la qualità…prima di tutto

Dai a ogni giornata la possibilità di essere la più bella della tua vita. (Mark Twain)

rum4d0c92145c91b2321f8dcab7ea237369

Autentico rum del pirata dice l’etichetta,razione ufficiale quotidiana.

+

Uno vendeva dei trattori in Cina e lo pagavano col cashemere e quindi doveva essere attrezzato per sapere come collocare generi merceologici differenti se voleva arrivare a toccare del denaro.

Si iniziava utilizzando un commissionario esterno abile in fibre nobili per esempio il quale rivendeva la merce e dopo avere incassato ti pagava scontando la sua provvigione e poi se vedevi che c’era da mordere uno montava la sua propria azienda di trading portando via il personale al vecchio intermediario sino a che non fallivi…però… perchè nessuno è un’enciclopedia ambulante.

Se l’ho visto fare?

Eccome… ed è proprio andata a finire così.

Quando contavo ad un industriale una decina di anni fa che il baratto non era mai passato di moda mi guardava incredulo.

Certo che non succede tutti i giorni,ma molti paesi possono giusto offrire le banane contro tecnologia importata od altri beni ed è forse per questo che di banane ne abbiamo a iosa da scegliere al supermercato.

Peccato che non conoscendone le qualità si vada poi per esclusione dopo averle provate,queste sì …e queste no…non le compro più…e si finisce col prendere la Chiquita che è una di quelle meglio pubblicizzata.

Ma non necessariamente la più buona.

Ora vai un pò tu a sapere cosa c’è dentro a tutte queste botti di rum e me lo spieghi.

Finirà che ne andrà di mezzo la qualità perchè se c’è l’affare tutti si buttano,anche gli Indù dell’India che acquistano il tuo rum ma a loro volta ti pagano in banane, e poi noi beviamo il rum extra vecchio di Jamaica che è stato prodotto a Cuba e imbottigliato per le nostre correzioni al caffè…dove…non si sa.In India forse,perchè no?

Colore…limpido,olfatto….uhmm e gusto…bahhh….mandiamogli un qualche assaggiatore…e che ce lo racconti.

+

Immagine d’archivio  (©Reuters)

Cuba paga i debiti con il rum

L’insolita proposta è stata fatta alla Repubblica Ceca che reclama più di 200 milioni di franchi

venerdì 16/12/16 17:54 – ultimo aggiornamento: venerdì 16/12/16 18:02

+

Cuba paga i debiti… con il rum. Lo rivela il Ministero delle finanze ceco, che sta cercando di farsi rimborsare un vecchio debito di più di 200 milioni di franchi. “L’Avana ci ha sottoposto una lista di materie prime, che comprende diverse marche di rum”, si legge in un comunicato.

Il passivo in questione, stando a quanto si è appreso, risale all’epoca degli scambi commerciali tra l’isola caraibica e la Cecoslovacchia, che nel 1993 si è scissa in Repubblica Ceca e Slovacchia.

Da Praga hanno finora reagito in maniera piuttosto tiepida alla proposta cubana, sottolineando che “almeno una parte dell’importo dev’essere rimborsata in contanti”.

AFP/SP 

http://www.rsi.ch/news/mondo/Cuba-paga-i-debiti-con-il-rum-8468377.html

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: