imparare

b_56759

Il famoso libro del Talmud, “Pirqè avot”, o i Detti dei Padri, contenente la morale dei Maestri, è commentato da Paolo De Benedetti, uno dei maggiori ebraisti contemporanei.

+

sapienza…

Rabbi Hanina ben Dosa soleva dire: “In colui per il quale il timore del peccato viene prima della sapienza, la sapienza si mantiene; non si mantiene in chi dà la precedenza alla sapienza sul timore del peccato” (Avot 3, 11).

La sapienza della Torah, se non è preceduta dalle qualità morali, è puro sapere volatile.

Benedetto Carucci Viterbi, rabbino

– See more at: http://moked.it/blog/2012/05/06/sapienza-3/#sthash.wSkVlWA7.dpuf

Pirkei Avot, messaggio universale

Schermata 05-2457171 alle 12.30.45I Pirkei Avot, le massime dei padri, una delle opere più affascinanti della tradizione ebraica, comparate alla filosofia classica: questo il tema trattato dalla tesi di laurea in Lettere Antiche discussa dalla giornalista della redazione dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Francesca Matalon all’Università Statale di Milano.
“Chi è il sapiente? Colui che impara da chiunque” la citazione scelta da Francesca per il titolo dell’elaborato, discusso con relatrice la docente di Lingua Ebraica Anna Linda Callow e con presidente di commissione Paolo Chiesa (docente di Filologia medio-latina).
Nella tesi vengono esplicitati i punti di incontro tra il trattato di carattere etico-filosofico dei Pirkei Avot (“Il massimo manifesto dell’ebraismo farisaico”) con la produzione filosofica di Socrate e Platone. “I Pirkei Avot – ha spiegato Francesca – fanno parte della tradizione orale e sono l’unico trattato inserito nella liturgia ebraica e che viene letto negli shabbat tra la festività di Pesach e quella di Shavuot. Questa scelta ha decretato la fortuna e lo ha diffuso in tutto il mondo”.
“Il rabbino capo emerito di Roma Elio Toaff, scomparso un mese fa – ha continuato Francesca – lo definiva un eccezionale aureo libretto spiegando come esso si rivolgesse a tutti sia grazie al linguaggio semplice che nei contenuti; è infatti ‘la quintessenza del buonsenso’ ed esemplifica il carattere fortemente etico dell’ebraismo”.
Ma come si lega tutto questo alle filosofia classica? “Platone individuava la sapienza come ricerca del sapere che si attuava nella condotta adottata: una sorta di sapienza etica.

Chi è il saggio chiede Ben Zomà nei Pirkei Avot, rispondendo poi che esso è colui che impara da chiunque. Una domanda assai simile a quelle che faceva Socrate, apparentemente assai elementari ma nate per provocare una riflessione.

Per i classici, la filosofia è prima di tutto una scelta di vita. Un passaggio che avviene ancora prima del discorso filosofico”.

(28 maggio 2015)

– See more at: http://moked.it/blog/2015/05/28/pirkei-avot-messaggio-universale/#sthash.ve4IzoAY.dpuf

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: