Archive

Archive for the ‘Arte-estro-genio-sport’ Category

casalebraica evento

aprile 26, 2017 Lascia un commento

con dedica

aprile 24, 2017 Lascia un commento

Natura morta di Jean Modeste a base di bottiglie,frutta,arredi di artigianato povero e una cornice appesa che usa come riempitivo.

Per le bottiglie che vedete,quando piene, mi rivolgo a L’uva in bottiglia di Davide Mabellini in pza Massimo d’Azeglio a Vercelli.

+

Ringraziamo il pluripremiato prof.Massimo Paracchini per questa colomba che risale dopo avere consegnato una rosa

alla signora sul balcone

del solito Modeste.

Anche Keith Richards degli Stones usa il poncho…

I love a man in poncho…specially Keith Richards (Sheryl Crow)

grazie…ed io non vado bene?

+

concerto in piazza a casale

aprile 24, 2017 Lascia un commento

Giovedì 27 aprile Ermal Meta canterà a Casale per le vittime dell’amianto

Casale Monferrato | 19/04/2017 — Dopo il concerto di Roberto Vecchioni per l’inaugurazione del Parco Eternot, a Casale – in occasione della Giornata Mondiale delle Vittime dell’Amianto – arriva un altro grande artista.
Giovedì 27 aprile Ermal Meta si esibirà in città per omaggiare le vittime dell’amianto.

L’artista, sul podio dell’ultimo Festival di Sanremo dove si è aggiudicato anche il premio per la Miglior Cover e il premio della Critica “Mia Martini” grazie al brano Vietato Morire – anche Singolo di Platino – è arrivato primo nella classifica di vendite con l’omonimo album, a sua volta Disco d’Oro. Dal 21 aprile partirà con un lungo tour già costellato di sold-out.

Il cantautore ha deciso di dedicare a Casale Monferrato un concerto gratuito che avrà luogo a partire dalle ore 21 in piazza Castello dal titolo: “Ermal Meta per Casale – La Città capace di rinascere”.

Spiega il sindaco Titti Palazzetti: «Il concerto di Ermal Meta è una partecipazione generosa al dolore della nostra città ma soprattutto alla nostra volontà di essere capaci di guardare al futuro. Un futuro sereno, frutto della cooperazione di tutti i cittadini di buona volontà. Grazie Ermal Meta!».

«L’arte e gli artisti sono un vettore eccezionale per temi importanti e difficili come questo ma anche per trasmettere la dimensione globale di vicende in cui rischiamo di sentirci soli, isolati. La musica in particolare ha la capacità di trasmettere emozioni in maniera immediata, di comunicare empatia – sottolinea l’assessore a Cultura e Turismo Daria Carmi – e siamo veramente felici che Ermal Meta abbia dimostrato interesse per la nostra storia e deciso di contribuire nel processo di trasformazione della memoria in costruzione di valori positivi quali la voglia di vivere, il rispetto per le persone e per l’ambiente, il diritto alla salute. Soprattutto perché ancora una volta l’attenzione va data ai più giovani, alle nuove generazioni e questo concerto, siamo certi, saprà coinvolgere i giovani cittadini di Casale e del Monferrato».

http://www.ilmonferrato.it/articolo.php?ARTUUID=6F797DF4-642A-4590-B177-94AE3C3FB71E&MUUID=E464B83A-ABFE-4432-AE12-5D245988055A

spettacolo teatrale a casalebraica

aprile 21, 2017 Lascia un commento

http://www.casalebraica.info/

cin cin…

aprile 20, 2017 Lascia un commento

Gigi e signora sono:

Da Isidoro

+

E’ schietto il vino,sano il buon ristoro

del rado bosco,ch’ombra fresco e lieve

l’adusta fronte e il vetro di chi beve

sotto la gaia insegna d’Isidoro.

Il grasso morbido salame adoro,

in bocca sapida leccornia breve,

pare allo stomaco grato e non greve,

l’insacca l’abile nostro Isidoro.

Rimembrati dell’oste che non mente,

che tutto appronta semplice e cordiale.

Quando fra i platani,pel vial ridente

in denso cumulo t’incombe il male,

cerca salumi e vino ognor fidente,

avrai salute,il resto a nulla vale.

(Mario Torres)

casalebraica: conferenza con degustazione al termine

aprile 20, 2017 Lascia un commento

+

amici dei musei notizie

aprile 19, 2017 Lascia un commento

Associazione Amici dei Musei di Vercelli

---
Grazie al dott. Flavio Quaranta per la conferenza "Francesco Borromini: genio inquieto del barocco"

Venerdi 7 aprile 2017, per conto dell’Associazione Amici dei Musei di Vercelli,  il dott. Flavio Quaranta, in occasione del 350° anniversario della morte di Francesco Borromini, ha intrattenuto il numeroso e attento pubblico con una conferenza sull’arte di questo famoso e importante architetto, forse meno evidenziato rispetto ad altri della sua epoca.

Tramite il supporto di immagini, il dotto. Flavio Quaranta ha illustrato l’opera del Borromini parlando sempre “a braccio”, con continui riferimenti a località, personaggi e vicende storiche coeve dimostrando sia competenza sia passione sull’argomento, riuscendo fin dalle prima battute a catalizzare l’attenzione dei presenti.

Il lavoro del Borromini ha segnato tutta un’epoca, un periodo storico/artistico chiamato Barocco e che insieme al Rinascimento probabilmente ha raggiunto le vette più alte delle arti di tutti i tempi, oltre che a lasciare un patrimonio immenso in Italia.

Con il susseguirsi delle parole del dott. Flavio Quaranta, abbiamo appreso che l’architetto barocco in generale, poichè aveva concettualmente separato la struttura dalla decorazione, finì per modificare l’aspetto delle città, la struttura, molto di più di quanto avessero fatto gli architetti precedenti. Infatti in questo periodo si provvide a un sostanziale “rinnovo urbano”, che interessò facciate di palazzi o interni di chiese, che assunsero un aspetto decisamente barocco.

La nuova architettura instaurava un rapporto nuovo tra edifici e spazi urbani, e gli ambiti cittadini erano considerati alla stregua di spazi teatrali e i prospetti degli edifici fungevano da quinte scenografiche, spazi urbani che non si compongono solo di edifici ma anche di fontane, scalinate, monumenti e altro: un arredamento urbano creato da artisti e architetti/ingegneri di grande inventiva e capacità.

Gli applausi al termine della serata non si sono risparmiati, ripetendo il successo della conferenza del dott. Flavio Quaranta dedicata a Domenico Ghirlandaio tenuta l’anno scorso sempre a cura dell’Associazione Amici dei Musei di Vercelli.

Un ennesimo e ben meritato “grazie, a presto” al dott. Flavio Quaranta da tutta l’Associazione Amici dei Musei di Vercelli.

Leggi tutto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: