noi?…siamo sempre sotto tiro

marco polo portacontainer Ismailia-Egitto

150mila tonnellate di nave…

+

AlpTransit, il corridoio che attraversa l’Europa da Nord a Sud ha: il suo tunnel più importante nel San Gottardo e nei porti, quelli olandesi e quelli liguri, l’approdo finale. A Genova, per capire cosa stia cambiando al porto, si era recato, a gennaio, il collega di Falò, Antonio Ferretti dove aveva incontrato Giovanni Pettorino, ammiraglio e comandante del Porto di Genova (vd video).

“Genova e il suo storico porto – dice Pettorino – sono in fermento. Da quando è stato raddoppiato il canale di Suez, nel Mediterraneo arrivano navi gigantesche.

Il porto ligure si sta attrezzando per accoglierle (…)”.

Visto poi che gli obiettivi fissati dall’Unione europea per i suoi porti sono particolarmente ambiziosi – raddoppiare il traffico merci entro il 2030 – ecco che Genova brama l’arrivo di AlpTransit, ma è consapevole del fatto che le difficoltà infrastrutturali sono di portata enorme. La città è stretta tra montagne e mare e ben pochi sono i luoghi capaci di accogliere i lunghi treni formato europeo che potrebbero arrivare dal nord oppure verso il nord partire, a inizio del 2021.

“In questo momento arrivano tra le 50 e le 80 coppie di treni a settimana”, ammette Paolo Cavagnaro, Coordinatore operativo della Fuori Muro Srl che lavora nel campo dell’allestimento dei treni merci che partono dai moli di Genova tra porto antico e Voltri. Un numero che cozza contro i 393 treni giornalieri  che dovrebbero viaggiare sulla Rotterdam-Genova e contro i 55 treni che a Genova Porto dovrebbero arrivare giornalmente. Attualmente ne arrivano 7 “e i nostri moli – spiega Cavagnaro – fanno fatica a far entrare quelli più lunghi se non con una serie complessa di manovre”.

Sarà l’infrastruttura portuale genovese pronta per il 2021? “Lo deve essere – afferma con decisione Alberto Cordella, amministratore delegato della Sech, uno dei terminal intermodali dove i treni di AlpTransit dovrebbero arrivare -, ma il Governo deve completare in tempo le opere come il Terzo Valico”.

aaaIl Terzo Valico tra Tortona e Genova si inserisce nel programma di potenziamento del sistema ferroviario italo-europeo sud-nord e est-ovest

Il Terzo Valico tra Tortona e Genova si inserisce nel programma di potenziamento del sistema ferroviario italo-europeo sud-nord e est-ovest (terzovalico.it)

Genova, quindi, va verso AlpTransit con un grande punto interrogativo e la consapevolezza che ben poco si sta facendo per far trovare pronto lo scalo e quindi invogliare le portacontainer che entrano nel Mediterraneo a fermarsi in Liguria per far proseguire le merci su ferrovia.

m.c./L.F.ù

video e correlati su:

http://www.rsi.ch/news/ticino-e-grigioni-e-insubria/LAlpTransit-verso-Sud-5-7346726.html

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: