anche i pirati nelle antille…

johnny-penelope-111015

Johnny Depp e Penelope Cruz

Con l’aumento di notizie belle e brutte nel campo dell’informazione c’è di che prendersi paura anche se per quanto ricordo di quando viaggiavo viste sul posto le cose sembravano diverse.

Ora che ci fossero stati anche i pirati alle Antille basta leggerlo sui libri,parliamo dei tempi dopo la scoperta dell’oro delle Indie,dal 1600 in poi quando i galeoni del re di Spagna dopo avere caricato tutto quanto potevano imbarcare dal Perù trasbordavano a Panama,non c’era ancora il canale e la sera i marinai raccontavano di tutto e di troppo dinanzi ad una bottiglia buona in qualche osteria.

Chi ascoltava non sempre era un amico per cui costui avvisava i compari i quali attendevano sull’Atlantico il nuovo galeone rifornito e lo attaccavano alla prima opportunità per depredarlo di tutto.

Erano inglesi,francesi,olandesi che non avendo avuto parte alla scoperta delle miniere preferivano fare il loro mestiere di marinai tagliagola sotto la bandiera nera della pirateria.

Quando andava male e li prendevano perchè per esempio il galeone spagnolo viaggiava in convoglio venivano impiccati e quando andava bene gli utili dopo avere pagato le tasse di sbarco a casa loro erano quello che erano ma sufficienti a farli ritornare in mare.

Ma oggi nel 2000 e passa pensavate ancora ai pirati nelle Antille?

Sono riapparsi,il turismo non dà utili sufficienti o di lazzaroni è pieno il mondo fatto stà che velisti e proprietari di yachts hanno dovuto correre ai ripari nonostante a terra si faccia pubblicità a spiagge mari e villaggi vacanze.

Eccovi il servizio con i consigli del caso ed un articolo di critica della RSI.

Yachters fight back against real-life pirates of the Caribbean

Pirates who target vulnerable vessels have plagued the oceans for centuries but violence and piracy against yachts cruising the Caribbean is on the rise.
L’articolo si trova al sito:
http://www.bbc.com/news/world-latin-america-37274708
 +
Gli effetti della “narrazione” dei media – di Simone Della Ripa

“Oggi abbiamo tutti paura”

Vittorino Andreoli traccia i possibili effetti sulla “società” di una narrazione “spettacolo” di fatti legati al terrorismo

domenica 11/09/16 07:53 – ultimo aggiornamento: lunedì 12/09/16 09:10

Informare in maniera anomala significa generare paura. Parte da questo assioma lo psichiatra Vittorino Andreoli nel ricordare le possibili conseguenze che una narrazione dei fatti tecnicamente corretta, ma straordinariamente amplificata, può avere sulla società. “Stiamo cambiando il sistema di esistenza, si sta colpendo quella che è la forza dell’occidente, l’homo faber, quello che corre e produce, siamo terrorizzati, vittime della paura”.

 

“Ciò che i media raccontano cambia la vita delle persone”(sdr/rsi)

Per lo studioso, inoltre, “il racconto, un certo tipo di narrazione” della morte di tante persone causa due vittime: quelle reali, sul “campo”, e quelle che rimangono in piedi, in vita, ma ferite e straziate emotivamente. Vittime di un timore, di una paura contagiosa che cambia le vite di tutti quanti fino a modificare abitudini impensabili fino a poco tempo fa, come anche solo dove andare in vacanza, in quale discoteca frequentare o che treno prendere.L’esperto, in un precedente approfondimento, aveva invitato pertanto i media ad utilizzare la “cronaca secca”, asciutta, come la definiva il giornalista e scrittore Dino Buzzati: “I media hanno responsabilità”

Simone Della Ripa

Leggi anche: 

 http://www.rsi.ch/news/mondo/Oggi-abbiamo-tutti-paura-7976507.html
Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: