abbacchio e vino dei castelli romani

Risultati immagini per savile row vintage pics

I maestri e le maestre della sartoria londinese lavorano da secoli in Savile Row una viuzza assurta a chiara fama internazionale.

(foto Daily Mail)

+

Sino ad un certo periodo della nostra storia chi poteva permetterselo e voleva un abito fatto bene… andava dal sarto che glielo confezionava a mano su misura facendosi pagare la giusta mercede.

Ma raramente l’abito su misura andava indenne da qualche piega o altri piccoli difetti che apparivano solo a cose fatte,e d’altro canto non potevi misurarlo ad ogni minuto per rendertene conto.

Era poi in fondo quel difetto che ne denunciava la esclusività,quella che non trovi nella confezione pronta da indossare.

Savile Row non è per tutte le tasche… e forse neppure la UE lo è se la vedi solo come una semplice confederazione di stati sovrani buona da prendere per continuare a fare il cavolo che ti pare alla faccia degli altri giusto per dire che ci sei anche tu,tanto per non avere quelle sorprese che anche sgradite rappresentano invece il marchio di fabbrica di un insieme di leggi comuni che non sempre si adattano ai gusti di tutti i cittadini.

Gli inglesi si sono voluti riservare l’autonomia di legiferare e hanno fatto bene perchè sono un popolo disciplinato che quando è necessario se pur di malumore obbedisce e rispetta le leggi,criticando aspramente quando è il caso.

Andandosene non so se hanno risolto tutti i loro problemi,ma l’orgoglio è salvo,quello che fa sì che si possano rivolgere ancora oggi a quella fetta del mondo che parla la loro stessa lingua e che è tutt’altro che piccola.

Noi invece che non siamo un popolo disciplinato abbiamo bisogno di Bruxelles per mettere in moto quanto i nostri politici disperdono per strada in infinite discussioni che portano a ben poco.

Poi ci sono i piccoli stati che non accettano di esserlo ed anche loro vedrete che arriveranno a Bruxelles con la mano tesa quando i conti della spesa per tenere in piedi parlamenti vari,auto blu,compagnie aeree e altre amenità inutili denunceranno i loro limiti.

E’ solo questione di tempo.

Alla fine siamo in molti se non tutti a sperare in una spalla amica per quando le cose si mettono al peggio.

La lingua ufficiale di Bruxelles oggi a Roma è stato l’inglese…senza inglesi.

L’augurio è che i rappresentanti della UE abbiano gradito il pranzo,pagato dal contribuente e che se ne siano tornati a casa contenti dell’ospitalità romana.

+

Il premier italiano Paolo Gentiloni (d) con Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo(reuters)

Un’Europa più unita in futuro

Celebrazioni a Roma per i 60 anni dei Trattati – I 27 paesi membri rinnovano e rilanciano il loro legame in un documento

sabato 25/03/17 12:02 – ultimo aggiornamento: sabato 25/03/17 21:03

“Ci sarà un centesimo anniversario dell’Unione Europea”. E’ con questa frase che guarda al futuro con ottimismo che il presidente della commissione europea Jean-Claude Juncker, in una Roma blindatissima, ha dato il via alle commemorazioni ufficiali dei 60 anni dei Trattati.

La Dichiarazione di Roma, The Rome Declaration, Déclaration de Rome http://governo.it/articolo/eu60dichiarazione/7034 

Photo published for #EU60 La Dichiarazione di Roma - The Rome Declaration - Déclaration de Rome

#EU60 La Dichiarazione di Roma – The Rome Declaration – Déclaration de Rome

La Dichiarazione di Roma (.pdf) The Rome Declaration (.pdf) Déclaration de Rome (.pdf)

governo.it

Riuniti al Campidoglio, capi di Stato e di Governo dei 27, poco prima di mezzogiorno, hanno firmato un documento in cui viene rinnovata la loro unità. “Per il prossimo decennio”, viene sottolineato con forza, “vogliamo un’Unione più sicura, prospera, competitiva, sostenibile e socialmente responsabile”.

Tutte le firme  (reuters) 

I leader, assente la premier britannica Theresa May che mercoledì prossimo lancerà la complessa procedura per uscire dall’UE, si sono riuniti nella sala degli Orazi e Curiazi in cui esattamente 60 anni fa vennero siglati i Trattati di Roma, che istituirono la Comunità europea. I festeggiamenti sono accompagnati da imponenti misure di sicurezza anche perché sono previste circa 30’000 persone pronte a manifestare pro e contro l’UE.

La cancelliera tedesca Angela Merkel (reuters)

AFP/AlesS

Per i vari filmati prego rivolgersi al sito:

http://www.rsi.ch/news/mondo/UnEuropa-pi%C3%B9-unita-in-futuro-8898424.html

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: