elogio della vita rustica

Da Van Gogh coi due contadini nel frutteto ed il bimbetto/a… che fa i primi passi…

ecco che spunta la versione del nostro Jean Modeste.

+

ed alleghiamo la poesia di papà dal titolo:

Elogio della vita rustica

+

O benedetta quella gente sana

in mezzo ai campi fra fervore d’opra,

che si sazia di poco e sta lontana

da sciocche brame e il sol riluce sopra.

+

O maledetta quella gente insana,

che si pasce di ghiande e di lerciume,

cui l’alma naviga nell’ozio e vana

nel gorgo annega fra fetenti spume.

+

O santa,o cara quella mano pura,

che fra le messi sino a tarda sera

ruota la falce intrepida,sicura

e vigor nuovo dalla notte spera.

+

O sozza,viscida,lasciva mano,

che insazia afferra seni di baccanti,

gode e delira nel piacer insano

tra molli piume e l’ora sfugge avanti.

+++

(Mario Torres)

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: