Home > Attualità,curiosità e costume, Economia, News e notizie dal mondo, Uncategorized > in borsa correzione in vista petrolio in saliscendi

in borsa correzione in vista petrolio in saliscendi

 

Risultati immagini per GE Baker Hughes deal

+

A pochi giorni dalle elezioni Wall Street con a ruota il resto del mondo appare in correzione verso il basso,il petrolio più che non in un saliscendi…pare solo scenda,tutto bene per evitare bolle speculative e qualcuno fa affari.

Eccovi un commento.

Se avevo letto giusto la Baker Hughes aveva appena incassato 3,5 miliardi di dollari per la penale che Halliburton doveva pagarle in caso l’affare non riuscisse ed ecco che si presenta General Electric e se la pappa,facendone un boccone.

Nei dettagli non va proprio così ma è solo per ricordarvi di come ai bei tempi anche la Fiat incassò quando General Motors in piena crisi non la acquistò rompendo quindi il contratto.Ed erano bei soldi in un momento difficile dell’economia mondiale.

Col prezzo del petrolio basso un sacco di aziende del settore valgono più poco in borsa e le opportunità non mancano per fare delle fusioni o delle nuove società.

La General Electric ha dismesso il settore dei servizi bancari e si è messa anch’essa nei servizi petroliferi ma per imporsi sul mercato aveva bisogno di un partner esperto dell’ambiente e di dimensioni internazionali e lo ha trovato nella Baker Hughes che era reputata la terza più grande al mondo dietro a Schlumberger ed Halliburton quest’ultima destinata a convolare a nozze sino a poco tempo fa proprio con Baker Hughes,affare sfumato a motivo di antitrust.

Comunque i soldi della penale li ha pagati e General Electric ha fatto il conto che pur remunerando gli azionisti della società che acquistava ne trovava tanti altri ancora caldi di bei dollari… che le diminuivano l’esborso.

Insomma si è comprata una società piuttosto liquida per i classici due soldi.

Ciò fatto creeranno una nuova impresa da collocare in borsa con il 62% agli azionisti di GE ed il 38% a quelli di Baker Hughes.

Lo scopo della fusione è di abbassare i costi e premiare le tecnologie dei partners coinvolti per dare vita ad una nuova società che in partenza ha già i numeri per avere successo e divenire una pedina ancora più importante nei servizi di trivellazione ed estrazione di petrolio con tutti i servizi affini che gli stanno intorno.

A questo punto pare solo che manchi a General Electric una qualche compagnia petrolifera internazionale che si occupi non solo di servizi ma anche della gestione del greggio,raffinazione e vendite,sia di petrolio come di gas naturale.

Non dimentichiamoci che è già forte nella creazione di macchinari ed impianti per l’energia solare e per l’eolico,e quindi se mai acquistasse una major petrolifera avrebbe da servire l’intero arco energetico possibile.

La ex Alstom francese divisione elettricità (centrali elettriche e distribuzione) fà già parte infatti del suo portafoglio energetico.

 

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: