idea?

Non si butta nulla anche i manifesti della passata edizione (RSI)

Il valore di un rifiuto

La seconda, insospettabile vita degli oggetti da buttare protagonista di Ti-riciclo a Lugano

sabato 13/05/17 16:11 – ultimo aggiornamento: sabato 13/05/17 20:30

Bossoli di cartucce diventati gioielli inneggianti alla pace, bottiglie e pellicole usate trasformate in borse, vecchi snowboard miniaturizzati in skateboard, scarti di tessuto riportati alla moda, scarti di legno fatti mobili. A Lugano, per il terzo anno consecutivo, c’è un luogo in cui per tre giorni il riutilizzo diventa arte, a tratti per necessità, a tratti per ingegno.

Gioielli dai bossoli di cartucce (RSI)

Alla fiera Ti-riciclo in corso da ieri, venerdì, a domani, domenica, al centro esposizioni non si butta niente. Ma proprio niente. A cominciare dai manifesti della scorsa edizione trasformati dall’artista Luigi Boccadamo nel ritratto di Albert Einstein che accoglie i visitatori.

Tutto può avere un altro futuro  (RSI)

I quaranta espositori affrontano a 360 gradi il tema del riciclo: da esperti del settore a creativi che recuperando ciò che altri buttano fanno qualcosa di nuovo, compresa energia sostenibile, come si scopre grazie alla novità di quest’anno: lo spazio dedicato alle rinnovabili.

Diem

Dal Quotidiano:

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: