vado a venezia in zattera

aagde_round_lock_post_card

Foto storica del 1900 ca. di una chiusa lungo il canale.

Avevamo a suo tempo già scritto del Canal du Midi francese così come degli studi fatti in epoca napoleonica per unire la Liguria a Venezia con un corso d’acqua.

Sembra che oggi come leggiamo ci siano buone probabilità di portare a termine l’opera sotto menzionata e ce ne rallegriamo non solo per l’ambiente ed il turismo ma pure con la speranza che possa contribuire ad alleggerire il traffico tradizionale.

Ecco due righe di storia che cadono a proposito:

Il Canal du Midi (in italiano canale del Mezzogiorno[1][2][3][4][5]) è un canale artificiale francese lungo 241 chilometri che collega il fiume Garonna al mar Mediterraneo, tra le città di Tolosa e Sète. Con il canale della Garonna, che collega Tolosa a Bordeaux, costituisce il canal des deux mers (“canale dei due mari”), offrendo una via navigabile ininterrotta tra Bordeaux e Sète, ovvero dall’oceano Atlantico al mar Mediterraneo.

Originariamente chiamato Canal Royal en Languedoc (in italiano canale di Linguadoca) poiché nel XVII secolo Tolosa era considerata la città capoluogo dell’antica provincia della Linguadoca, fu in seguito ribattezzato Canal du Midi dai rivoluzionari nel 1789. Fu considerato dai suoi contemporanei come il più grande cantiere francese del XVII secolo.

Dal 1996 fa parte del patrimonio dell’umanità dell’Unesco.(wikipedia)

https://it.wikipedia.org/wiki/Canal_du_Midi

+

Sala: “Il sogno è a un passo dal realizzarsi”(ANSA)

Sala vuole l’idrovia

Il sindaco di Milano sostiene con convinzione il collegamento tra Locarno e la laguna veneziana

lunedì 20/02/17 20:07 – ultimo aggiornamento: lunedì 20/02/17 20:12

Il punto sullo stato d’avanzamento del progetto d’idrovia tra Locarno e Venezia è stato fatto lunedì durante un convegno organizzato a Milano dagli Amici dei navigli.

Per realizzare parzialmente l’opera, com’è stato ricordato, sono già stati spesi 200 milioni di euro, ma ne servono altri 61 per completarla. Il sindaco della metropoli Giuseppe Sala ha promesso d’attivarsi per reperire la somma mancante, “perché si tratta d’un sogno a portata di realtà, un unicum in Europa di cui potremo essere tutti fieri”.

Entro quest’anno -s’è tra l’altro appreso- sarà portata a termine la conca che consentirà la continuità della navigazione tra Pavia e Cremona, con i suoi 47 milioni la tappa più costosa finora affrontata.

ANSA/dg

I nuovi argonauti  

Da rivedere: i due episodi di “In viaggio con l’acqua” di Svizzera e dintorni

VIDEO e Correlati su:

http://www.rsi.ch/news/ticino-e-grigioni-e-insubria/Sala-vuole-lidrovia-8751409.html

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: