vercelli eventi

È la “Woodstock dei popoli”: Vercelli celebra i suoi stranieri

Il programma dell’ottava edizione della festa: il team di quest’anno è il viaggio
zujdjaf25556-ksni-u1090953140065cgh-1024x576lastampa-it
ROBERTO MAGGIO 3-ott.2016
VERCELLI

Un evento all’insegna di pace, amore e fratellanza.

Domani (martedì) a Vercelli parte la «Woodstock delle religioni e delle etnie», la Festa dei popoli, tradizionale appuntamento organizzato dalla Pastorale Migrantes della diocesi vercellese che riunisce le diverse culture, culti e provenienze geografiche esistenti sul territorio. Per confrontarsi su temi come la solidarietà e l’integrazione, e sollecitare una profonda riflessione. Fino al 15 ottobre, nei luoghi simbolo della «Vercelli solidale» – il Seminario arcivescovile, l’Emporio della solidarietà, il Centro d’accoglienza per i richiedenti asilo – adulti e bambini delle diverse etnie si incontrano vestiti con gli abiti tradizionali, preparano pietanze delle loro terre, si scambiano doni ed esperienze da ogni angolo del mondo.

 

Secondo i dati dell’Istat riferiti al 2015, la comunità straniera più ampia nella provincia di Vercelli è quella albanese, con quasi 1200 residenti; al secondo posto i marocchini, che sono 1095, e i romeni, con 698 residenti. Nel capoluogo è forte anche la componente cinese, con quasi 300 residenti, a seguire gli ucraini, dominicani, nigeriani, senegalesi, tunisini e peruviani. Lo scheletro su cui si regge l’ottava edizione della Festa dei Popoli, come sempre, sono i tanti enti, gruppi e reti esistenti nel Vercellese: quest’anno sono coinvolte una trentina di associazioni, che daranno il loro sostegno alla Caritas diocesana e al Centro territoriale per il Volontariato, che supporta l’evento. Il Comune ha dato il suo patrocinio.

 

L’edizione 2016 in particolare si soffermerà sul tema del viaggio, inteso nei suoi significati più diversi: dal cammino interiore di crescita e di scoperta di nuovi mondi e culture, a quello letterario. E ancora dal viaggio quotidiano verso il posto di lavoro al fenomeno migratorio, oggi di estrema attualità: tra le iniziative più sentite della Festa Popoli c’è l’«Aperipopolo», previsto domani e martedì 11 ottobre alle 19 nel centro d’accoglienza della Caritas diocesana, che ospita una trentina di profughi. In tutta la provincia di Vercelli i richiedenti asilo sono circa 450, sparsi nelle strutture di tutto il territorio: da Trino a Saluggia, da Albano a Borgosesia.

E i due Aperipopolo, banchetti dove si fondono tra loro le diverse tradizioni culinarie.

Il programma completo è su http://www.centroterritorialevolontariato.org.

http://www.lastampa.it/2016/10/03/edizioni/vercelli/la-woodstock-dei-popoli-vercelli-celebra-i-suoi-stranieri-2wi3H95F5ECRDdby73vJkJ/pagina.html

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: