fatti e misfatti… latino americani

Non tutti hanno modo di pensarla come Obama e sono favorevoli alla nuova svolta di apertura a Cuba.

Mi scrive un vecchio amico da Caracas perchè lo diffonda:

“Questa e’ la situazione, quasi incredibile,che stiamo vivendo in Venezuela, uno dei Paesi piu’ ricchi del mondo, in mano a castristi degenerati…

E l’ONU, l’Oea, la U.E e le tante altre organizzazioni pseudo umanitarie?

Bene,grazie.

Intanto qui si continua a morire per mancanza di un medicamento semplice e comune in qualsiasi altro Paese del mondo.”

+

Il presidente perde appoggio (keystone)

Maduro perde consensi

Due terzi dei venezuelani, secondo un sondaggio, pensa che il presidente dovrebbe lasciare la carica

domenica 27/03/16 08:13 – ultimo aggiornamento: domenica 27/03/16 11:07

Il presidente del Venezuela Nicolas Maduro dovrebbe lasciare la sua carica entro fine anno, come chiede l’opposizione, che ha la maggioranza in Parlamento. Questa, secondo un sondaggio, è l’opinione di quasi due terzi dei cittadini del paese colpito da una profonda crisi economica.

Secondo i risultati, il 63,6% dei venezuelani chiede la partenza di Maduro o la sua destituzione tramite referendum, mentre il 29,3% vuole che resti fino alla fine del suo mandato nel 2019.

Indipendentemente dalla loro opinione sul presidente, quasi tutti ritengono negativa la situazione dell’economia del paese, che ha subito il calo del prezzo del petrolio, sua principale risorsa.

REUTERS/sf

http://www.rsi.ch/news/mondo/Maduro-perde-consensi-7099763.html

+

E se poi qualcosa non funziona è colpa del vicino di frontiera…e ci si rivolge ad un tribunale

Il fiume nei pressi della sorgente sulle montagne boliviane  (reuters)

Bolivia contro Cile

La Paz chiede un risarcimento per lo sfruttamento delle acque del fiume Silala

domenica 27/03/16 13:40 – ultimo aggiornamento: domenica 27/03/16 14:17

La Bolivia porterà davanti alla Corte internazionale dell’Aia l’annosa vertenza con il Cile a proposito del fiume Silala. Lo ha annunciato il presidente Evo Morales.

Il fiume nasce in Bolivia e prosegue il suo corso in Cile fino a immettersi nel Pacifico. Le acque sono sfruttate dalle miniere cilene: per La Paz, Santiago deve per questo pagare alla Bolivia un indennizzo. La richiesta è respinta dal Cile per il quale si tratta di acque internazionali che entrambi gli Stati possono utilizzare a proprio piacimento.

Cile e Bolivia sono da decenni in controversia anche per l’accesso terrestre boliviano al mare.

ats/mas

http://www.rsi.ch/news/mondo/Bolivia-contro-Cile-7100318.html

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: