nuovo progetto di promozione turistica

Oldenico, lo spirito di comunità sopravvive grazie al torneo di scopa

Alla competizione che riunisce tutto il paese gli iscritti hanno dai 14 agli 80 anni
9564858-khkf-u1100997498255m5d-1024x576lastampa-it
STEFANO FONSATO
OLDENICO

Un torneo di carte per riunire tutto il paese. Oldenico si aggrappa al gioco da tavolo più antico, alla Scopa per l’esattezza, per sentire dentro di sé il valore della comunità. Un valore in via di estinzione in un’epoca in cui i piccoli centri si vanno via via spopolando, proprio come accaduto in questo piccolo paese della Baraggia. Senza più un vero luogo di ritrovo, un bar, un campo sportivo (quello che c’era ha cessato la propria attività nella prima metà degli anni ’90, quando ospitava una squadra di calcio amatoriale) né una pro loco per organizzare una sagra. D’altra parte, le forze a disposizione sono quelle che sono, e allora ci si arrangia come si può. Tanta buona volontà «non organizzata».

 

Un oldenichese suona al campanello del sindaco, Valter Ganzaroli, e apre ufficialmente il registro delle iscrizioni: «Per me è una gioia potermi mettere a disposizione – spiega il primo cittadino, che partecipa attivamente anche al torneo di Scopa stesso -. Lo facciamo per stare tutti insieme. Come sempre a fine gennaio. E all’evento partecipa un folto pubblico». Ed è stato così anche lo scorso fine settimana. Ben sedici partecipanti registrati, all’interno dell’ex centro anziani. Ex perché anch’esso, negli anni scorsi, ha chiuso i battenti. Appassionati di tutte le età: gli iscritti hanno dai 14 agli 80 anni: «E questa è la gioia più grande – confessa Ganzaroli -: vedere proprio queste differenze che si abbracciano nell’orgoglio di far parte di una piccola comunità come quella di Oldenico».

 

Dove i ruoli possono anche invertirsi, e i novellini arrivano a battere i maestri del tavolo verde. «Accade più volte di quanto si pensi», scherza il primo cittadino, che conclude: «Il vincitore è una questione del tutto relativa. Specie se si pensa al premio finale: una panissa per tutti». Cucinata, rigorosamente, con puro spirito di volontariato.

http://www.lastampa.it/2017/01/28/edizioni/vercelli/oldenico-lo-spirito-di-comunit-sopravvive-grazie-al-torneo-di-scopa-F1cjh9r7WdtsYvpCjNjS3H/pagina.html

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: