monet a basilea

Basilea non è solo Beyeler,infatti il Kunstmuseum possiede una sfilza di opere d’arte internazionali da passarci tranquillamente una giornata e visto che ci siamo…abbiamo pure le cicogne…in inverno.

1-le-cicogne-passeggiano-nel-parco-in-mezzo-alla-gente

http://www.rsi.ch/news/vita-quotidiana/voce-animale/Le-cicogne-amano-Basilea-8656843.html

+
Risultati immagini per beyeler monet

+

FONDATION BEYELER SPÉCIAL 20 ANS
UN BILLET COMBINÉ POUR TOUS
ENTRÉE GRATUITE POUR TOUS JUSQU’À 25 ANS

Rechercher

https://www.fondationbeyeler.ch/en/exhibitions/monet/

+

FONDATION BEYELER FESTEGGIA IL SUO VENTESIMO ANNIVERSARIO CON UNA MOSTRA, APPENA INAUGURATA, DEDICATA AL FONDATORE DELL’IMPRESSIONISMO FRANCESE.

Claude Monet, uno degli artisti più amati e importanti del diciannovesimo secolo, è protagonista di questa mostra monografica che rappresenta un’autentica festa di luce e colori.

Il fondamentale percorso artistico del pittore francese viene ripercorso nei suoi momenti più salienti, dalla nascita del movimento impressionista, che risale al 1874, fino alla celebre serie delle ninfee, che compose nei primi vent’anni del Novecento.

L’esposizione, incentrata sul periodo compreso tra gli anni successivi al 1880 e gli inizi del XX secolo, tocca anche la produzione tarda del pittore e apre una prospettiva vivace e talora inaspettata su quel mago dell’immagine che ancora oggi influenza la nostra percezione visiva di natura e paesaggio.

Luci, ombre e riflessi, che Claude Monet tratta in maniera sempre nuova, sono il filo conduttore della mostra “Monet”, una vera e propria festa di luce e colori.

Al centro della rassegna sono i celebri mondi figurali di Monet, i suoi paesaggi mediterranei, le coste selvagge dall’Atlantico, le acque della Senna, i prati fioriti, i covoni di fieno, le ninfee, le cattedrali e i ponti avvolti nella nebbia.
Nei suoi quadri l’artista sperimentò con il mutevole gioco di luce e colore nell’arco della giornata e delle stagioni. Attraverso riverberi e ombre riuscì a evocare atmosfere sospese. Claude Monet fu un grande pioniere dell’arte, fu colui che trovò la chiave verso il giardino segreto della pittura moderna, dischiudendo agli occhi di tutti una nuova visione del mondo.

Chi conosceva Claude Monet sapeva di poterlo trovare all’opera in qualsiasi momento della giornata e con qualsiasi condizioni climatica, nel tentativo di non perdersi nessuna sfumatura di colore dei paesaggi che riportava su tela. A tal proposito, lo scrittore Guy de Maupassant raccontò che «una volta prese tra le mani un temporale che batteva sul mare e lo gettò sulla tela: e quella che aveva così dipinto era proprio la pioggia».

L’artista francese fu un grande pioniere dell’arte, fu colui che trovò la chiave verso il giardino segreto della pittura moderna, dischiudendo agli occhi di tutti una nuova visione del mondo.

La mostra presenta 62 opere giunte dai maggiori musei europei, americani e giapponesi, tra cui il Musée d’Orsay di Parigi, il Metropolitan Museum e il Museum of Modern Art di New York, il Museum of Fine Art di Boston e la Tate di Londra.

Un nucleo di particolare rilevanza raccoglie 15 dipinti provenienti da diverse collezioni private ed esposti molto raramente al pubblico, che da lungo tempo non si vedevano più nel contesto di una mostra su Monet.

 

MONET

fino al 28 maggio 2017

Fondation Beyeler, Baselstrasse 101 CH-4125 Basilea

http://www.mam-e.it/monet-alla-fondation-beyeler-basilea/

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: