e noi cosa possiamo mettere sul piatto?

LONDRA – Londra punta Dublino. La tassa sulle imprese con sede in Gran Bretagna scenderà dal 20 al 17% entro il 2020, una mossa che mima la marcia irlandese, il Paese da anni campione d’Europa nella corporate tax precipitata ora al 12,5 per cento. È questo uno dei passaggi più significativi del Budget illustrato ai Comuni dal Cancelliere dello Scacchiere George Osborne chiamato all’ improbabile esercizio di dal nostro corrispondente Leonardo Maisano – Il Sole 24 Ore – leggi su http://24o.it/bCsURn

I capital gains dice sempre lo stesso articolo scenderanno invece dal 28 al 20% e per alcune fasce al 10%.E non solo,entro il 2020 il paese avrà un avanzo di bilancio di 10 miliardi che sono soldi che serviranno a fare qualche investimento produttivo,c’è da supporre.

E la crescita prevista nel 2016 si aggira attorno al 2,0%.

Non male per un paese che va ad un referendum per verificare se vuole continuare a stare nella UE o meno.

DSC01459 Londra sul Belfast

l’editore nel 1983 a Londra sull’incrociatore Belfast residuato della seconda guerra mondiale e posteggiato sul Tamigi.
15476550-hms-belfast-c35-a-royal-navy-light-cruiser-on-the-river-thames-in-london-england

——————————————————————————————————————

Brexit sì o Brexit no? (1)

Regno Unito diviso in vista del voto del 23 giugno – Le ragioni degli uni e degli altri raccontate da loro

giovedì 10/03/16 06:11 – ultimo aggiornamento: giovedì 10/03/16 10:17

“To be or not to be (in Europe)?”. In un tweet è riassunto il dilemma amletico destinato ad egemonizzare il dibattito politico (e non solo) nel Regno Unito nei prossimi mesi. L’estate si aprirà con il referendum – indetto dal Premier David Cameron – il 23 giugno.  La votazione costituirà l’epilogo di un confronto tra i due fronti che si annuncia serrato, brutale, più che mai divisivo. Dall’economia alla finanza, dall’università all’immigrazione, non c’è ambito della vita quotidiana britannica che non sia declinabile nel dibattito Brexit.

Gli ultimi sondaggi indicano una sostanziale parità, ma almeno un elettore su quattro resta indeciso. Voti da conquistare, con argomenti, slogan o persino intimidazioni. La campagna elettorale è già cominciata. Con lei sono arrivati: infuocati dibattiti televisivi, report su possibili scenari futuri, dichiarazioni di voto. Una dicotomia – dentro o fuori l’Europa – lacerante, che non contempla né dubbi né esitazioni. E che inevitabilmente sta ricadendo – come una pioggia radioattiva – su tutta la popolazione.

Questo ciclo di interviste, realizzate da Lorenzo Amuso, intende dunque esplorare gli umori dei semplici elettori: dal come e perché voterà chi ha già raggiunto una propria convinzione, alle incertezze di chi non ha ancora trovato risposta al quesito shakespeariano. La prima intervista è con Carol Weiss, laureata a Cambridge, di professione restauratrice in un museo nazionale, convinta europeista.

Red.MM

Padroni in casa nostra: Brexit sì – di Lorenzo Amuso

Brexit sì o Brexit no? (2)

Madre svizzera, padre scozzese, il 30enne Rory Broomfield il prossimo 23 giugno dirà stop all’Europa

giovedì 17/03/16 06:07 – ultimo aggiornamento: giovedì 17/03/16 06:07

Rimpatriare i poteri da Bruxelles”. È questo il pensiero centrale di Rory Broomfield, 30 anni, padre scozzese e madre svizzera, che il prossimo 23 giugno dirà “basta Europa. Sì Brexit”. E lo dirà, come ci spiega il nostro collaboratore, Lorenzo Amuso che l’ha incontrato, non solo per aggiustare quello che descrive come un deficit democratico, ma soprattutto per perseguire più efficacemente gli interessi del Regno Unito.

Rory Broomfield rappresenta una buona fetta dell’elettorato britannico che, com’è noto, è spaccato a metà tra il sì e il no all’Europa. Direttore di The Freedom Association, Broomfield per spiegare il suo sì alla Brexit non risparmia certo giudizi molto critici alla gestione europea della cosa pubblica. “E’ tempo di allargare gli orizzonti commerciali, e non solo”,  aggiunge convinto che far campagna per l’uscita dall’Unione sia la scelta più sicura.

Red. MM

http://www.rsi.ch/news/mondo/Brexit-s%C3%AC-o-Brexit-no-2-7032071.html

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: