grillopoli e sistemi inflessibili….

battibeccodownload-1

La chiamano Grillopoli ma in realtà per quello che servono le firme potrebbero anche abrogare il tutto e non chiederle più ai passanti che mi sembra la cosa più logica anche perchè se lo fa uno ed è stato beccato sono convinto che lo abbiano anche già fatto tanti altri anche di altri partiti…in precedenza,solo che gli è andata bene e non li hanno presi.

Così è dove e come frana il sistema Italia sempre messo nel sandwich tra la burocrazia e le sue leggi ed il rispetto della legge che è tanto pallosa da invitare ovviamente a non rispettarla.

Sono polemiche che vanno avanti da mesi solo per screditare un avversario nella concomitanza di un voto,quello referendario,che non ha un bel nulla da vedere con la storia delle firme.

Ma con un pò di fortuna si spera che lo abbia per il sistema burocratico che ci affossa rispetto ad altre nazioni.

Il PDF con la legge delle firme sono pagine numero 11... non dissimile da quando fate un’operazione in banca o in assicurazione dove firmate dinanzi a venti pagine di contratto di cui neppure il ragioniere ne sa troppo…

Prego,è a vostra disposizione:

http://xilsud.it/vademecum.pdf

Da noi si usa così ed è per questo che forse si dovrebbe semplificare un pò le procedure.

In Svizzera e l’abbiamo raccontato dei soldi alla Fondazione Clinton,bene,la faccenda l’hanno archiviata subito per non innescare una crisi in un momento in cui ci sono cose più importanti da vedere.

Quello che c’era da dire è stato detto e poi si è cambiata pagina.

Da noi saremmo ancora pronti ad accusare scambiandosi reciproci insulti e parlarne ad un telegiornale dopo l’altro per alcuni mesi se non anni.

E’ logico tutto ciò?

+++

Soldi ai Clinton, caso chiuso

Burkhalter fa chiarezza e polemica destinata a spegnersi: la commissione del Nazionale non insiste

martedì 22/11/16 17:18 – ultimo aggiornamento: martedi 22/11/16 21:02

Il capo del Dipartimento degli affari esteri ha dato risposte soddisfacenti  (keystone)

Soldi ai Clinton, caso chiuso

Burkhalter fa chiarezza e polemica destinata a spegnersi: la commissione del Nazionale non insiste

martedì 22/11/16 17:18 – ultimo aggiornamento: martedì 22/11/16 21:02

La polemica che s’è scatenata a proposito del versamento di 500’000 franchi tra il 2011 e il 2013 da parte della Confederazione alla fondazione filantropica creata dalla famiglia Clinton è destinata a placarsi. Dopo aver ascoltato il consigliere federale Didier Burkhalter, la commissione della politica estera del Nazionale ha infatti deciso di non andare oltre.

Com’è stato appurato, i soldi sono serviti per sostenere un progetto per ridurre la mortalità infantile in Liberia, in risposta alle priorità fissate dalla politica elvetica di aiuto allo sviluppo.

Resta il fatto che, almeno per una minoranza dei deputati incaricati di valutare la questione, il foraggiamento d’istituzioni legate a personaggi politici di primo piano è faccenda delicata e da gestire con estrema cautela.

ATS/dg

Dal TG20:

http://www.rsi.ch/news/svizzera/Soldi-ai-Clinton-caso-chiuso-8353042.html

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: