au revoir o non ci vediamo più?

Cosa fanno i vicedirettori di banca in ufficio?

La storia che segue racconta che studiano come farla franca dopo avere derubato l’istituto di credito per cui lavorano e che poi in base ai depositi dei clienti vanno a casa loro di notte dopo qualche sostanzioso prelievo in modo da non perdere del tempo.

Peccato per la carriera ma la tentazione deve essere stata troppo forte.

E messa su una band…ecco i risultati.

Quando si dice la creatività….

+

Rapina la sua banca nel Vercellese, arrestato il vicedirettore con i complici

Era il basista del colpo, aveva anche cercato di rubare nella villa di un cliente della filiale

di FLORIANA RULLO 

25 agosto 2016

201953176-934f10de-0d9e-422e-9b9d-0d4f7656050f

Aveva rapinato la banca di Caresanablot, alle porte di Vercelli, con il taser ( una pistola dissuasore elettrica) portando via 150mila euro. Poi prima di andare via aveva salutato in francese: “Au revoir”.

Non solo. L’uomo, assieme alla banda che lo aveva aiutato, aveva anche cercato di mettere a segno un nuovo colpo, proprio nella villa di uno dei clienti della banca. Tentativo però andato a vuoto. Sono cinque le persone finite in manette, quattro in carcere e uno ai domiciliari, per la rapina da 150mila euro alla Biverbanca di Caresanablot.

Tra questi anche il vicedirettore della banca, complice del malfattore e in quel momento direttore pro tempore della filiale.

L’episodio risale al 21 giugno scorso, quando un uomo con il volto coperto da un casco nero integrale, armato di taser, aveva minacciato due dipendenti, un uomo e una donna, mentre stavano uscendo dal lavoro. I due prima sono stati strattonati all’interno e, minacciati con i taser, obbligati ad aprire la cassaforte contenente 150mila euro in contante. Per poi fuggire. Era intervenuta subito la polizia che, grazie alle riprese dei sistemi di videosorveglianza del Comune di Caresanablot, sono riusciti ad individuare il mezzo da cui l’uomo era sceso: un furgone Opel Vivaro di colore scuro affiancato da una Citroen C3 di colore bianco, con il portapacchi, che serviva da staffetta e sentinella. Ad aiutare le forze dell’ordine sono state anche le intercettazioni che hanno ascoltato le telefonate tra i componenti della banda e capito che erano pronti a organizzare “una nuova festa”.

In manette sono finiti Pietro Zocco, con il ruolo di intermediario, Salvatore Bettini, organizzatore del colpo, entrambi residenti a Vercelli, Roberto Martinotti, residente a Caresanablot, vicedirettore della banca e basista della rapina, Franco Coppola, intermediario, Silvio Iadanza di Montesarchio (Bn) esecutore materiale della rapina. Il giovane, arrivato da Benevento, aveva anche tentato di rapinare nuovamente, sempre armato di taser, la stessa banca. In quel caso ad attenderlo però c’era la polizia che ha trovato all’interno dello scooter 17mila euro in contanti. Il ragazzo ha anche consegnato là pistola che doveva essere usata durante la rapina nella villa dell’amico del bancario: una pistola a tamburo a salve calibro 380 marca Olimpic 38 modificata e in grado di sparare come una normale arma.

”Una grandissima operazione – spiega il questore Rosanna Lavezzaro – Un’Indagine complessa che la squadra mobile è riuscita a risolvere”. A presentare l’operazione, stamattina a Vercelli, i sostituti procuratori Pier Luigi Pianta e Davide Pretti, oltre che il questore e il dirigenti della squadra mobile Sergio Papulino.

http://torino.repubblica.it/cronaca/2016/08/25/news/rapina_la_sua_banca_nel_vercellese_arrestato_il_vicedirettore_con_i_suoi_complici-146627647/

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: