l’ho scritto in italiano o in turco?

1248437871__lirausleraro29

la lupa capitolina

+

Si è pure letto che è stato lo stesso Erdogan ad organizzare le cose a casa sua per liberarsi dei nemici interni anche se resto perplesso dinanzi il numero dei morti che non è stato affatto insignificante.

E così oggi leggendo l’intervista che riportiamo in basso mi viene voglia di dire che nessuno o ben pochi erano al corrente degli stipendi dei magistrati dotati di una certa anzianità che appaiono ben rotondi,come si suol dire.

Per cui per potercelo trasmettere a tutti quanti sui quotidiani nazionali ci voleva una buona scusa.Un escamotage.

E l’abbiamo avuto attraverso le parole della signora capo gabinetto della giunta comunale a Roma riportate nell’articolo.

Non fosse successo che buttassero anche questa buccia di banana si sarebbe parlato al solito della raccolta differenziata di rifiuti,e questa storia ha tutta l’aria di farne parte.

La sindachessa di Roma secondo me è partita male se pur sicuramente non in tutto,ma uno dei suoi primi passi ha già trovato resistenza e le polemiche si sciupano.

Che avesse bisogno al suo fianco di qualcuno pratico di legge e di giustizia nel senso della magistratura può essere anche vero,basta conoscere la lista dei reati commessi dai suoi predecessori per capirlo,ma di inserire una signora nel suo staff che non lavora per fare della beneficienza se lo poteva evitare.

La signora è un magistrato che in base alla sua anzianità percepisce circa 190 mila euro lordi l’anno e vuole questi soldi per un incarico che ne vale meno.

Altrimenti resta dove è.

Fa bene e ha tutta la nostra comprensione.

Le opposizioni vivono di piccoli scandali e si attaccano dove possono non escludendo le remunerazioni dei loro avversari che vengono sempre citate quando non sanno a che altro attaccarsi per mancanza di argomenti.

Idem succede quando le parti coinvolte sono gli altri intesi come i prossimi che andranno al potere e che oggi invece sono quelli che protestano.

Se il sistema è questo funziona a fasi alterne.

Oggi a me domani a te.

Il tempo in aula deve essere abbondante e per non sperperarlo a fare nulla fanno poco che sia costruttivo,studiano il nemico e vedono come meglio possono cercare di farlo fuori in fretta.

La sindachessa non aveva un tariffario per remunerare i suoi collaboratori ed ecco uno spunto buono,lei e l’opposizione invece di accapigliarsi l’un con l’altro si dedichino a farne uno che abbia senso e che possa essere bene accetto a tutti.

Cittadini compresi.

Costerà anni di lavoro e di fatica e verrà messo in discussione mille volte come le leggi che fa il Parlamento.

Non appena sono pubblicate dopo lunghi travagli vengono messe nuovamente in discussione per anni,per essere rimodificate e la gente che è più saggia finisce col dimenticarsene,ha ben altro da fare che non seguire il modo di lavorare dei nostri signori parlamentari.

+

Dicevo del tariffario per i vari incarichi così che se scegli una persona che sta percependo di più quest’ultima sappia già in partenza se le conviene o meno di accettare.

Ci possono essere tanti motivi che ti spingono anche a dei compromessi col tuo borsellino.

Uno potrebbe essere di lavorare più vicino ai propri cari o avere meno stress o perchè uno desidera di avere meno responsabilità,decidi tu,i soldi sono belli ma se poi non hai il tempo per spenderli non servono un granchè.

E quindi non andrai sul giornale rilasciando interviste che alimentano polemiche.

Siamo qui per evitarle,altro che.

Alla tromba che è suonata a Roma hanno già fatto eco altri signori da altre città che per la stessa posizione ci si dedicano per meno.Anche molto meno.

Bene bisognerebbe anche vedere cosa fanno e come lo fanno ,mi verrebbe da domandarmi.

O perchè non hanno mandato un curriculum per tempo a Roma sapendo che c’era un posto a cui concorrere.

Infatti in questi frangenti normalmente uno preferisce mettersi in trincea e avere un profilo basso piuttosto che non lanciare proclami pubblici del tipo che lui o lei è più bravo e lo fa per meno.

Bisogna infatti vedere quanto complesse siano le realtà di due o più città con poche affinità.

Roma è la capitale e non brilla più di tanto per la trasparenza negli affari che la riguardano ma di scandali non ce ne sono solo a Roma,ce ne sono stati dappertutto nel nostro paese indipendentemente dalle dimensioni offerte delle città e dal numero degli abitanti riguardo ai tanti lavori che son serviti poco-nulla.

+

Carla Raineri: “Non faccio beneficenza, ho pieno diritto a quei soldi”

La capo di Gabinetto, nominata dalla sindaca Raggi, al centro della polemica: “Entro in ufficio alle 7 e finisco a mezzanotte, chi critica il mio stipendio in realtà attacca la magistratura”

di LORENZO D’ALBERGO

per leggere l’articolo clikkate su:

http://www.repubblica.it/politica/2016/08/14/news/carla_raineri_non_faccio_beneficenza_ho_pieno_diritto_a_quei_soldi_-145983128/

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: