Home > Attualità,curiosità e costume, Economia, News e notizie dal mondo, Psicologia, Uncategorized > sino a quando puoi rischiare nella vita? domani è un altro giorno.

sino a quando puoi rischiare nella vita? domani è un altro giorno.

DSC09115 jack the broker

up

DSC09115 jack the broker

down…

Ho visto anziani in famiglia fare le parole crociate non solo per far passare il tempo ma anche per stimolare la memoria.

Ed ho avuto amici più anziani di me che alle 19,30 in punto guardavano incollati dinanzi il televisore i vari quiz da una domanda e tre risposte a scelta tra le quali c’era quella giusta.

Nessuno di noi ama rimbambire solo per il fatto che gli anni passano.

Il signor Warren a forza di bibite gassate mi dà l’aria di non contarla giusta,più che non il cervello stimolano forse a migliorare una cattiva digestione.

A me piace mettermi alla prova in questo modo che vi racconto ora,e di vedere scenari fatti di immaginazione solo per scommessa con me stesso.

Due punti.Parlo al futuro.

Se l’ammalato reagirà ad una terapia che non è ancora apparsa sulla scena non puoi dirlo dopo appena quei due miseri giorni nei quali il mercato non è sceso.

Ma anche uno sprovveduto l’altra sera si sarebbe detto che andava troppo male,e che quando le cose vanno male ti butti, e non se ne parla più.

Si torna a comperare e ti togli il mal di denti.

Quando gli altri hanno paura bisogna essere duri ed io l’ho fatto nonostante abbia anch’io le mie paure.

Il broker della banca con cui lavoro alla fine dell’operazione mi ha fatto i suoi migliori auguri e non è una balla,si vede che ne aveva sentite di peggio durante la giornata.Eravamo sotto di trecento e passa punti.Avrete capito dove.

A New York in compagnia del Dow Jones.

Ora vi spiego il mio ragionamento che per voi mi auguro sia come risolvere un qualche cruciverba.

Le premesse della sera : dollaro ad oltre 1,13 con l’euro,quindi favorevole rispetto ai giorni scorsi per un eventuale acquisto,petrolio in discesa (non crollo) a 27 dollari,Borsa a meno 2% .

Si compra quando il mercato scende e non quando sale.

Eccovi i fatti.

Se una major del petrolio possiede il 20% circa delle azioni di un’altra società dello stesso giro ha più da perdere di me, e non la lascerà fallire ma piuttosto vedendo il trend del prezzo delle azioni in forte calo farà un buyback come si dice in gergo,ossia ricomprerà azioni sul mercato in modo da fare contraltare ai venditori e vedere di farle salire oppure ottenere comunque una media buona con quelle che possiede già, acquistate ad altri prezzi.

Poi ci sono dentro come soci una filza di fondi speculativi o meno,ma questi non sono del mestiere,e possono prendere una perdita buona per un bilancio e volatilizzarsi in un minuto.

Ma la major petrolifera no,qui è diverso.

L’investimento si sa che resta sempre un fattore a rischio ma la storia è la seguente.

Neanche un anno fa la major ha messo sul mercato la maggioranza di questa azienda meno un 20% che si è trattenuta per se,al prezzo di 9 dollari l’azione.Le avrà fatto comodo avere della liquidità.

Nel mentre il prezzo del greggio era già in discesa.

Incassato il denaro della vendita l’avrà investito altrove magari per diminuire qualche indebitamento fatto in precedenza,e già che i tassi vanno su o sono comunque già andati su c’è da usare prudenza nell’andare in banca a prendere dei soldi.

In più tutti leggono che non c’è più spazio per stoccare greggio anche se questi sono fatti tutti da verificare ma che comunque mi stimolano a credere che è una fortuna possedere quel 20% che appartiene ad una società che produce elettricità e marcia a petrolio.

E quindi la quota presa da me e consumata per alimentare le centrali a prezzo basso o prezzo alto non va a finire a stock.

Ho un cliente garantito che sono me stesso cui faccio anche da fornitore e non devo ridurre la mia attività di estrazione dai miei pozzi.Quanto produco me lo giostro in casa.

L’avevo messa sul mercato ed ho incassato a 9 dollari e mi spiace che le cose siano andate male per i nuovi azionisti che mi hanno rimpiazzato ma visto quanto il titolo costa oggi in borsa quasi quasi mi viene l’acquolina in bocca e la ricompero a 1 dollaro che vale oggi e se e quando riterrò conveniente farlo la rimetto un’altra volta sul mercato.

E ci guadagno due volte.

Ecco allora che potrebbe uscire una OPA come chiamano l’offerta pubblica di acquisto.

Offro un dollaro e poco più,uno solo e poco più,ma la acquisto tutta.

I miei compari nuovi azionisti se nel frattempo si sono creati una media nella quale ci stanno dentro non ci perderanno troppo.

Mentre gli altri o hanno già venduto al ribasso andando a bagno o ci vanno adesso…questa è l’ipotesi.

Noi qui,facendo le debite corna ed in attesa, speriamo che non si dimentichino anche del nostro prezzo di costo… quando studieranno a che prezzo riacquistare il tutto eventualmente e brinderanno a champagne dopo averci coglionati ben due volte.

Oggi per intanto il petrolio è salito dell’11% ca e quota 29,il dollaro è risalito attorno a 1,12,la borsa è più 2% e la mia azione invece di salire come tutte le colleghe è scesa ancora….

Sfortuna?

Cari amici mi ritengo un veterano,un sopravvissuto della peggiore caduta di Wall Street della storia di quella sera del…19 ottobre del 1987 quando il Dow Jones perse oltre il 22% in un botto solo,che resta il record negativo in assoluto di sempre.

Potrei contarvi qualche dettaglio.Ma lo farò in un’altra opportunità.

 

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: