Home > Attualità,curiosità e costume, informazione, News e notizie dal mondo, Uncategorized > echi dalla visita in polonia di papa francesco

echi dalla visita in polonia di papa francesco

È festa nelle strade di Cracovia  (keystone)

Cracovia e il prete di Rouen

Dentro le Giornate mondiali della gioventù – La prima puntata del blog dell’inviato Bruno Boccaletti

martedì 26/07/16 23:09 – ultimo aggiornamento: martedì 26/07/16 23:13

Volevo parlarvi di Anita, che ha deciso già qualche giorno fa di non esserci. Me lo ha scritto suo padre Stefan, professore d’università, uomo dalle mille risorse e competenze. Anita è la giovane ragazza polacca che per anni mi ha accompagnato da Cracovia a Varsavia, nei viaggi di lavoro. Lei ora ha figli piccoli. Meglio prendersi una vacanza, lontano dalla folla. E dai rischi potenziali di una manifestazione che riempirà le strade di casa sua, Cracovia, di milioni di giovani cristiani. Un bel bocconcino per l’IS e i suoi accoliti, depressi o meno.

Penso alla scelta di Anita, mentre a Cracovia arriva la notizia dell’assassinio di un anziano prete a Rouen, a centinaia di chilometri da qui. Erano in due, lo hanno sgozzato come una bestia. Era un bersaglio facile: durante la Messa, circondato da due o tre fedeli, anziani. A Cracovia sono 40’000 i poliziotti che garantiscono la sicurezza della manifestazione, molti in borghese, mi dicono, io faccio fatica a notarli. Quanti erano i gendarmi a Rouen a difendere il vecchio prete? Forse nessuno. I giovani francesi riuniti nel loro quartiere generale proprio non capiscono quale Dio possa essere così crudele e disumano da armare la mano dei due assassini. Loro fanno una esperienza diversa: il fatto cristiano vissuto fa emergere le energie migliori. La religione che loro professano è vita, solidarietà, compagnia a chi è in difficoltà.

Questa sera è festa per le strade di Cracovia. In migliaia si salutano, si parlano in lingue diverse, aspettano di trovarsi insieme, nei prossimi giorni. Ho visto un manipolo di cristiani cinesi dietro una grande bandiera rossa, e poi tanti tricolori francesi. La morte non ha avuto l’ultima parola.

Bruno Boccaletti

http://www.rsi.ch/news/mondo/Cracovia-e-il-prete-di-Rouen-7797224.html

Gendarmi e militari mostrano grande cortesia  (Boccaletti)

I poliziotti gentili

Cracovia blindata per l’arrivo di Papa Francesco – Seconda puntata del blog dell’inviato Bruno Boccaletti

mercoledì 27/07/16 12:45 – ultimo aggiornamento: mercoledì 27/07/16 12:46

Ci siamo svegliati in una Cracovia blindata. Chiusa la zona dell’Università Jagellonica, chiusa la zona dell’Arcivescovado – con la famosa finestra da cui l‘Arcivescovo Karol Wojtyla si affacciava a chiaccherare con i giovani -, chiusa, va da sé, la zona intorno al Castello del Wawel, il cuore storico della Polonia, il primo palscoscenico ufficiale nel tardo pomeriggio di Papa Francesco. Dovremo rimandare a tempi migliori la visione della Dama con l’ermellino, capolavoro pittorico di Leonardo, che racconta di una Cracovia rinascimentale molto più vicina all’Europa di quanto molti suppongano. Andateci, se avete tempo, e curiosate tra le lapidi che portano i nomi dei Medici e dei Gonzaga.

Blindati e poliziotti dappertutto, dicevo. Ma poliziotti gentili, sembrano il vigile di Rodari, sempre pronto a dar una mano. Li avranno istruiti bene: la prima visita di Papa Francesco è un atout sul piano internazionale, meglio giocarsi tutte le carte, cortesia compresa.

Forse il presidente a faccia a faccia con Pontefice proverà a spiegargli perché la politica di “zero rifugiati” sin qui praticata, ha tenuto lontano lo spettro del terrorismo islamico. Bergoglio non è d’accordo, così come non sono d’accordo i Vescovi polacchi.

Una Cracovia blindata (Boccaletti)

Almeno sulla carta. Poi, tutti capiscono che la maggioranza della popolazione che invoca le frontiere chiuse corrisponde alla maggioranza dei fedeli. Idealisti sì, ma un robusto tocco di pragmatismo non guasta.

Sarà interessante vedere il dialogo che si svilupperà tra il Papa che ama ripetere “ponti, non muri” e la base cattolica rispettosamente di tutt’altro parere.

Bruno Boccaletti

http://www.rsi.ch/news/mondo/I-poliziotti-gentili-7798631.html

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: