofiglio a Sveva Casati Modignani, passando per Ildefonso Falcones, Marcello Fois, David Grossman, Mohsin Hamid, Sophie Kinsella, M.G. Leonard, Carlo Lucarelli, Marco Malvaldi, Valerio Massimo Manfredi, Melania Mazzucco, Michela Murgia, Edoardo Nesi, Edna O’Brien, Francesco Piccolo, Roberto Piumini, Massimo Recalcati, Clara Sánchez, Roberto Saviano, Luis Sepúlveda, Walter Siti, Licia Troisi, Andrea Vitali, Irvine Welsh, Abraham Yehoshua. Ci sono personaggi provenienti dal mondo dello spettacolo, della cultura, del giornalismo, della politica, dello sport, della ricerca scientifica e dell’innovazione tecnologica.

Apertura e inclusività sono le parole chiave che regolano ogni aspetto di questa Fiera milanese. Tempo di Libri si rivolge davvero a tutti: dall’appassionato che acquista decine di libri all’anno al lettore occasionale, da chi è rimasto fedele alla carta a chi si è innamorato degli ebook, in un programma che dà spazio a letture al buio e ad alta voce, audiolibri e fumetti, commistioni con il cinema e con la musica, con il web e con i videogiochi.

Claudio Moschin

http://www.rsi.ch/news/vita-quotidiana/cultura-e-spettacoli/%C3%88-tempo-di-libri-a-Milano-9010480.html

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: