quando gli italiani ancora si voltavano….

girlAmerican-Girl-in-Italy_231853

“Una ragazza americana in Italia”,Firenze nel 1951,foto di Ruth Orkin.

Questa foto mi è rimasta impressa per quel signore in scooter ,(una Lambretta),che ho poi conosciuto in vita 30 anni dopo.

Lambretta e Vespa sono stati uno dei tanti miti della creatività italiana.

La prima Vespa in mostra al museo Piaggio di Pontedera, presso Pisa (Reuters)

Una settantenne sprint

Il 23 aprile 1946 nasceva il mito della Vespa

sabato 23/04/16 13:24 – ultimo aggiornamento: sabato 23/04/16 14:27

Le sue due, piccole, ruote hanno percorso 70 anni. Sette decenni durante i quali il suo nome è diventato un mito. Il mito della Vespa. Lo scooter che ha rivoluzionato il mondo delle moto, che ha fatto innamorare milioni di persone in tutto il mondo e che è sempre il simbolo della Dolce Vita. Un simbolo che ha attraversato le generazioni senza perdere il suo fascino. Anzi, negli ultimi dieci anni le sue vendite sono triplicate.

Sulla carta d’identità della Vespa c’è scritto: 23 aprile del 1946, il giorno in Enrico Piaggio, depositava il brevetto. La sua azienda specializzata nell’aeronautica aveva bisogno di risollevarsi dopo la guerra. E allora affida il compito ad un ingegnere che detesta le due ruote a motore: Corradino d’Ascanio, già inventore del prototipo dell’elicottero moderno. Trovando la moto scomoda e soprattutto sporca per chi la guida, le disegna attorno la carrozzeria, per riparare da fango, pioggia e polvere.

Una grande alzata di ingegno. Il resto lo fanno il suono del due tempi, ma soprattutto le esigenze delle famiglie italiane, senza mezzi sufficienti per comprarsi una macchina.

Dieci anni più tardi la Vespa venderà già un milione di esemplari, con stabilimenti in mezzo mondo. La globalizzazione è nata anche così. Tra alti (il primo successo e i nuovi trionfi su un mercato della mobilità saturo di auto) e bassi (segnati dalla diffusione di massa delle quattroruote) la Vespa è sempre lì.

Nata in Toscana a Pontedera, dove lo scooter Piaggio è tuttora prodotto per i mercati occidentali (Stati Uniti compresi), la Vespa attualmente è fabbricata pure in India e in Vietnam per rispondere alle richieste dell’estremo Oriente.

Una settantenne sprint che ha girato il mondo, ma che lungo la strada non ha visto sfiorire la sua bellezza né ha perso il suo fascino.

Diem/TG

Video e correlati su:

http://www.rsi.ch/news/vita-quotidiana/eta-beta/Una-settantenne-sprint-7239764.html

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: