come volevasi dimostrare

altri-150-arrivi-a-como-niente-area-per-il-centro_7b24399a-5e64-11e6-8ec9-2b80c69e33ea_998_397_big_story_detail

foto:http://www.laprovinciadicomo.it/

Per intanto è agosto ed i ministeri sono almeno per metà chiusi per ferie e quindi conoscendo un pò come funziona la burocrazia se vuoi noleggiare una caserma vuota devi fare una domanda che al momento nessuno leggerà sino a fine agosto.

L’impiegato non c’è e non c’è neppure il generale per cui sapendo che ogni intervento deve essere bene evidenziato in modo da fare felici coloro che se ne occupano con tanto di dignità di stampa per oggi non essendoci gloria da raccogliere tutto è fermo.

Da Roma la risposta è che dovevano pensarci per tempo.

Sarebbe uguale volere noleggiare un ex-ospedale.

L’ASL deve chiedere ai superiori sperando sempre che si tratti di un unico ministero addetto e non due,perchè altrimenti le cose si complicano.

Chiedere a chi ne sa di più bisognerebbe conoscere.E queste emergenze le conoscono in pochi.

Io conobbi un missionario che se ne intendeva,raccoglieva disperati,costruiva centri di accoglienza e li gestiva,sapeva trattare con i mori e conosceva come tenerli impegnati.

Ma lo conosco io,non il Prefetto ed il Sindaco di Como.

Per cui è come se non valesse niente.

Le volontarie sono al collasso anche in parte per farsi vedere,litigano tra loro solo come le donne sanno fare,e gli altri guardano e cercano un capro espiatorio su cui scaricare le eventuali colpe.

Di primo acchito la colpa è degli svizzeri che non li fanno passare anche se noi abbiamo controllato poco documenti e quanto altro.E poi Maroni,leggo,è riuscito ad accusare lo stato reo di non avere una politica seria per l’accoglienza.

Se ne è accorto anche lui che è all’opposizione.

Il vertice in Prefettura non ha prodotto nulla e in parte gli emigranti abbandonati all’addiaccio vanno a Milano che ha il cuore in mano.

lite-e-risse-in-stazione-tre-allospedale_53ebe01e-5ebc-11e6-950d-f47b7351a9ea_998_397_big_story_detail

foto:http://www.laprovinciadicomo.it/

+

Una decina di migranti bloccati nei pressi di Gondo (keystone)

Migranti bloccati ai confini

Le Guardie fermano alcuni profughi a Seseglio e Pedrinate, una decina di persone consegnate alla polizia italiana a Gondo

mercoledì 10/08/16 11:05 – ultimo aggiornamento: mercoledì 10/08/16 11:38

http://www.rsi.ch/news/ticino-e-grigioni-e-insubria/Migranti-bloccati-ai-confini-7856213.html

Il sindaco di Mendrisio Carlo Croci rimarca la gravità della situazione(©Ti-Press)

Rancate, decisione imminente

Nel pomeriggio a Mendrisio incontro tra Municipio e Cantone sul centro temporaneo per asilanti

mercoledì 10/08/16 06:52 – ultimo aggiornamento: mercoledì 10/08/16 07:09

http://www.rsi.ch/news/ticino-e-grigioni-e-insubria/Rancate-decisione-imminente-7855457.htm

Volontariato comasco sotto pressione (TI-Press)

“Aprite corridoi umanitari”

Questa la richiesta formale alla Svizzera da parte del consigliere regionale lombardo del PD, Luca Gaffuri

martedì 09/08/16 17:12 – ultimo aggiornamento: martedì 09/08/16 17:12

“Conosciamo la Svizzera per quello che è, un grande paese che si è sempre distinto per l’attenzione ai diritti umani. Anche per questo credo sia giusto favorire l’apertura di un corridoio umanitario“. Così si è espresso alla RSI il consigliere regionale lombardo del PD Gaffuri, in merito all’arrivo massiccio di migranti alla stazione ferroviaria di Como.

“Credo che il Ticino possa adoperarsi in questo senso, ha proseguito il politico lariano, considerando pure che queste persone non vogliono rimanere in Svizzera ma proseguire per il Nord Europa”.

Le parole del politico lariano arrivano dopo l’incontro tenuto a Como tra il Prefetto, il sindaco della Città ed alcuni parlamentari italiani per l’individuazione di una struttura capace di ospitare di notte queste persone. Vertice che ha visto una fumata nera, che non ha portato a nessuna decisione mentre il clima politico oltre confine sta diventando incandescente con il Governatore Roberto Maroni che ha accusato il Governo di essere “allo sbando sul tema dell’immigrazione”. Gaffuri ha rimesso la palla nel campo della Regione e della politica, proponendo come struttura di “ricovero” l’ex ospedale Sant’Anna di Como.

sdr

http://www.rsi.ch/news/ticino-e-grigioni-e-insubria/Aprite-corridoi-umanitari-7852508.html

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: