Home > gossip, News e notizie dal mondo, Uncategorized > trump non è tipo da scoraggiarsi

trump non è tipo da scoraggiarsi

DONALD TRUMP ARRIVES IIN ABERDEEN, BEFORE THE LOCAL PUBLIC INQUIRY ABOUT HIS GOLF DEVELOPMENT OPENS AT THE ABERDEEN EXHIBITION AND CONFERENCE CENTRE... PIC OF DONALD TRUMP PIC ROSS JOHNSTON/NEWSLINE SCOTLAND

Trump atterra in Scozia nel 2008

lewishighisle13map-918x1290

L’isola di Lewis è in alto a sinistra nella mappa,Ebridi esterne

1article-0-018a09cd00000578-51_468x324

eccolo in mezzo ai parenti scozzesi dinanzi la vecchia casa di sua mamma,la sciarpa gialla della signora è il tartan del clan MacLeod quello appunto della madre.

2article-2271362-09c922b6000005dc-571_634x366

e qui mentre mette allegria anche alle cornamuse dove farà un campo da golf nella contea di Menie

(le foto sono del Daily Mail)


Il muro di Trump… in Scozia – di Lorenzo Amuso

Lo scozzese Trump e il golf

Alicia Bruce, fotografa, racconta come un’intera comunità stia sperando che il tycoon non ce la faccia

martedì 25/10/16 06:17 – ultimo aggiornamento: martedì 25/10/16 06:17

 

Nonostante il sangue scozzese Donald Trump è senza dubbio il politico meno popolare a nord del Vallo d’Adriano. Ancor più della nuova Premier Theresa May che con la sua “hard Brexit” rischia di trascinare la Scozia fuori dal mercato unico.

La madre del Trump, Mary Anne Macleod, era nata a Stornoway, minuscolo villaggio sull’isola di Lewis. A 18 anni aveva però abbandonato le isole Ebridi per cercare fortuna negli Stati Uniti. Sbarcata a New York, qualche anno più tardi avrebbe conosciuto Fred Trump, il padre del candidato repubblicano degli Stati Uniti.

Eppure, nonostante gli stretti legami familiari, prima del 2005 Trump non aveva mai visitato la Scozia. L’interesse si accende quando decide di costruire un golf club – “il più grandioso mai realizzato” – nella patria dove è nato il golf.

L’aiuto di Salmond

Fedele al suo stile, quando atterra per la prima volta ad Aberdeen a bordo del Trump Air Force, dà sfoggio della più grossolana simbologia scozzese, dalle cornamusa ai kilt.

Agli sguardi perplessi dei presenti replica promettendo un investimento complessivo di un miliardo di dollari, la costruzione di un albergo di 450 stanze, almeno mille ville di lusso.

I problemi insorgono quando annuncia dove ha intenzione di costruire il suo sontuoso golf resort, sulla costa della contea di Menie. Un’area protetta, unica nel suo genere, regolata da un complesso ecosistema di dune dinamiche.

Alle proteste degli ambientalisti, il consiglio comunale replica bocciando il progetto Trump. Ma qualche giorno più tardi, con una decisione senza precedenti, il governo nazionale, all’epoca presieduto da Alex Salmond, impugna la delibera dando il via libera ai lavori.

Il sacrificio dell’ambiente – spiegano da Edimburgo – verrà giustificato dai benefici economici garantiti a tutta la regione: la popolarità internazionale, l’indotto commerciale, gli oltre 6.000 nuovi posti di lavori.

Battaglia contro i residenti

Dopo 10 anni le promesse di Trump sono svanite nel nulla, portate via dal vento che sferza la costa scozzese.

Non c’è traccia né dell’maxi-albergo né di una sola villa, finora il tycoon americano ha investito il 5% di quanto promesso, e assunto in totale meno di un centinaio di persone. Se la sua ambizione megalomane si è risolta in banale velleitarismo, a farne le spese sono stati i residenti, chi viveva in quella zona.

I suoi vicini, che Trump ha cercato in ogni modo di far sloggiare. Prima con modeste offerte di acquisto, quindi brandendo una presunta ingiunzione di sfratto (mai ottenuta dalle autorità locali). Infine innalzando attorno al suo terreno un muro di terra, alto tre metri, per nascondere ai suoi ospiti quelle che il milionario di New York ritiene siano “abitazioni degne dei maiali”. Il “muro di Trump”, è già stato ribattezzato, simile a quello che vorrebbe costruire sul confine col Messico.

Lorenzo Amuso

Segui il dossier online sulle elezioni americane a cura dei giornalisti RSI

http://www.rsi.ch/news/mondo/Lo-scozzese-Trump-e-il-golf-8211109.html

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: