Home > Economia, News e notizie dal mondo, Panem et circenses, Uncategorized, viaggi > i sudisti ok…ma i nordisti sono meglio?

i sudisti ok…ma i nordisti sono meglio?

L’editore in posa per la macchina fotografica con in testa un cappello in stile… Panama.

+

 

I ricchi dinanzi a banche e fisco

Tornassimo a comperare solo italiano non so quanti cittadini sarebbero contenti di veder salire i prezzi già che tanto ci sarebbe meno concorrenza di quella che non c’è.

L’inflazione andrebbe su,i tassi di interesse pure se la Banca Europea fosse d’accordo,le borse andrebbero giù e gli operai se le fabbriche guadagnano di più anch’essi e giustamente vorrebbero la loro parte.

I proprietari di casa pure vorrebbero affitti più corposi,e perchè no anche l’erario… potrebbe volere dire anche lui la sua.

+

I ricchi contribuiscono al bene del paese se e quando sono onesti e pagano le tasse,ovvero se hanno fatto i soldi con l’intelligenza e con l’operosità e non con la mano lesta.Ma giudicare se le leggi sono giuste o non lo sono a chi spetta di deciderlo?

Bel rebus… niente da dire.

Una volta girava la storiella che erano i sudisti quelli che sapevano trovare l’inghippo,italiani,greci,spagnoli e francesi,poi ci si sono messi i tedeschi e adesso pure gli olandesi a dimostrazione che in campo fiscale c’è ancora molto da fare e che almeno in Europa dovremmo arrivare ad avere una legislazione comune.

Ma come parli di assimilare le leggi di un altro paese o fatte ad hoc per tutti… ecco che spunta non solo l’uguaglianza di doveri ma pure quella dei diritti,e cioè che mi sta bene pagare le tasse ma vorrei anche usufruire di tutti i servizi ben fatti di cui godono certi altri paesi.E forse il nostro no.

E di qui inizia la secessione,vedi la Gran Bretagna dalla UE.

La parola concorrenza da quando è arrivato Trump ed il suo comprate americano…suona amara.

Torniamo alla legge del più forte,più compri americano e meno io ti tasso e di qui si riparte a far bordello e non si vede la fine del tunnel.

Siamo anzi solo all’inizio.

Nuovi dati che inguaiano (keystone)

 

Evasori nel mirino olandese

Ottenuti 55’000 conti sospetti – Perquisizioni in diverse filiali del Credit Suisse

venerdì 31/03/17 11:12 – ultimo aggiornamento: venerdì 31/03/17 14:01

+

Gli investigatori olandesi hanno sequestrato dipinti, lingotti d’oro e gioielleria e arrestato due persone in relazione a una rete di evasione fiscale internazionale. Lo ha comunicato la procura venerdì, dopo aver ricevuto documenti relativi a 55’000 conti sospetti in un banca svizzera, di cui 3’800 legati ai Paesi Bassi. Qui le indagini coinvolgono decine di persone sospettate di evasione fiscale e riciclaggio.

Credit Suisse, dopo le informazioni rese note dalle autorità, ha comunicato che diverse operazioni di polizia hanno preso di mira le filiali del gruppo a Londra Parigi e Amsterdam. La banca, secondo il portavoce, collabora con le autorità per chiarire i sospetti di frode fiscale.

dielle/ATS/Reuters

CORRELATI in quantità su:

http://www.rsi.ch/news/svizzera/Evasori-nel-mirino-olandese-8923918.html

+

Un commento americano è disponibile al sito:

https://www.thestreet.com/story/14067265/1/credit-suisse-stock-falls-confirms-tax-raid-in-multiple-countries.html

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: