il finto invalido civile la spunta lui

Le prove raccolte dai detective non sono valide, stando ai giudici di Strasburgo (©Ti-Press/Samuel Golay)

La privacy non si tocca

Lo ha stabilito la Corte europea dei diritti umani riguardo a un contenzioso tra un assicuratore e una cliente

mercoledì 19/10/16 07:27 – ultimo aggiornamento: mercoledì 19/10/16 07:27

La Corte europea dei diritti umani ha condannato per violazione della privacy un assicuratore svizzero che era ricorso a dei detective privati per spiare i comportamenti di una cliente, con la quale aveva un contenzioso aperto circa il suo tasso d’invalidità.

La donna, una zurighese 60enne, avrebbe dovuto sottoporsi a nuovi esami medici che stabilissero le sue reali condizioni di salute, ma si era rifiutata. È allora che l’assicuratore ha deciso di ingaggiare gli investigatori per sorvegliarla. Le prove da loro raccolte hanno dimostrato che il suo reale tasso d’invalidità era inferiore rispetto a quello per il qual percepiva un aiuto finanziario, e questo le venne diminuito.

Se però i tribunali elvetici hanno convalidato le procedure e la scelta dell’assicuratore, così non è stato a Strasburgo, dove i giudici hanno stabilito che le prove fornite dalla sorveglianza non possono essere usate perché, stimano, c’è stata violazione dell’articolo 8 della Convenzione europea dei diritti umani (CEDU), che protegge la vita privata.

RG/mrj

http://www.rsi.ch/news/svizzera/La-privacy-non-si-tocca-8184667.html

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: