Home > News e notizie dal mondo, Uncategorized > la legge della giungla

la legge della giungla

Risultati immagini per kipling i libri della giungla

Lo stagno è in secca e il fiume anch’esso,compagno di giochi sei adesso,se la nube in pioggia sbotta,buona caccia: la tregua è rotta…

Da Rudyard Kipling (I libri della Giungla).

…Ai primi dell’anno uccelli e popolo delle scimmie migrarono a nord consapevoli di ciò che si andava preparando mentre il cervo e il cinghiale si spingevano sin dentro i campi devastati dei villaggi morendo a volte sotto gli occhi di uomini troppo deboli per ucciderli.

Rimase l’avvoltoio e ingrassò per l’abbondanza di carogne e portava agli animali la notizia che il sole aveva ucciso la giungla ….ma la cosa peggiore era la mancanza d’acqua e la calura non cessava più.

L’elefante selvatico sollevata la proboscide proclamò seduta stante la Tregua dell’Acqua…cervo cinghiale e bufalo ripresero il richiamo…

Secondo la legge della giungla una volta dichiarata la Tregua dell’Acqua non si uccide più ai punti di abbeveraggio per la buona ragione che il bere ha la precedenza sul mangiare.

Nella giungla in caso di scarsità di selvaggina chiunque riesce bene o male a cavarsela ma l’acqua è acqua e quando si resta con una sola fonte di rifornimento nessuno caccia più il vicino mentre il popolo della giungla vi accorre per saziare la sete.

(Capitolo : Come nacque la paura)

Un piatto pieno, un miraggio per milioni di persone (Keystone)

La più grave crisi umanitaria dal 1945

Oltre 20 milioni di persone colpite da fame e carestia; tre milioni di persone in più rispetto a gennaio soffrono cronicamente

sabato 11/03/17 05:23 – ultimo aggiornamento: sabato 11/03/17 07:47

“Il mondo si trova di fronte alla più grande crisi umanitaria dal 1945 con oltre 20 milioni di persone colpite da fame e carestia”: lo ha detto ieri sera (venerdì) il capo degli affari umanitari delle Nazioni Unite, Stephen O’Brien.”Senza sforzi globali collettivi e coordinati, la gente morirà di fame, e molti altri soffriranno e moriranno a causa delle malattie”, ha aggiunto O’Brien durante una riunione del Consiglio di Sicurezza Onu. Il vicesegretario generale ha quindi chiesto l’invio immediato di fondi per lo Yemen, il Sud Sudan, la Somalia e la Nigeria.

Stephen O’Brien durante il suo intervento al Consiglio di Sicurezza ONU (Keystone/ONU)

“La più grande crisi umanitaria è in Yemen, dove i due terzi della popolazione, 18,8 milioni di persone, hanno bisogno di aiuti umanitari – ha sottolineato O’Brien-. Rispetto al mese di gennaio ci sono tre milioni di persone in più che soffrono la fame cronicamente”.

ANSA/aost

I CORRELATI sono al sito:

http://www.rsi.ch/news/mondo/La-pi%C3%B9-grave-crisi-umanitaria-dal-1945-8835109.html

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: